George Murphy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George Murphy nel film London by Night (1937)
Statuetta dell'Oscar Oscar onorario 1951

George Lloyd Murphy (New Haven, 4 luglio 1902Palm Beach, 3 maggio 1992) è stato un ballerino, attore cinematografico e uomo politico statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di genitori cattolici di origine irlandese, Murphy nacque a New Haven (Connecticut) e in gioventù frequentò l'Università di Yale, svolgendo allo stesso tempo i più svariati mestieri, come il ballerino di nightclub, il minatore, l'agente immobiliare, l'operaio alla Ford. L'abilità nella danza, pur con una limitata esperienza di scena, gli consentì di affermarsi come attore e ballerino a Broadway già dalla fine degli anni venti[1].

Nella prima metà degli anni trenta, Murphy rispose alla chiamata di Hollywood e diventò il protagonista di una innumerevole serie di film musicali in cui cantò e danzò con sorridente ironia e leggerezza[1]. Tra le sue migliori interpretazioni, sono da ricordare London by Night (1937), Follie di Broadway 1938 (1937) e L'idolo di Broadway (1938), quest'ultimo accanto a Shirley Temple.

Nel 1940 formò con Fred Astaire un duo di ballerini rivali, impegnati a contendersi l'amore di Eleanor Powell nel film Balla con me (1940), mentre l'anno successivo apparve nella brillante commedia Tom, Dick e Harry (1941), diretta dal commediografo Garson Kanin e interpretata accanto a Ginger Rogers. Nel 1942 recitò a fianco di Judy Garland nel musical For Me and My Gal (1942) di Busby Berkeley, in cui fece il suo debutto il ballerino e attore Gene Kelly.

Senatore degli Stati Uniti dal 1965 al 1971

Murphy abbandonò gradualmente il musical per avvicinarsi a ruoli di maggior spessore, ma ebbe poche occasioni di dimostrare il proprio talento drammatico, come accadde nei film bellici Bataan (1943) a fianco di Robert Taylor, e Bastogne (1949), per la regia di William A. Wellman, e nel noir Mercanti di uomini, diretto nel 1949 da Anthony Mann.

Già presidente del sindacato Screen Actors Guild dal 1944 al 1946, Murphy iniziò a interessarsi di politica, attività a cui si dedicò a tempo pieno dopo il suo definitivo ritiro dagli schermi avvenuto nel 1952. Esponente di spicco del Partito Repubblicano statunitense, il 1º gennaio 1965 fu eletto al Senato per lo stato della California e rimase in carica fino al 3 gennaio 1971. Durante il suo mandato politico, Murphy fu colpito da un cancro all'esofago e subì l'asportazione della laringe, riportando una grave compromissione alla funzionalità delle corde vocali.

Sconfitto alle elezioni al Senato del 1971 dal democratico John V. Tunney, Murphy si ritirò a Palm Beach, dove morì il 3 maggio 1992, all'età di 89 anni, per una grave forma di leucemia.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, George Murphy è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, Vol. II, pag. 371

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 35789650 LCCN: n82013432