Taxisti di notte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Taxisti di notte
Night on Earth.png
Giancarlo Esposito e Armin Mueller-Stahl nell'episodio di New York
Titolo originale Night on Earth
Lingua originale inglese, francese, italiano, finlandese, tedesco
Paese di produzione Stati Uniti, Giappone, Francia, Regno Unito
Anno 1991
Durata 129 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85 : 1
Genere commedia, drammatico
Regia Jim Jarmusch
Soggetto Jim Jarmusch
Sceneggiatura Jim Jarmusch
Produttore Jim Jarmusch
Produttore esecutivo Jim Stark
Casa di produzione Victor Company of Japan, Victor Musical Industries, Pyramide Productions
Distribuzione (Italia) Penta Distribuzione
Fotografia Frederick Elmes
Montaggio Jay Rabinowitz
Musiche Tom Waits
Scenografia Johan le Tenoux
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Taxisti di notte (Night on Earth) è un film a episodi del 1991, diretto da Jim Jarmusch e interpretato, tra gli altri, da Roberto Benigni, Winona Ryder e Béatrice Dalle. Girato con una JVC, Jim Jarmusch ne scrisse lo script in otto giorni. In Italia il film è uscito anche con il titolo di Taxisti di notte - Los Angeles New York Parigi Roma Helsinki.

Il film segue una sequenza temporale: il primo episodio inizia al tramonto, mentre al termine dell'ultimo spunta l'alba. Ogni episodio è separato da uno stacchetto in cui cinque orologi diversi, seguendo i rispettivi fusi orari, segnano l'ora delle città in cui si svolge la storia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles[modifica | modifica wikitesto]

A Los Angeles una giovane tassista (Winona Ryder) carica una agente cinematografica (Gena Rowlands) e riceve una proposta per diventare una diva del cinema, che però declina per costruirsi una famiglia ed aprire un proprio garage. Il ruolo di Corky fu scritto apposta per Winona Ryder.

New York[modifica | modifica wikitesto]

A New York un giovane nero conversa con un anziano tassista dell'ex Ddr.

Parigi[modifica | modifica wikitesto]

A Parigi una donna cieca sfida il tassista nel vederci meglio di lui.

Roma[modifica | modifica wikitesto]

A Roma, l'autista parla delle sue passioni e dei suoi problemi, facendo morire d'infarto un sacerdote cardiopatico sul sedile posteriore.

Il pomello del cambio del taxi di Roberto Benigni ha la forma di una palla da biliardo, la numero 8 in particolare. Nel film Daunbailò Roberto, interpretato dallo stesso Benigni, dichiara di aver ucciso una persona tirandogli proprio la stessa palla.

Helsinki[modifica | modifica wikitesto]

A Helsinki il conducente fa a gara con i passeggeri su chi è più sfortunato: il primo ha appena perso la figlia neonata (che inizialmente né lui né la moglie volevano), mentre uno degli altri, ubriaco, ha la figlia incinta, è appena stato licenziato dalla fabbrica e lasciato dalla moglie.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema