Effetto notte (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Effetto notte
EffettoNotte.JPG
Una scena del film
Titolo originale La Nuit américaine
Paese di produzione Francia, Italia
Anno 1973
Durata 115 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia François Truffaut
Soggetto François Truffaut
Sceneggiatura François Truffaut, Jean-Louis Richard, Suzanne Schiffman
Produttore Les Films du Carrosse, PECF, PIC
Fotografia Pierre-William Glenn
Montaggio Yann Dedet
Musiche Georges Delerue
Scenografia Damien Lanfranchi
Costumi Monique Dury
Trucco Fernande Hugi e Thi-Loan Nguyen
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Effetto notte (La Nuit américaine) è un film del 1973 diretto da François Truffaut.

Il titolo si riferisce a una tecnica cinematografica, nota appunto come effetto notte, che consiste nel rendere "notturna" una ripresa fatta in piena luce grazie all'inserimento di un filtro blu davanti all'obiettivo.

Il film è rinomato per essere una delle più importanti opere della cinematografia non solo della carriera di Truffaut, ma di ogni tempo: la rivista statunitense TIME l'ha inserito nella lista dei 100 migliori film di tutti i tempi ed il mensile italiano Ciak gli ha dato lo stesso riconoscimento nel libro 100 capolavori.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Produzione e retroscena durante la lavorazione del film Je vous présente Pamela (Vi presento Pamela), girato negli studi della Victorine a Nizza: la vita e il lavoro degli attori, dei membri della troupe cinematografica e del regista, Ferrand. Dal primo all'ultimo giorno delle riprese i problemi della lavorazione s'alternano con i rapporti personali tra i vari componenti della “troupe” e con la storia del film nel film. Pur costruito su incastri e incroci, ricco di citazioni, autocitazioni, allusioni, è un film che viaggia come un treno nella notte.

Riprese[modifica | modifica sorgente]

Le riprese durarono dal 25 settembre al 15 novembre 1972 e si svolsero a Nizza, negli Studios de la Victorine, e dintorni.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Fu presentato fuori concorso al 26º Festival di Cannes,[1] dove venne proiettato per la prima volta il 14 maggio.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il film è dedicato alle sorelle Dorothy e Lillian Gish.
  • Caso unico nella storia del cinema, il film è stato nominato agli Oscar per due anni consecutivi, nel 1974 nella categoria del miglior film straniero, l'anno successivo in tre categorie della sezione principale: miglior regia, sceneggiatura e attrice non protagonista.
  • Lo scrittore Graham Greene compare, non accreditato, nella veste di Henri Graham, l'agente della compagnia di assicurazione. Sembra che il regista venne a conoscenza della cosa solo dopo un anno dalla lavorazione del film.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Official Selection 1973, festival-cannes.fr. URL consultato il 13 settembre 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • La nuit américaine: scénario du film suivi de "Journal de tournage de Fahrenheit 451", Seghers, 1974
  • Paola Malanga, Tutto il cinema di Truffaut, Baldini & Castoldi, Milano 1996, pp. 372-389
  • Anne Gillain (a cura di), Tutte le interviste di François Truffaut sul cinema, Gremese Editore, Roma 1990 (prima edizione francese 1988), pp. 191-198
  • Alberto Barbera - Umberto Mosca, François Truffaut, Il Castoro, Milano, pp. 112-119

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema