Virginia Mayo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Virginia Mayo nel trailer del film I migliori anni della nostra vita (1946)

Virginia Mayo, nome d'arte di Virginia Clara Jones (Saint Louis, 30 novembre 1920Los Angeles, 17 gennaio 2005), è stata un'attrice cinematografica, teatrale e televisiva statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata a Saint Louis (Missouri), iniziò in giovanissima età a prendere lezioni di danza, entrando a far parte del coro dell'Opera Municipale di Saint Louis. Scoperta da Andy Mayo, un artista del vaudeville, fu ingaggiata per partecipare a un numero comico-musicale come spalla di Mayo e del fratello, che apparivano in scena con un costume da cavallo. La giovane Virginia Clara Jones assunse come cognome d'arte quello del suo scopritore e trascorse alcuni anni nel vaudeville, fino ad approdare a Broadway nel 1941, nello spettacolo Banjo Eyes, accanto al comico Eddie Cantor.

Nel 1943 la Mayo firmò un contratto con il produttore Samuel Goldwyn e, dopo alcuni piccoli ruoli non accreditati, fu protagonista della commedia Il pirata e la principessa (1944), in cui ebbe come partner il già affermato Bob Hope. Il successo di Virginia Mayo fu immediato, complice la notevole bellezza (carnagione chiara, capelli biondi e occhi verdi), che ne fece una delle pinup preferite dai soldati americani[1], e il brio che rivelò quale primadonna della commedia. Nei successivi film L'uomo meraviglia (1945) e Preferisco la vacca (1946), la Mayo fu affiancata dal giovane comico Danny Kaye: la coppia si rivelò particolarmente affiatata, tanto da tornare protagonista di altre due successive pellicole, Sogni proibiti (1947) e Venere e il professore (1948), di Howard Hawks, in cui la grazia e la vivacità della Mayo fecero da perfetto contraltare alla comicità stralunata e frenetica di Kaye.

Nel frattempo, nel 1946 Virginia Mayo fu scritturata per I migliori anni della nostra vita di William Wyler, in cui affrontò il suo primo ruolo drammatico, risultando efficace nel ruolo di Marie Derry, moglie frivola di un reduce di guerra (Dana Andrews), il cui ritorno alla grigia vita civile coincide con una progressiva incomprensione tra la coppia.

La Mayo confermò le proprie indiscusse doti drammatiche, recitando sotto la direzione del regista Raoul Walsh nel western Gli amanti della città sepolta (1949) e nel noir La furia umana (1949), dove si rivelò in grado di supportare l'intensa interpretazione del co-protagonista James Cagney.

Nella prima metà degli anni cinquanta, la Mayo lavorò ancora regolarmente nel cinema, recitando accanto ai maggiori divi dell'epoca, e affrontando soprattutto ruoli in pellicole western, quali Sabbie rosse (1951) di Raoul Walsh, accanto a Kirk Douglas, e di genere avventuroso. Tra queste sono da ricordare La leggenda dell'arciere di fuoco (1950), con Burt Lancaster, e Le avventure del capitano Hornblower (1951), accanto a Gregory Peck. L'attrice continuò a distinguersi per la sua solare e decorativa bellezza, particolarmente evidente e valorizzata dal Technicolor nelle avventure in costume, senza però più trovare occasioni di impegno drammatico all'altezza dei precedenti ruoli un po' torbidi in cui diede il meglio di sé[1]. Interpretò anche alcuni musical, come Il collegio si diverte (1952), accanto a Ronald Reagan, ma venne sempre doppiata nelle parti cantate[2].

Dagli anni sessanta apparve solo sporadicamente sul grande schermo, dedicandosi principalmente a commedie teatrali quali Tunnel of Love, George Washington slept here, Cactus flower e il musical Good news.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Sposata dal 1947 con l'attore Michael O'Shea, ebbe da lui una figlia, Mary Catherine (nata nel 1953). Il matrimonio durò fino alla morte di O'Shea, avvenuta nel 1973.

Virginia Mayo morì a Los Angeles nel 2005, all'età di 84 anni, per cause naturali.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

  • Dhia Cristiani in La leggenda dell'arciere di fuoco, L'amante di ferro, Il sergente Bum, Virginia, dieci in amore, Sabbie rosse, Riccardo Cuor di Leone, Orizzonti lontani, La grande sfida, La foglia di Eva, Femmine bionde, Il collegio si diverte, Gli amanti della città sepolta, Le avventure del capitano Hornblower
  • Rosetta Calavetta in L'alba del gran giorno, Congo, L'uomo meraviglia, Venere e il professore
  • Lydia Simoneschi in Sogni proibiti
  • Rina Morelli in La furia umana
  • Vittoria Febbi in: L'urlo dei Comanches
  • Micaela Giustiniani in: L'oro della California
  • Rita Savagnone in: I migliori anni della nostra vita (ridoppiaggio 1973)

Fonte: Il mondo dei doppiatori

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Il chi è del cinema, De Agostini, vol. II°, 1984
  2. ^ Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2002

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 56796959 LCCN: n78092244