Linda McCartney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Linda McCartney
Linda e Paul McCartney nel 1976, durante un concerto dei Wings.
Linda e Paul McCartney nel 1976, durante un concerto dei Wings.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock
Pop rock
Periodo di attività 1971-1998
Strumento Voce
Tastiere
Pianoforte
Mellotron
Etichetta Apple Records
Capitol Records
Parlophone
Gruppi Wings
Album pubblicati 12

Lady Linda Louise Eastman, coniugata McCartney (Scarsdale, 24 settembre 1941Tucson, 17 aprile 1998), è stata una fotografa, tastierista e cantante statunitense, nota per il suo matrimonio con Paul McCartney.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dall'infanzia agli anni sessanta (1941 - 1966)[modifica | modifica wikitesto]

Linda Eastman, nata da genitori di origini ebraiche, si diplomò alla Scarsdale High School nel 1959. Suo padre, Lee Eastman, era l'avvocato del compositore Jack Lawrence, e alle richieste del signor Eastman, Lawrence intitolò una canzone Linda in onore della figlia di cinque anni. La mamma, Louise Linder Eastman, era una ereditiera del Linder Department Store e morì quando Linda aveva vent'anni.

Dopo il suo matrimonio con Paul McCartney, diventò una fotografa professionista nel campo del rock and roll, lavorando per la Fillmore East di New York. Fu un'importante fotografa e scattò fotografie per artisti del calibro di Aretha Franklin, Jimi Hendrix, Bob Dylan, Janis Joplin, Eric Clapton, Simon and Garfunkel, The Who, The Doors e dei Rolling Stones.

Il primo matrimonio di Linda fu con John Melville See Jr. che incontrò all'Università dell'Arizona. Si sposarono il 18 giugno 1962 ed ebbero una figlia di nome Heather Louise che nacque il 31 dicembre 1962. Divorziarono nel giugno 1965.

La vita con Paul McCartney (1969 - 1998)[modifica | modifica wikitesto]

Linda e Paul McCartney nel 1973.

Incontrò il suo secondo marito, Paul McCartney, nel maggio 1967 mentre a Londra stava realizzando un servizio fotografico sui Beatles per il libro Rock and Other Four Letter Words.

Si incontrarono nel night club Bag ò Nails e si sposarono il 12 marzo 1969, otto giorni dopo che John Lennon sposò Yoko Ono. Linda era già incinta di Mary McCartney. Lei e suo marito ebbero tre figli, oltre a Heather Louise, nata dal precedente matrimonio e riconosciuta da Paul: Mary Anna, Stella Nina e James Louis.

Linda ha otto nipoti, tutti nati dopo la sua morte: quattro da Mary, Arthur Alistair Donald, (nato il 3 aprile 1999) ,Elliot Donald (nato il 1 agosto 2002), Sam About (nato il 11 agosto 2008)e Sid About (nato il 3 settembre 2011) e quattro da Stella, Miller Aladshair James Willis (nato il 25 febbraio 2005), Bailey Linda Olwyn Willis (nata l'8 dicembre 2006), Beckett Robert Lee Willis(nato l'8 gennaio 2008) e Reiley Dilys Stella Willis (nata il 23 novembre 2010)

Paul McCartney ha recentemente dichiarato che sua moglie ha cantato in Let It Be, singolo tratto dall'omonimo album registrato nel 1969. Dopo la rottura dei Beatles, Paul insegnò a suonare il piano a Linda, e la incluse nella formazione del suo nuovo gruppo, i Wings. McCartney fu criticato per la voce e per il modo amatoriale di suonare della moglie all'uscita del primo album, ma i Wings diventarono una delle band di successo degli anni settanta e vinsero un Grammy Award. Linda sviluppò la sua capacità musicale col passare del tempo, arrivando a comporre e registrare suoi brani. Il suo album Wide Prairie fu pubblicato postumo nel 1998.

La morte[modifica | modifica wikitesto]

Quando un cancro al seno la colpì nel 1995, si profuse in generose donazioni per la ricerca su questa malattia. Sfortunatamente, il cancro che la colpì si estese fino ad arrivare al fegato. Linda morì il 17 aprile 1998 nel ranch della famiglia McCartney a Tucson, in Arizona, alla presenza del marito e dei figli. La sua morte fu annunciata da Geoff Baker, ai tempi portavoce di Paul McCartney.

Eventi ed anni successivi[modifica | modifica wikitesto]

L'8 giugno 1998 i tre Beatle superstiti, Paul, George e Ringo, si riunirono per la prima volta in pubblico (l'ultima risaliva al 1969) per onorare Linda. Ciò avvenne nella chiesa di Martin-in-the-Fields a Londra.

Nel gennaio 2000, Paul McCartney annunciò una donazione di 2 milioni di dollari per la ricerca sul cancro all'ospedale di Tucson in New York dove Linda ricevette i trattamenti. La donazione fu data a condizione che nessun animale sarebbe stato usato come cavia per test sperimentali.

Stile di vita[modifica | modifica wikitesto]

Vegetarianismo[modifica | modifica wikitesto]

Linda introdusse suo marito Paul al vegetarianismo nel 1975. Paul ha poi dichiarato: «Adesso non mangiamo più niente che debba essere ucciso per noi. Ne abbiamo passate tante, negli anni sessanta, con tutta la droga e gli amici che morivano come mosche, e adesso siamo arrivati al punto in cui diamo davvero un grande valore alla vita»[1]. Linda ha inoltre scritto vari libri di cucina vegetariana, e creato un'azienda alimentare in tale ambito che porta il suo nome. Sul vegetarianesimo ha dichiarato: «Non mangerò mai più qualunque cosa abbia una faccia. Se i mattatoi avessero le pareti di vetro, tutti sarebbero vegetariani»[2]. Linda fu molto attiva nella difesa degli animali e supportò varie associazioni animaliste come PETA e Viva!.

Seguendo il suo esempio, anche le sue figlie Mary e Stella diventarono delle sostenitrici dei diritti degli animali e della ricerca contro il cancro al seno, mentre il figlio James è diventato vegano.

Mito[modifica | modifica wikitesto]

Secondo una leggenda metropolitana, Linda è unita alla dinastia della Eastman Kodak. Questo è stato smentito da Linda stessa in un'intervista. Il caso vuole che Linda abbia lavorato come fotografa.

Il suo cognome, Eastman, era una versione inglese del nome della sua famiglia d'origine, Epstein, che per pura coincidenza era il cognome del manager storico dei Beatles, Brian.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con i Wings[modifica | modifica wikitesto]

Studio
Live
Raccolte

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La duecentesima puntata dei Simpson, chiamata "Spazzatura fra i Titani" è dedicata alla sua memoria.
  • Quando Linda guardò il concerto dei Beatles allo Shea Stadium a New York rivelò di essere stata molto attratta da John Lennon, ma quando conobbe Paul McCartney lo sposò perché le piaceva come carattere.
  • La foto di copertina dell'album di Neil Young "Sugar mountain: live at canterbury house 1968", che rappresenta il ritratto di Neil, fu scattata da Linda McCartney.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paul McCartney, citato in Rynn Berry, Da Buddha ai Beatles: La vita e le ricette inedite dei grandi vegetariani della storia, traduzione di Annamaria Pietrobono, Gruppo Futura - Jackson Libri, Bresso, 1996, p. 181. ISBN 88-256-1108-0
  2. ^ Linda McCartney, citata in Rosella Sbarbati Del Guerra, Il vegetarianesimo, Xenia Edizioni, Milano, 2001, p. 31. ISBN 88-7273-430-4

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 113543874 LCCN: n87800870