La casa sperduta nel parco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La casa sperduta nel parco
Casasperdutanelparcof2.jpg
Una scena del film
Titolo originale La casa sperduta nel parco
Lingua originale inglese
Paese di produzione Italia
Anno 1980
Durata 94 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, thriller
Regia Ruggero Deodato
Sceneggiatura Gianfranco Clerici, Vincenzo Mannino
Produttore Franco Palaggi, Franco Di Nunzio
Fotografia Sergio D'Offizi
Montaggio Vincenzo Tomassi
Musiche Riz Ortolani
Scenografia Massimo Antonello Geleng
Costumi Massimo Antonello Geleng
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La casa sperduta nel parco è un film del 1980, diretto da Ruggero Deodato.

Appartiene al genere revenge movie, i film di "stupro e vendetta", il filone a cui appartiene il film L'ultima casa a sinistra, diretto da Wes Craven nel 1972, è considerato uno dei primi e più importanti film di questo genere.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alex, un maniaco stupratore, e il suo amico Ricky, un minorato mentale, vengono invitati in una villa di proprietà del ricco Tom, dove sono presenti altri ragazzi borghesi. Tom ha invitato i due ragazzi sbandati con il solo scopo di far divertire i suoi amici, ma la situazione degenera presto, e Alex rivela la sua natura psicopatica. Alla fine però i ruoli si ribalteranno e ci sarà una rivelazione sconvolgente...

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La casa sperduta nel parco è stato girato da Ruggero Deodato subito dopo il suo cult movie, il controverso Cannibal Holocaust. Il produttore è sempre Franco Palaggi, e il cast tecnico è quello della pellicola precedente (Vincenzo Tomassi al montaggio, Sergio D'Offizi alla fotografia e Riz Ortolani alla colonna sonora, che usa una musica dolce, in contrasto con le scene di una violenza brutale, proprio come per Cannibal Holocaust).

Il film è stato realizzato per far quadrare i conti, dato che Cannibal Holocaust, in Italia, non aveva incassato molto, a causa delle sue traversie giudiziali.

L'idea del film nacque durante le riprese di Cannibal Holocaust. Deodato girò delle scene in esterni, per poi trarne un film. In seguito chiamò lo sceneggiatore Gianfranco Clerici, che scrisse Cannibal Holocaust, e gli commissionò la sceneggiatura.[1]

Le riprese durarono tre settimane e si svolsero tra New York e una prestigiosa villa nel ricco quartiere romano dell'Olgiata. Il film uscì nelle sale cinematografiche italiane il 6 novembre 1980.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista del film è l'attore statunitense David Hess, famoso per aver interpretato L'ultima casa a sinistra, che in seguito lavorerà ancora con Deodato. Al suo fianco c'è Giovanni Lombardo Radice, presenza costante nei thriller e horror italiani di quegli anni.

La scena dello stupro iniziale, forse una delle scene più forti mai raccontate dal cinema italiano, è stata interpretata da Hess insieme alla moglie.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

La critica dell'epoca accusò il film di misoginia, ed evidenziò l'inverosimiglianza del finale della pellicola.

Negli anni successivi, come altri prodotti del cinema italiano di genere, il film è stato rivalutato. Gordiano Lupi ha scritto: «La casa sperduta nel parco è un film claustrofobico e inquietante, un film dove non si salva nessuno. Non ci sono buoni o cattivi, non ci sono vittime e carnefici, incontriamo ad ogni scena solo terrore, violenza e disgusto».[2]

Censura[modifica | modifica wikitesto]

Anche per questo film Deodato ha avuto problemi con la censura. In Inghilterra, quando videro il prologo con lo stupro, decisero subito di bandirlo, mentre in Italia è stato vietato ai minori di 18 anni e pesantemente tagliato.

Lo stesso regista in più di un'intervista ha ammesso che oggi in Italia sarebbe impossibile girare un film così.[1]

Titoli per l'estero[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito negli Stati Uniti come House on the Edge of the Park, in Francia come La maison au fond du parc, in Germania come Der Schlitzer e in Spagna come Trampa para un violador.

Home Video[modifica | modifica wikitesto]

Come per Cannibal Holocaust è uscito il italia, in versione integrale il dvd del film, con vari contenuti speciali come il commento degli attori e del regista e varie immagini di scena.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Alla "Piraino B MOVIE Film Convention" del 2011, Ruggero Deodato ha annunciato la prossima uscita del sequel. Nel cast sarà ancora presente l'attore Giovanni Lombardo Radice che, oltre ad aver scritto la sceneggiatura a quattro mani con Deodato, interpreterà il ruolo del protagonista Ricky.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Commento al film del regista, presente nel DVD.
  2. ^ Gordiano Lupi,"Cannibal! Il cinema selvaggio di Ruggero Deodato", Mondo Ignoto, Roma, 2004.
  3. ^ (EN) The House on the Edge of the Park Part II in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema