Ingrid Thulin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ingrid Thulin con il regista Ingmar Bergman durante le riprese de Il silenzio (1963)

Ingrid Thulin (Sollefteå, 27 gennaio 1926Stoccolma, 7 gennaio 2004) è stata un'attrice cinematografica svedese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Formatasi come attrice teatrale presso il Reale Teatro Drammatico di Stoccolma, venne scoperta da Ingmar Bergman che nel 1956, la fece debuttare ne Il posto delle fragole (1957). Fu una delle attrici preferite del grande regista svedese, con il quale girò nove film. Nei titoli del film Spionaggio internazionale (1956) appare con il nome di Ingrid Tulean.

Ha lavorato anche come attrice televisiva, girò i film per la tv Il rito (1967), Corruzione in una famiglia svedese (1974), Dopo la prova (1984).

Di grande efficacia nei colpi di scena, bellissima donna, diede una notevole prova di attrice drammatica ne Il silenzio (1963), dove interpretò con grande maestria una donna ammalata di tubercolosi. Lavorò, tra gli altri, con registi come Minnelli, Bolognini, Resnais, Visconti, Brass e Montaldo.

Stabilitasi in Italia già dagli anni settanta, con l'interpretazione ne La casa del sorriso di Marco Ferreri, premiato con l'Orso d'oro al Festival di Berlino del 1991, lasciò il cinema per dedicarsi prevalentemente al teatro. Ella avrebbe dovuto girare nel 2003 l'ultimo film di Ingmar Bergman, Sarabanda, ma l'ottobre di quello stesso anno si ammalò di cancro; dopo quasi tre mesi di sofferenza, morì il 7 gennaio 2004 e venne sepolta a Stoccolma.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ in questo film l'attrice è stata doppiata da Angela Lansbury

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 14959760 LCCN: n93078980