Squadra antiscippo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Squadra antiscippo
Squadra antiscippo.jpg
Una scena del film
Titolo originale Squadra antiscippo
Paese di produzione Italia
Anno 1976
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere azione, poliziottesco, commedia
Regia Bruno Corbucci
Soggetto Mario Amendola, Bruno Corbucci
Sceneggiatura Mario Amendola, Bruno Corbucci
Produttore Galliano Juso
Fotografia Sebastiano Celeste
Montaggio Daniele Alabiso
Musiche Guido De Angelis, Maurizio De Angelis
Scenografia Claudio Cinini
Costumi Silvio Laurenzi
Trucco Alberto Travaglini, Franco Di Girolamo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Squadra antiscippo è un film del 1976, diretto da Bruno Corbucci.

È il primo film in cui compare il personaggio di Nico Giraldi, detto "Er Pirata", interpretato dall'attore cubano Tomas Milian.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il maresciallo Nico Giraldi è un agente della squadra antiscippo dedito alla cattura di piccoli criminali, con un occhio di riguardo nei confronti dei ricettatori, a suo dire alla base della delinquenza. Tra i vari criminali con cui Giraldi ha a che vedere vi è il Baronetto, uno scippatore che riesce a sfuggire alle catture grazie ad un alibi di ferro (soffre di gravi disturbi renali che lo costringono al ricovero all'ospedale) costruito grazie alla complicità di un cugino paramedico. Un giorno il Baronetto, assieme a due compagni, scippa una valigetta davanti ad un albergo del centro: nonostante il contenuto pericoloso (cinque milioni di dollari), il Baronetto decide di tenere la refurtiva per poterla riciclare.

La morte improvvisa dei due compagni del Baronetto (il primo viene pestato a morte da ignoti, il secondo è vittima di un incidente provocato dagli stessi ignoti) fa avviare le indagini che si concentrano su di un caso di riciclaggio di denaro sporco condotto da un diplomatico statunitense che usa come nomi Norman Shelley (per le attività criminose) e Richard Russo (per l'ambasciata). Usando il Baronetto come esca, Giraldi riesce ad incastrare il diplomatico che viene rimpatriato per essere processato.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Al contrario delle pellicole successive, in questo episodio Giraldi appare come un poliziotto sobrio, nella norma, poco propenso al dialogo, e di poco spirito. Non veste i panni del trucido romano, dal gergo dialettale e alquanto colorito. Anche nel modo di vestire è ben lontano dalle bizzarrie che mostra negli episodi successivi. Il personaggio di Nico Giraldi in Squadra antiscippo ricalca molto le sembianze di Rambo, protagonista del film Il giustiziere sfida la città, del 1975. Per questo motivo Squadra antiscippo viene talvolta bollato come il seguito de Il giustiziere, e i due personaggi di ciascun film confusi.


Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Quando il Maresciallo Giraldi e Ballarin con delle moto inseguono quattro malviventi a bordo di un'auto bianca, Ballarin la identifica come una Fiat 128; in realtà la vettura è una Autobianchi A111, che a sua volta deriva da un altro modello Fiat, la 124.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema