Roger Corman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roger Corman nel 2012
Statuetta dell'Oscar Oscar onorario 2010

Roger William Corman (Detroit, 5 aprile 1926) è un produttore cinematografico e regista statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver studiato a lungo ingegneria, Corman decise di entrare nel mondo del cinema come produttore nel 1953 ed esordì come regista nel 1955.

Attivo soprattutto nel campo dei film horror film a basso costo; divenne celebre la sua serie di film tratta dai racconti di Edgar Allan Poe con Vincent Price nei ruoli da protagonista. Nonostante il budget molto ridotto, le sue pellicole hanno quasi sempre incassato moltissimo al botteghino, e Corman è diventato una figura di culto fra i cinefili di tutto il mondo.

Personalità eclettica e instancabile, Corman è regista, sceneggiatore, produttore e distributore. Ha avuto anche il merito di scoprire autori della New Hollywood come Martin Scorsese, Francis Ford Coppola, Peter Bogdanovich e inoltre Jonathan Demme, James Cameron, Joe Dante e molti altri. Occasionalmente si è prestato come attore in ruoli di secondo piano. Ufficialmente si è ritirato dal mondo della regia cinematografica nel 1971. Dal 23 dicembre 1970 è sposato con Julie Corman, dalla quale ha avuto quattro figli.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Locandina de I maghi del terrore (The Raven, 1963)

Corman cominciò a dirigere film a metà degli anni cinquanta, produzioni come Le donne della palude e Cinque colpi di pistola (1955). Nel 1958, fu produttore esecutivo di The Cry Baby Killer, prima apparizione da attore protagonista di un giovanissimo Jack Nicholson e nello stesso anno, da regista, lanciò Charles Bronson (anch'egli al primo ruolo da protagonista) con La legge del mitra. Nel suo primo periodo, arrivò anche a produrre nove film in un anno. Il suo miglior film del periodo probabilmente è stato La piccola bottega degli orrori (1960), che fu girato in due giorni e una notte.[1] Presumibilmente, il tutto era partito da una scommessa: riuscire a girare un intero film in meno di tre giorni. Secondo un'altra versione della storia aveva a disposizione un set affittato per un mese, e, terminato il suo utilizzo con tre giorni di anticipo, lo aveva usato per fare un nuovo film (questa è una variante della storia dietro la produzione de La vergine di cera, del 1963, girato in due giorni con Boris Karloff e Jack Nicholson, dopo I maghi del terrore).

Oltre a produrre e dirigere film per la American International Pictures (AIP), Corman finanziò anche altri film a basso budget rilasciati poi da altre da società. Nel 1959 fondò Film Group con il fratello Gene, una società che produceva film a basso costo in bianco e nero e li distribuiva in modalità double features (due film, al cinema o nei drive in, al prezzo di uno). Quando Corman si rese conto che i film in bianco e nero ormai non avevano più lo stesso successo dei film a colori, tornò alls AIP[2] e la Filmgroup cessò ogni produzione nel 1962.

I più grandi successi di Corman come regista furono comunque i film della serie di Edgar Allan Poe dal 1960. Basati sulle opere di Poe, inizialmente prodotti con la American International Pictures e in collaborazione con lo scrittore e sceneggiatore Richard Matheson, questa serie include I vivi e i morti (1960), Il pozzo e il pendolo (1961), Sepolto vivo (1962), I racconti del terrore (1962), I maghi del terrore (1963), La città dei mostri (1963), La maschera della morte rossa (1964) e La tomba di Ligeia (1964). Tutti tranne Sepolto vivo avevano come protagonista Vincent Price. Con lui lavorarono anche lo scenografo Daniel Haller, il fotografo Floyd Crosby, Nicholas Roeg, gli sceneggiatori Robert Towne e Charles Beaumont e gli attori Ray Milland, Basil Rathbone, Hazel Court, Jack Nicholson, Barbara Steele, Debra Paget e Peter Lorre. Nel 1963 iniziò poi quella che sarebbe stata la sua più travagliata produzione, Blood Bath, cominciata come un film di spionaggio ambientato a Belgrado e finita come un film horror splatter riedito più volte. Diresse anche una delle prime apparizioni di William Shatner in un ruolo da protagonista in L'odio esplode a Dallas (1962). Basato su un racconto di Charles Beaumont, il film, realizzato con un budget di circa 80.000 dollari[3] diventò noto per i temi trattati, tra cui i diritti civili e la segregazione razziale.[4]

Nel 1970, fondò la New World Pictures, una società indipendente di produzione e distribuzione[5] che produsse film diventati poi cult come Rivelazioni di un'evasa da un carcere femminile (1971), Anno 2000: La corsa della morte (1975), Rock 'n Roll' High School (1979), Il pianeta del terrore (1981), Grano rosso sangue (1983), e il film di Joe Dante Piranha (1978).[6] Come distribuzione, la New World Pictures rese accessibili molti film stranieri al pubblico di massa statunitense, tra cui le opere di Ingmar Bergman, François Truffaut, Federico Fellini e Akira Kurosawa. In un periodo di dieci anni, la New World Pictures vinse più Oscar al miglior film straniero di tutti gli altri studios messi insieme. Corman alla fine cedette la società a un gruppo di investitori nel 1983 e in seguito formò la Concorde-New Horizons (CNH), una società di produzione e distribuzione.[7]

Il penultimo film di Corman come regista fu il film del 1971 Il barone rosso (in seguito lavorò ancora alla regia in I gladiatori dell'anno 3000 e I magnifici sette nello spazio senza essere accreditato); Corman aveva da sempre voluto fare un film sull'aviazione, essendo lui stesso un pilota. Poi tornò alla regia ancora una volta con Frankenstein oltre le frontiere del tempo del 1990.

Nel 2009, Corman ha prodotto e diretto, insieme con il regista Joe Dante, la webserie Splatter per Netflix.[8] Il protagonista del film è interpretato da Corey Feldman e la storia parla della inquietante leggenda del rock-and-roll Johnny Splatter. Contribuì inoltre a realizzare commenti per i trailer della webserie di Dante Trailers From Hell.[9] Nel 2010 ha prodotto i film per la televisione Dinoshark, Dinocroc vs. Supergator e Sharktopus per il canale televisivo via cavo Syfy.[10]

Filmografia (parziale)[modifica | modifica sorgente]

In totale, Roger Corman ha prodotto oltre 300 film e ne ha diretti più di 50. Oltre che regista, dove indicato, Corman è stato anche attore, produttore, produttore esecutivo e/o sceneggiatore. L'elenco dei film prodotti e di quelli interpretati (piccoli ruoli e camei) è parziale mentre è completo l'elenco dei film diretti.[11]

Produttore[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Watch The Little Shop of Horrors, by Roger Corman, 1960
  2. ^ pp. 22-41 Ray, Fred Olen Filmgroup in The New Poverty Row: Independent Filmmakers as Distributors McFarland, 1991
  3. ^ *(EN) The Intruder (1962) - Box office / business
  4. ^ (EN) The Intruder - William Shatner Roger Corman
  5. ^ Bright Lights Film Journal :: Roger Corman's New World Pictures: Notes toward a Lexicon
  6. ^ (EN) New World Pictures
  7. ^ Shout If You Want Roger Corman Creatures and Classic Gamera DVDs!.
  8. ^ (EN) Roger Corman and Joe Dante SPLATTER Netflix.
  9. ^ (EN) Trailers From Hell. URL consultato il 28 settembre 2011.
  10. ^ (EN) Sharktopus Plot Details and Dinoshark Image Revealed!.
  11. ^ Roger Corman su IMDb. URL consultato il 1º ottobre 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 84973362 LCCN: n81019844