Kodak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eastman Kodak Company
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo Public company
Fondazione 1881 a Rochester, New York
Fondata da George Eastman
Sede principale Rochester, New York
Persone chiave
Settore Fotografia
Utile netto Red Arrow Down.svg 764 milioni $ (2011)
Dipendenti 17.100 (2011)
Sito web www.kodak.com
Kodak Tower a Rochester (New York)

La Eastman Kodak Company, nota più semplicemente con il nome Kodak, è un'azienda multinazionale statunitense fra le principali produttrici di apparecchiature e supporti per immagine analogica e digitale. A lungo nota soprattutto per la produzione di pellicole fotografiche negli ultimi anni si è concentrata nei settori della fotografia digitale, diagnostica medica per immagini, e prodotti per la stampa.

L'azienda[modifica | modifica sorgente]

Storicamente il nome Kodak è legato alla fotografia tradizionale sia grazie alle macchine fotografiche prodotte in svariati modelli per ogni esigenza e per ogni fascia di utenza che per i prodotti professionali ed amatoriali per lo sviluppo e la stampa delle immagini fotografiche. La sua pellicola invertibile per diapositive Kodachrome, il cui sviluppo è cessato per sempre alla fine del 2010, era e rimane il riferimento assoluto in quanto a fedeltà e precisione dei colori dell'immagine.

Successivamente la Kodak ha conquistato ampie fette di mercato anche nei settori degli audiovisivi (supporti magnetici ed altro), medicina nonché macchine da stampa e fotocopiatura.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fotocamera Kodak Vollenda 620, risalente agli anni trenta.

"Voi premete il pulsante, noi facciamo il resto" è lo slogan col quale George Eastman, fondatore della Kodak promosse nel 1888 la prima fotocamera destinata ad essere usata anche da non professionisti.

Da allora la Eastman Kodak Company ha tracciato la strada per rendere la fotografia più semplice, utile e piacevole.

Lo stesso Eastman spiega l'origine del nome: "la chiamai "Kodak" perché era un nome breve, vigoroso, facile da pronunciare e, per soddisfare le leggi sui marchi depositati, non significava nulla".

Nel 1963 inventa la pellicola 126 Instamatic. Una pellicola 35 millimetri chiusa in una cartuccia asimmetrica, che bastava inserire nel retro della macchina fotografica evitando così il difficile compito di caricare il classico rullino.

La pellicola 126 Instamatic

Negli anni settanta la Kodak inizia la produzione di pellicole autosviluppanti denominate Kodak Instant, a differenza delle Polaroid, erano rettangolari e l'immagine sulla superficie misurava 9 x 6,8 cm. Dopo aver perso una battaglia di brevetti con la Polaroid Corporation, Kodak ha lasciato il business Instant Camera il 9 gennaio 1986.

Nel 1997 ha acquisito la maggioranza di Chinon Industries.

Nel 2007 il ramo medico dell'azienda è stato ceduto alla finanziaria canadese Onex Corporation cambiando il nome in Carestream health.

Alla fine del 2011, a causa dell'esaurimento di liquidità a sua disposizione, la società viene considerata a rischio di bancarotta[1], prospettiva effettivamente concretizzatasi il 19 gennaio 2012, con la richiesta dell'amministrazione controllata (il capitolo 11 del diritto fallimentare statunitense)[2][3]. Come specificato dalla casa madre la situazione di bancarotta e le protezioni previste nel capitolo 11 ("Chapter 11") della normativa fallimentare statunitense riguardano solo la "Eastman Kodak Company" e le società controllate negli Stati Uniti; l'attività europea, almeno ufficialmente, prosegue.[4]

Nel febbraio 2012, la Kodak cessa definitivamente la produzione di apparecchi fotografici (che sarà ripresa concedendo la licenza del marchio Kodak l'anno successivo alla Jk Imaging) per concentrarsi sulla fabbricazione di stampanti.[5] Nello stesso anno, nell'ambito del piano di rilancio per evitare il fallimento, cessa anche la produzione dell'Ektachrome e quindi di tutte le pellicole invertibili (diapositive) a colori del catalogo kodak, mentre continua e si rinnova quella di pellicole negative per la fotografia professionale e per il cinema.

Nell'aprile 2013 la Kodak mostra la sua prima fotocamera con sistema Micro Four Thirds, che verrà prodotta dalla JK Imaging.[6][7]

Il 3 settembre 2013 la Kodak annuncia di essere uscita dalla bancarotta avendo riparato le passività ed uscendo da svariate aziende.[8] La compagnia si propone ora come focalizzata sull'immagine professionale, le sue attività principali riguardano la stampa digitale e per l'impresa e le pellicole destinate alla grafica, all'intrattenimento e all'uso commerciale.[9]

Il 12 marzo 2014 la Kodak ha annunciato che Jeff Clarke è stato nominato come nuovo amministratore delegato.[10]

Al 2014 la Kodak, pur mantendendo una produzione di pellicole fotografiche e cinematografiche, produce principalmente sistemi di stampa industriali e professionali, sensori per schermi touchscreen, e prodotti chimici. Le linee produttive riguardanti le storiche produzioni di Kodak (supporti di memoria, pile, macchine fotografiche e altri) sono stati concessi in licenza di marchio ad aziende esterne.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

EasyShare CX7530
  • Fotocamere medio formato
  • Fotocamere piccolo formato (110)
  • Fotocamere digitali
  • Macchine da ripresa
  • Pellicole ed emulsioni fotografiche
  • Prodotti chimici per camera oscura
  • Supporti magnetici per registrazione audio (Compact cassette e bobine)
  • Lastre per uso medico (RX)
  • Apparecchi per proiezione
  • Computer to Plate
  • Computer to Film
  • Workflow
  • Macchine per stampa digitale
  • Lastre offset
  • Carta per la stampa di fotografie di vario formato
  • Schede di memoria di varia capacità

Presidenti e Amministratori Delegati[modifica | modifica sorgente]

Nome Titolo Periodo
Henry A. Strong Presidente 1884 – 26 luglio, 1919
George Eastman Presidente 1921 – 7 aprile 1925
William G. Stuber Presidente 1925–1934
Frank W. Lovejoy Presidente 1934–1941
Thomas J. Hargrave Presidente 1941–1952
Albert K. Chapman Presidente 1952–1960
William S. Vaughn Presidente e Amministratore Delegato 1960 - 31 dicembre 1968
Louis K. Eilers Presidente e Amministratore Delegato 1º gennaio 1969 - 17 maggio 1972
Walter A. Fallon Presidente e Amministratore Delegato 18 maggio 1972 - 1983
Colby H. Chandler Amministratore Delegato Maggio 1983 - 1990
Kay R. Whitmore Amministratore Delegato 1990 - 27 ottobre 1993
George M. C. Fisher Amministratore Delegato 28 ottobre 1993 - 31 dicembre 1999
Daniel A. Carp Amministratore Delegato 1º gennaio 2000 - 31 maggio 2005
Antonio M. Pérez Presidente e Amministratore Delegato 1º giugno 2005 - presente

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Usa, la Kodak verso la bancarotta, tramonta l'icona della fotografica. URL consultato l'8 gennaio 2012.
  2. ^ Kodak getta spugna, icona fotografia in bancarotta. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  3. ^ Kodak si arrende, scatta il fallimento. L'icona della fotografia in bancarotta. URL consultato il 19 gennaio 2012.
  4. ^ Kodak non riesce a evitare il Chapter 11. URL consultato il 20 gennaio 2012.
  5. ^ Kodak cessa produzione macchine foto
  6. ^ (ZH) 星编辑 明, P&E:单电外观曝光 柯达重现展会现场, CN, Zol, 2013‐4‐19 18h40.
  7. ^ New pictures of the Kodak S1 MFT camera…, Four Thirds Rumors, 25 aprile 2013.
  8. ^ Kodak bankruptcy officially ends, 3 settembre 2013. URL consultato il 1º ottobre 2013.
  9. ^ DISCLOSURE STATEMENT FOR DEBTORS’ JOINT PLAN OF REORGANIZATION UNDER CHAPTER 11 OF THE BANKRUPTCY CODE, 30 aprile 2013. URL consultato il 1º ottobre 2013.
  10. ^ (EN) Jeff Clarke Elected CEO of Kodak in Business Wire

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • KODAK Milestones, 1880-1980, Eastman Kodak Company, Rochester NY, USA, 1980
  • Carl William Ackerman, George Eastman : founder of Kodak and the photography business, Beard Books, Washington, D. C., 2000.
  • Philippe Binant, Au coeur de la projection numérique, Actions, 29, 12-13, Kodak, Paris, 2007.[]
  • Brian Coe, Kodak Cameras: The First Hundred Years, Hove Foto Books, East Sussex, UK, 1988

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]