Glauco Onorato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Glauco Onorato nel ruolo del bandito Carranza in W Django! (1971)

Glauco Onorato (Torino, 7 dicembre 1936Roma, 31 dicembre 2009) è stato un attore e doppiatore italiano.

Doppiatore storico di Bud Spencer e Charles Bronson, è stata una delle voci più rappresentative e caratteristiche della sua generazione. Inoltre ha doppiato Arnold Schwarzenegger tra i primi anni ottanta e novanta, attore che divideva con Alessandro Rossi.

Figlio dell'attore palermitano Giovanni Onorato (apparso nella serie di film di Don Camillo), era il padre di Riccardo Niseem, attore e doppiatore, e Sara, anch'essa doppiatrice, e fratello di Marco Onorato, celebre direttore della fotografia.

È morto all'età di 73 anni a causa di una grave malattia cui era affetto da tempo.[Quale?!...][1]

Carriera di attore[modifica | modifica sorgente]

Oltre ad aver doppiato molti celebri attori ha recitato per il cinema, per la televisione e anche per il teatro.

Tra le pellicole in cui ha recitato vi sono I tre volti della paura di Mario Bava, I girasoli di Vittorio De Sica, W Django!, Le cinque giornate di Dario Argento (con il quale tornò a collaborare per un episodio del ciclo televisivo La porta sul buio), Il vizietto II, Zucchero, miele e peperoncino e Chi nasce tondo, suo ultimo film nel 2008.

Ha partecipato a quasi un intero ciclo di commedie che Eduardo De Filippo registrò per la Rai negli anni sessanta, tra cui Bene mio, core mio, La paura numero uno e Mia famiglia, interpretando quasi sempre lo stesso ruolo, quello di un giovane innamorato della figlia del protagonista, di solito Eduardo.

Glauco Onorato e Luigi Vannucchi in una scena di Uomini e topi

Ha recitato nello sceneggiato televisivo Una tragedia americana, di Anton Giulio Majano (1962) e nello storico I Promessi Sposi (1967), dove è stato diretto da Sandro Bolchi nell'interpretazione del Griso, uno dei Bravi di Don Rodrigo, ottenendo l’apprezzamento del pubblico e della critica.[2] Nello stesso anno partecipa allo sceneggiato Vita di Cavour nel ruolo del generale Garibaldi.[3] Nel 1968 è stato impegnato nel classico La freccia nera.

Nel 1971 ha partecipato allo sceneggiato La vita di Leonardo da Vinci di Renato Castellani, interpretando Piero da Vinci, padre di Leonardo.

Negli ultimi anni della sua lunga carriera ha partecipato a diverse fiction: tra queste, Le ali della vita 2, Centovetrine e A voce alta.

A teatro, Onorato è stato in scena nel 1978 con Enrico Montesano nella commedia musicale Rugantino, dove recitava la parte di Gnecco, 1985 con Corrado Pani in Una burla riuscita, su testo di Tullio Kezich e tratto da un racconto di Italo Svevo e regia di Egisto Marcucci.

Nel 1992 ha recitato in Pazza di Tom Topor (regia di Giancarlo Sepe) al fianco di Ottavia Piccolo. È stato il sir John Falstaff di un classico shakespeariano, Le allegre comari di Windsor, nel 1997, diretto da Nucci Ladogana. Nel 2003, infine, ha recitato nello spettacolo Sapienza di Rosvita, in cui il regista e ideatore del progetto è stato Roberto Biselli.

Carriera di doppiatore[modifica | modifica sorgente]

Doppiatore dall'inconfondibile timbro vocale,[2] è famoso per aver doppiato molteplici attori tra cui Bud Spencer in quasi tutte le sue interpretazioni, conferendo ai personaggi dell'attore una inconfondibile caratterizzazione che ha indubbiamente contribuito al successo di quest'ultimo. Per essere commerciabili anche all'estero molti film erano girati in inglese e venivano ridoppiati in italiano per rendere più neutra la pronuncia degli attori (che avevano frequentemente parlate dagli accenti locali), ritenuta più adeguata ad un pubblico nazionale: Bud Spencer in specie ha uno spiccato accento partenopeo che ne tradisce le origini italiane.[4].

Inoltre ha dato la voce a Arnold Schwarzenegger in Terminator, Commando, Codice Magnum, Predator, True Lies e infine Una promessa è una promessa. Ha anche doppiato Charles Bronson ne I magnifici sette, Quando l'inferno si scatena, Assassination, Il giustiziere della notte 5; Oliver Reed in ...e poi, non ne rimase nessuno e Il gladiatore; Sterling Hayden nel Lungo addio, Fred Williamson in Dal tramonto all'alba; Danny Glover nella quadrilogia di Arma letale, in Dreamgirls e Grand Canyon - Il cuore della città; James Coburn in La grande fuga, Sciarada.

Altri attori doppiati da Onorato sono stati Anthony Quinn, Tony Burton, Nick Nolte, Lino Ventura, David A. Hess, Omar Sharif, Rock Hudson, Dick Van Dyke, Brian Dennehy, Terence Stamp, Gene Hackman, Rutger Hauer, Kris Kristofferson, John Goodman, Stephen Boyd, O.J. Simpson, Sidney Poitier, Lee Marvin, Sean Connery, Walter Matthau, John Wayne, e Mr. T in Rocky III.

Tra i telefilm a cui ha prestato la sua voce si ricordano: Le strade di San Francisco, La signora in giallo, Twin Peaks, Jarod il Camaleonte, West Wing - Tutti gli uomini del Presidente, Roswell, Senza traccia, Raven .

Ha doppiato anche film d'animazione Disney: il Toro In Piedi in Peter Pan (1953), il Danese ne La carica dei 101 (1961), il Fantasma Del Natale Presente in Canto di Natale di Topolino (1983), B.P Richfield in I Dinosauri, il Professor Rattigan in Basil l'investigatopo (1986) e Sykes in Oliver e Company (1988); è stato , James Earl Jones in Fantasia 2000 (1999), il Capitano Gantu in Lilo & Stitch (2002) e Kazar in Uno zoo in fuga (2006). Mentre in Charlie - Anche i cani vanno in paradiso (1986) ha dato la voce a Carface e nel giapponese Princess Mononoke (1997) a Okkotonushi.

Nei cartoni animati è noto per aver doppiato lo Sciamano in Aladdin, Lorentz Keele in Neon Genesis Evangelion, Morbo in Futurama, Capitano Gantu in Lilo & Stitch, Re Filippo nell'anime Alexander - Cronache di guerra di Alessandro il Grande.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Film cinema[modifica | modifica sorgente]

Film d'animazione[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiati e film TV[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La morte dell'attore Glauco Onorato in Cinema.liquida.it. URL consultato il 04-04-2011.
  2. ^ a b È morto Glauco Onorato, la voce di Bud Spencer e Charles Bronson in blitzquotidiano.it. URL consultato il 01-01-2010.
  3. ^ Vita di Cavour in RAI Rewind. URL consultato il 13-08-2010.
  4. ^ E' morto Glauco Onorato, voce di Bud Spencer in badtaste.it. URL consultato il 01-01-2010.
  5. ^ AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA CINEMA: "Blues Brothers"
  6. ^ AntonioGenna.com presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA CINEMA: "La carica dei 101" (1961)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 121262823