Jackie Brown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il calciatore, vedi Jackie Brown (calciatore).
Jackie Brown
Jackie Brown titoli.jpg
Titoli di testa del film
Titolo originale Jackie Brown
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1997
Durata 154 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere noir, thriller, drammatico
Soggetto Elmore Leonard (romanzo)
Sceneggiatura Quentin Tarantino
Produttore Lawrence Bender
Fotografia Guillermo Navarro
Montaggio Sally Menke
Musiche Joseph Julián González (canzoni originali) + AA.VV.
Scenografia Sandy Reynold-Wasco
Costumi Mary Claire Hannan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Jackie Brown è un film del 1997 diretto da Quentin Tarantino.

Tratto dal romanzo Rum Punch di Elmore Leonard, è il terzo lungometraggio del regista statunitense.

Trama[modifica | modifica sorgente]

« Non hai ancora risposto alla mia domanda, Max.
A quale?
Se oggi come oggi, senza un'occupazione, avessi la possibilità di scappare con mezzo milione di dollari, l'afferreresti? »
(Jackie/Pam Grier a Max Cherry/Robert Forster)

Jackie Brown arrotonda il suo esiguo stipendio da hostess contrabbandando del denaro per Ordell Robbie. Questi è un mercante d'armi tanto stralunato quanto poco affidabile con, al suo fianco, la bionda Melanie e il maldestro Louis Gara. Un giorno, Ordell riceve una chiamata dalla prigione da parte di Beaumont, uno dei suoi scagnozzi: egli gli chiede di liberarlo e pagare la sua cauzione. Ordell si reca così da Max Cherry, un garante di cauzioni, che fa uscire Beaumont di galera. Quella stessa sera, Ordell decide di uccidere Beaumont per paura che quest'ultimo parli dei suoi traffici con la polizia, ma ormai è troppo tardi.

Qualche giorno dopo, infatti, Jackie viene raggiunta da due agenti del dipartimento di polizia, Mark Dargus e Ray Nicolette, agenti speciali del dipartimento anti-frode. I due uomini perquisiscono la borsa di Jackie, trovando effettivamente 50.000 dollari e una busta con cocaina. Mark e Ray conducono Jackie alla stazione di polizia, dove tentano d'indurla a collaborare con loro. Jackie però non si presta a collaborare, viene processata e condotta in carcere. Ordell va nuovamente da Max per pagare la cauzione e Max la fa uscire.

Tornata a casa dopo una frugale cena con Max, Jackie riesce a sfuggire a Ordell, determinato a ucciderla come qualche giorno prima aveva fatto con Beaumont per non farla parlare. Il giorno seguente, dopo essersi consultata con Max, al quale sta cominciando a piacere, Jackie stringe un accordo con la polizia per consegnargli Ordell. Ne parla poi a Ordell stesso, facendogli però credere che è tutto un modo per portare negli Stati Uniti in una sola volta i 500.000 dollari che Ordell ha in Messico. Lo scambio avverrà al Del Amo Shopping Center, dove Jackie e Ordell discutono gli ultimi ritocchi del piano.

Andato via Ordell, Max, appena uscito dal cinema del centro commerciale, vede Jackie, si ferma a parlare con lei della sua decisione di voler abbandonare il suo lavoro e tra i due nasce una certa complicità. Ordell vede però Max seduto al tavolo con Jackie, e comincia a sospettare di entrambi. Il viaggio di prova, in cui Jackie porta solo 10.000 dollari, avviene sotto il controllo di Ray, e Jackie consegna la busta come convenuto. Ordell non sta però ai patti, facendola infuriare. Jackie comunque va avanti con il suo piano, per il raggiungimento del quale necessita di Max.

Arriva il giorno del viaggio. In aereo, Jackie nasconde 450.000 dollari sotto i 50.000 che farà vedere a Ray. Ray controlla i soldi e marca i 50.000 dollari, mentre Jackie va nel camerino del negozio dove deve avvenire lo scambio con Melanie. Arriva Melanie, accompagnata da Louis: lo scambio avviene, e Jackie mette nella busta portata da Melanie i 450.000 dollari, e la lascia nel camerino. Uscendo dal centro commerciale, Louis, snervato per le continue prese in giro di Melanie, la uccide con due colpi di pistola nel parcheggio. Max entra nel camerino e prende la busta che Jackie ha lasciato. Quando Louis va a prendere Ordell, questi lo uccide dopo avere scoperto che il sacchetto che doveva contenere i soldi di Jackie contiene in realtà solo 40.000 dollari (in quanto 10.000 erano stati regalati a Melanie da Jackie, soldi che ovviamente erano contrassegnati), mentre sul fondo ci sono dei libri, e dopo avere saputo che Louis aveva visto Max Cherry al centro commerciale; il tutto aggravato dall'omicidio di Melanie.

Jackie, dal canto suo, dice alla polizia che i soldi li ha presi Melanie. Max, per portare a termine il piano di Jackie, va da Ordell con una scusa, ma quest'ultimo vuole sapere dove sono finiti i 450.000 dollari: Max gli dice che li ha Jackie nel suo ufficio. Dopo essersi accertato che Jackie è nell'ufficio di Max, Ordell lo costringe ad andare con lui minacciandolo. Quando entrano, la stanza è al buio e, prima che Ordell possa sparare, Ray lo uccide, chiudendo così il caso. Alcuni giorni dopo, Jackie, ormai ricca, va da Max per sapere se vuole andare in Spagna con lei. A malincuore, Max declina l'invito, ma Jackie lo bacia, lasciando così perplessi entrambi.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nel film sono riscontrabili diversi marchi di fabbrica del regista: la visuale dal bagagliaio dell'auto, usata in tutti i suoi film sino ad ora (quando Ordell cerca di convincere Beaumont a entrare dentro), la visuale dagli occhi della vittima (usata anche in Pulp Fiction e poi in Kill Bill) e il feticismo per i piedi di Tarantino: in diverse scene, specialmente all'inizio ma anche più avanti, vengono infatti inquadrati i piedi di Melanie.

Riferimenti ad altre opere[modifica | modifica sorgente]

  • L'automobile di Jackie è una Honda Civic bianca, la stessa che guidava Bruce Willis in Pulp Fiction; inoltre la giacca che Jackie compra nel grande magazzino è la stessa che indossa Uma Thurman nello stesso film.
  • I titoli di testa ricordano molto quelli del film Il laureato con Dustin Hoffman.
  • Nei titoli di coda del film è presente anche un ringraziamento speciale a Jack Hill (il regista di Foxy Brown) e a Peter Bogdanovich, uno dei registi preferiti da Tarantino; nella sua classifica personale è infatti presente anche il film ...e tutti risero di Bogdanovich.
  • Jackie mangia da Teriyaki Donut, lo stesso posto dove Marsellus si reca prima di essere investito da Butch in Pulp Fiction.
  • In una scena, Ordell accusa Max Cherry di non essersi lavato le mani dopo aver usato la toilette. In Il negoziatore del 1998, Jackson parla a uno dei suoi ostaggi di una barzelletta su un Marine che non si era lavato le mani dopo aver usato il bagno. E in Pulp Fiction, del '94, Jules rimprovera Vincent per il suo modo di lavarsi le mani.
  • Melanie guarda continuamente una videocassetta del film poliziottesco italiano La belva col mitra.
  • In una scena compare anche il film Zozza Mary, pazzo Gary, che viene citato in Grindhouse - A prova di morte.
  • La scena in cui Ordell invita Beaumont a entrare nel bagagliaio per un giretto è ispirata a quella di Le iene: durante le prove del film l'attore che interpretava il poliziotto-ostaggio di Mr.Blonde (Michael Madsen) voleva capire che sensazione si provasse, e Madsen aveva accettato con piacere.
  • Quando Jackie viene chiusa in prigione, sentiamo la canzone Long Time Woman: questa canzone è stata scritta dalla stessa Pam Grier, e fu utilizzata nel film Sesso in gabbia proprio quando la protagonista viene imprigionata.
  • Nella scena in cui Jackie prende in considerazione l'idea di sparare a Ordell appena entrato nell'ufficio di Cherry vi è una chiara citazione di Taxi Driver, nella famosa scena in cui Robert De Niro si allena a tirare fuori la pistola davanti allo specchio.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Quando Jackie litiga con Ordell nella veranda della casa di Melanie è possibile vedere, riflessa nella porta a vetro, l'ombra di Tarantino che riprende la scena.
  • Fu un'idea di Samuel L. Jackson quella della pettinatura e della barba del protagonista.
  • Una delle locandine del film mostra i protagonisti "disegnati" anziché fotografati, come avveniva nelle locandine anni '70. Il testo è lo stesso - naturalmente adattato al film - del film Coffy, mentre il carattere di scrittura è quello di Foxy Brown.
  • Nella prima scena al centro commerciale, si vede Max Cherry che esce da un cinema mentre scorrono i titoli di coda e si può sentire la musica. È la musica utilizzata per i titoli di coda di Jackie Brown.
  • Nella versione originale del film la voce della segreteria telefonica di Jackie è quella del regista Quentin Tarantino.

Cast[modifica | modifica sorgente]

Sylvester Stallone era stato scelto originariamente per il ruolo di Louis, mentre John Travolta per quello di Ray Nicolette. Robert De Niro avrebbe voluto interpretare Max Cherry ma Tarantino aveva già assegnato la parte a Robert Forster. Pur di lavorare con Tarantino, De Niro ha accettato il ruolo di Louis. Michael Keaton interpreta il ruolo del poliziotto Ray Nicolette anche in un altro film tratto da un romanzo di Elmore Leonard, Out of Sight.

Robert De Niro e Samuel L. Jackson avevano già lavorato assieme sette anni prima in Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese. Sid Haig, il giudice del caso di Jackie, era un criminale in Foxy Brown, nel quale partecipò anche Pam Grier. Un nome che spunta nel citofono dell'appartamento di Melanie è S. Haig, chiaro riferimento a Sid Haig, che nel film ha il ruolo del giudice di Jackie. La lista di Tarantino per Max Cherry includeva anche i nomi di Gene Hackman, John Saxon e Paul Newman.

Differenze con il libro[modifica | modifica sorgente]

  • Nel libro di Elmore Leonard Jackie è bionda e ha la pelle bianca; inoltre il suo nome è Jackie Burke.
  • L'ambientazione (Los Angeles nel film) è Miami nel romanzo.
  • "Jackie Brown" è il nome del trafficante di armi (un uomo, tra l'altro) nel celebre romanzo di George V. Higgins Gli amici di Eddie Coyle, uno dei libri preferiti di Leonard, e da cui Peter Yates aveva tratto un famoso film con Robert Mitchum.
  • Louis e Ordell appaiono per la prima volta nel libro di Elmore Leonard Scambio a sorpresa (The Switch).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema