Jerome Robbins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jerome Robbins in Three virgins and a devil. Foto di Carl Van Vechten, 1941.
Statuetta dell'Oscar Oscar onorario 1960
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior regista 1962

Jerome Robbins (New York, 11 ottobre 1918New York, 29 luglio 1998) è stato un regista, coreografo e ballerino statunitense.

Lavorò principalmente a Broadway.

Diresse un solo film (in collaborazione con Robert Wise), West Side Story, per il quale ha vinto il Premio Oscar come miglior regia del 1962.

Come coreografo iniziò la sua carriera nel 1944 ideando i balletti per il musical On the Town di Leonard Bernstein. Continuò l'attività di coreografo sino ai primi anni novanta, firmando i balletti d'importanti spettacoli come Il re ed io, Call Me Madam, Gypsy: A Musical Fable, West Side Story e Two's Company. Di alcuni di questi spettacoli curò anche la regia.

Diresse anche importanti lavori teatrali non musicali. Nel 1963 produsse e diresse Madre Coraggio e i suoi figli di Bertold Brecht, con Anne Bancroft nel ruolo della protagonista.

Robbins era bisessuale e non si sposò mai.

Il Maccartismo[modifica | modifica sorgente]

Robbins fu inquisito negli anni cinquanta per "attività anti americane", durante il periodo del Maccartismo. Ammise di avere avuto simpatie comuniste nell'immediato dopoguerra, e collaborò con la commissione d'indagine.

Il "comitato per le attività anti-americane" fece fortissime pressioni su Robbins arrivando perfino a ricattarlo: se non avesse fatto il nome di altri comunisti, avrebbero reso nota la sua omosessualità. Alla fine Robbins cedette e fece i nome di Sterling Hayden, Burl Ives, Robert Montgomery, Elia Kazan e Lela Rogers (madre di Ginger Rogers)[1]

Premi[modifica | modifica sorgente]

Vincitore di 5 Tony Award:

Vinse il premio Oscar nel 1962 come miglior regista, per la versione cinematografica di West Side Story.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Somewhere: The Life of Jerome Robbins di Amanda Vaill


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]