Emmanuelle Arsan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marayat fotografata nel 1967

Emmanuelle Arsan, vero nome Marayat, conosciuta anche come: Marajat, Kramsaseddinsh, Krasaesundh, Krassaesibor, Virajjakkam, Virajjakam, Virajjakari, Rollet - Andriane, Bibidh (Bangkok, 19 gennaio 1932Los Angeles, 12 giugno 2007), è stata un'attrice e scrittrice thailandese naturalizzata francese. Conosciuta per la creazione del personaggio immaginario Emmanuelle.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata nella capitale tailandese il 19 gennaio del 1932 (anche se alcune fonti sostengono nel 1928 o nel 1940), con il nome di Marayat Bibidh. Marayat è figlia di un ambasciatore tailandese[1]. Nel 1948 a soli 16 anni, conosce e si sposa con un diplomatico francese dell’UNESCO di nome Louis-Jacques Rollet-Andriane; da questo matrimonio nascono due figlie.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Negli anni '60 ebbe alcune esperienze cinematografiche, per esempio nel film Quelli della San Pablo (1966, accreditata come Marayat Andriane, nella parte di Maily), e nell'episodio Turn of a Card (ep. 26. stag. 2) della serie televisiva La grande vallata (The Big Valley, 1967).

Nel 1959, venne pubblicato e distribuito clandestinamente in Francia un romanzo erotico intitolato Emmanuelle e firmato da una fantomatica Emmanuelle Arsan, in seguito si scoprì che dietro a questo pseudonimo si nascondeva Marayat. Il romanzo narrava le vicende in una giovane donna alla ricerca dell'emancipazione sessuale attraverso una serie di esperienze trasgressive e libertine. All'epoca, la pubblicazione e la vendita del libro fu vietata in Francia, a causa del suo contenuto considerato per quegli anni troppo esplicito (solo nel 1967 venne autorizzata la sua pubblicazione nel paese). Ciò non gli impedii comunque di ottenere un enorme successo a livello mondiale e di essere l'adattamento per vari film e programmi televisivi nei decenni successivi.

Dal libro fu tratto un film di successo, con lo stesso titolo Emmanuelle: dal film e dal "marchio" Emmanuelle sono stati in seguito tratti decine di film non ufficiali (non tratti dal libro) che semplicemente riprendevano il personaggio o varianti dello stesso. Dopo Emmanuelle, escono altri libri erotici firmati Arsan, come Néa (1976), Laure (1976), Vanna (1979), ecc.

In realtà, come risulta ormai da numerose interviste e testimonianze (in particolare quelle rilasciate dal produttore Ovidio G. Assonitis)[2][3][4], il vero autore dei romanzi erotici firmati "Emmanuelle Arsan", era il marito Louis-Jacques Rollet-Andriane, il quale, essendo un diplomatico e un alto funzionario dell'UNESCO, non poteva certo permettersi di firmare con il suo vero nome degli scritti di genere erotico e quindi usò la moglie in un certo senso come "prestanome". Assonitis disse anche che per quanto ne sapeva, la moglie tailandese non aveva mai toccato una penna in vita sua e che al massimo era stata solo una "fonte di ispirazione" per i romanzi di Louis-Jacques[5].

Marayat fu una grande amica del fotografo e pittore francese Pierre Molinier, per il quale posò completamente nuda per un servizio fotografico[6]. Nel 1976, Marayat partecipò come attrice al film erotico Laure, diretto dal marito Louis-Jacques, nel ruolo di Myrte, che la vide protagonista di diverse scene "bollenti"[7].

Morte[modifica | modifica sorgente]

Marayat è deceduta in un ospedale di Los Angeles il 12 giugno 2007 all'età di 75 anni[8] per un Carcinoma delle vie biliari. Di lei non si avevano più notizie dalla fine degli anni '70. Soltanto suo marito, le sue figlie e alcuni parenti hanno potuto partecipare al funerale. Sebbene la notizia della sua morte sia stata divulgata solo a funerali avvenuti, nessun quotidiano o rivista ne ha mai parlato. Marayat è scomparsa nella più totale indifferenza generale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Arsan, Emmanuelle (Marayat Bibidh Andriane) (pulp fiction writer)
  2. ^ O. G. Assonitis, in Al tropico del sesso, Nocturno dossier, n. 35, giugno 2005, pag. 57 (segue analoga testimonianza di Al Cliver)
  3. ^ O. G. Assonitis, Beyond the Screen. Il cinema di Ovidio G. Assonitis, Nocturno dossier, n. 82, maggio 2009, pp. 46-51
  4. ^ O. G. Assonitis, dal documentario Emmanuelle Revealed (2007), incluso fra i “contenuti speciali” del dvd statunitense di Laure edito dalla Severin
  5. ^ Uncle Scoopy's Fun House
  6. ^ http://www.ilpaesedicuccagna.it/L1/L2/L3_Altre/E/Emmanuelle%20Arsan/ArsanE.html
  7. ^ http://www.ilpaesedicuccagna.it/L1/L2/L3_Altre/E/Emmanuelle%20Arsan/ArsanB.html
  8. ^ Emmanuelle Arsan Video | Clips from Films Written and Interviews

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 100239280 LCCN: n50001595