Uno zoo in fuga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uno zoo in fuga
Zoo gip.jpg
Una scena del film
Titolo originale The Wild
Paese di produzione USA
Anno 2006
Durata 78 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere animazione
Regia Steve "Spaz" Williams
Soggetto Mark Gibson, Philip Halprin
Sceneggiatura Ed Decter, John J. Strauss, Mark Gibson, Philip Halprin
Art director Chris Farmer, Michael E. Goldman
Montaggio Scott Balcerek, Steven L. Wagner
Musiche Alan Silvestri
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Premi

Uno zoo in fuga è un film di animazione in CGI del 2006, distribuito dalla Walt Disney Pictures. Il film è uscito nella sale italiane il 13 aprile, 2006.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Ryan è il leoncino figlio di Samson, che vive assieme a lui allo zoo di New York. Stanco di rimanere all'ombra del padre, Ryan sogna di vivere le avventure che il padre, protagonista a suo dire di numerose e leggendarie imprese, gli racconta ogni giorno. Per sua sfortuna rimane però intrappolato all'interno di un container per il trasporto di animali e viene spedito verso un'isola lontana e selvaggia, dove è in corso un'operazione di salvataggio della fauna locale a causa dell'eruzione di un vulcano.

Sentendosi in colpa (le sue avventure sono tutte inventate, essendo nato in un circo), Samson decide di andare alla ricerca del figlio e parte accompagnato dai suoi fedeli amici: Bridget la giraffa, Benny lo scoiattolo (innamorato di Bridget ed esperto conoscitore della città), Nigel il koala e Larry l'anaconda. Il viaggio per raggiungere il porto di New York risulta molto più pericoloso e insidioso di qualsiasi savana o giungla, ma il gruppo di animali riesce a trovare una nave che li porta sull'isola. Lì, a complicare la situazione, c'è anche una setta di gnu capeggiati dal terribile Kazar, che vogliono diventare carnivori per cambiare le posizioni nella catena alimentare.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Samson - il protagonista del film. È un leone maschio, nuovo padre di Ryan che ha difficoltà a trovare il suo istinto predatorio, infatti quando era piccolo nel circo insieme a suo padre, aveva il compito di spazzare via uno gnu robotico col suo ruggito, ma non essendo nato nella savana e non avendo mai sperimentato il suo istinto predatorio, Samson ruggì come un gatto, facendo ridere sia lo gnu robotico che il pubblico. Quando fu portato allo zoo non voleva fare sapere a nessuno del suo passato e così si invento storie e imprese delle sue avventure nella savana, sconfiggendo mostri e animali pericolosi che raccontava a suo figlio Ryan che aveva il suo stesso problema. dopo che Ryan finisce in una cassa spedita in Africa, si dirigerà in Africa a bordo di una barca per salvarlo, insieme a i suoi amici, dove riesce a trovare finalmente il suo ruggito da leone, nel combattimento contro Kazar.
  • Ryan:Il figlio di Sampson che vuole imparare a ruggire come suo padre,appunto per questo vuole andare in Africa per imparare a ruggire.
  • Benny:Uno scoiattolo che corteggia spesso Bridget,ha grandi conoscenze della città,e per questo sarà lui il primo aiutante di Sampson.
  • Nigel:Un koala che viene sempre preso in giro da fenicotteri e scimmie per via del suo aspetto tenero,ma poi viene considerato un dio dagli gnu,odia a morte il pupazzo basato su di lui che dice Fammi le coccole,ti voglio bene.
  • Bridget:Una Giraffa con un carattere da prima donna che viene costantemente corteggiata da Benny.
  • Donald
  • Larry:un anaconda ingenua e poco sveglia.
  • Fergus
  • Papà di Samson - È il padre di Samson, nato nella savana e un grande combattente visto la cicatrice da battaglia sul muso e dal carattere duro e forte. Rimane poco soddisfatto da suo figlio Samson, dopo che ruggisce come un gatto a uno Gnu robotico e poco prima della sua separazione da suo figlio gli dirà che se solo fosse nato nella savana saprebbe ruggire.
  • Cappa e Camo :Sono due camaleonti agenti segreti che guidano Sampon verso la tana degli gnu,per via della loro abilità di mimetizzarsi riescono più o meno bene a portare Sampson nella diretta via.
  • Scarabei tirolesi:Sono degli scarabei stercorari di sesso femminile che parlano con un forte accento tedesco e scambiano Benny per una palla di sterco.
  • Eze e Duke:Sono un canguro e un ippopotamo scapestrati e piantagrane che vanno a infastidire le gazzelle mentre tutti gli altri sono alla partita,Ryan li segue e terrorizza le gazzelle mandando in fumo il loro divertimento.
  • Stan è un alligatore che parla con un forte accento calabrese che indica la strada al gruppo di Sampson per uscire dalle fogne.
  • Mamma ippopotamo
  • Baby Hippo
  • Pinguino commentatore
  • Carmine: è l'amico di Stan,anche lui indica la strada al gruppo di Sampson ,ma non è sveglio come Stan.
  • Hamir:un piccione che conosce gli spostamenti delle cassi verdi,ma è totalmente esaurito per un gioco di dadi con le coccinelle in cui non ha fortuna.
  • Blag - È il secondo in comando della mandria di gnu comandata da Kazar spesso di prende rimproveri e lamentele per piccole cose, ed è un bravo ballerino e come Kazar a corna molto grandi per la sua specie. Catturerà gli amici di Samson, durante il loro ritorno alla barca sotto ordine di Kazar, e inseguito catturerà Ryan e con i suoi scagnozzi farà cadere giù a cornate l'albero in cui si trovava Samson stordendolo. Inseguito insieme alla mandria di Gnu si rivolterà a Kazar, stufo di prendere ordini da lui e dopo aver visto un atto di commozione fra Samson e suo figlio Ryan. Proprio in questa occasione che rivelerà che per la cronaca a sempre odiato le sue coreografie, considerandole troppo vecchie di stile. Alla fine scappa via dal luogo in eruzione, insieme agli gnu e alla gang di Samson, dove lo sfiderà in una gara di ballo alla fine del film.
  • Kazar - È il capo e coreografo degli gnu presenti nel vulcano. Lui ha come obbiettivo quello di trasformare gli Gnu in predatori, volendo vendicarsi in particolar modo dei leoni. Pensa che Nigel sia il grande lui, inviato dagli Dei dal cielo per salvarlo, poiché una volta mentre era tenuto in cattività da 3 leonesse che stavano per divorarlo, dal aereo di Nigel crollò un pupazzo sulle tre leonesse dicendo la frase "Fammi le coccole ti voglio bene!", spaventando così le leonesse, inchinandosi davanti a lui. Durante il combattimento con Samson, ordinerà ai suoi gnu di attaccarli, ma verrà scaricato dal gruppo, e così deciderà di ucciderli da solo limandosi il corno sul terreno roccioso e caricandogli contro, ma in quest'occasione Samson ritrova il suo istinto animale, ruggendogli contro spazzandolo via. Alla fine muore durante l'esplosione del vulcano.
  • Scrab
  • Scraw
  • Procavia delle rocce: Una procavia delle rocce petulante e logorroica che viene intravista da Sampson e gli altri nella savana,dopo che Sampson si rifiuta di mangiarla se ne va via .

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato realizzato da uno staff di 418 persone, che hanno impiegato un milione e mezzo di ore di lavoro per terminarlo; la difficoltà era causata dall'animazione al computer, il solo manto del leone Samson conta oltre sei milioni di peli elaborati in digitale uno per uno. Il primato spetta tuttavia a un personaggio secondario, un barboncino, con quattordici milioni di peli. Per gli uccelli che appaiono nel film sono state ricreate singolarmente due milioni di piume.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • In una scena finale del film Samson è sull'orlo di un burrone e si aggrappa mentre il terribile Kazar lo colpisce sulle zampe facendolo urlare per il dolore. Questa scena ricorda molto quella del Il re leone, quando Scar uccide il fratello, Mufasa.
  • Eddie Izzard si è infilato un cestino di rifiuti in testa per la scena in cui Nigel il koala rimane incastrato in un secchio di vernice.
  • Per entrare nel personaggio di Samson a cui ha dato la voce, Kiefer provava il suo ruggito in autostrada mentre si recava allo studio di registrazione.
  • Quando i koala nascono, sono poco più grandi di una caramella. Questi animali hanno due pollici su entrambe le zampe. In una divertente improvvisazione, non inclusa nell’edizione definitiva del film, Eddie Izzard canta una canzone su un koala inorridito dalla scoperta di avere quattro pollici.
  • William Shatner ha insistito per eseguire personalmente gli animaleschi grugniti del suo personaggio, il malvagio gnu Kazar. Ha sbuffato, ragliato e muggito in tutti i modi possibili per dieci minuti di fila dando così ai montatori parecchio materiale su cui lavorare.
  • Questa non è la prima volta che Jim Belushi interpreta la parte di un roditore per Spaz Williams. Prima di interpretare lo scoiattolo Benny, l’attore si era già cimentato nella voce del porcellino d’india di “Carl & Ray”, spot pubblicitario della Blockbuster che ha riscosso grande successo. Piccoli roditori dalle grandi personalità sembrano essere le specialità di Spaz e Jim.
  • Nel film, i personaggi giocano a una versione animale del curling, uno sport molto popolare in Canada. Sono presenti anche delle oche canadesi che scherzano sull’attraversamento del confine e uno dei pinguini è doppiato dal famoso commentatore sportivo canadese Don Cherry. Inoltre, il regista Spaz è originario del Canada.
  • Contrariamente a come di solito Hollywood riproduce gli anaconda, si tratta di animali piuttosto lenti e goffi. Il regista ha preferito attenersi il più possibile alla realtà, ma ciò non è stato possibile per il serpente Larry, impegnato a tenere testa ai suoi amici. Per risolvere il problema, Larry si attorciglia sulla schiena della giraffa Bridget per la maggior parte del film.
  • Quando Nigel si toglie il secchiello della vernice dalla testa,si può notare che la sua testa ricorda la classica forma di quella di Frankenstein.
  • Quando Nigel viene rapito dagli gnu, viene trasportato su una barella improvvisata e, quando si rende conto di essere stato portato via, guarda gli gnu a testa in giù. La stessa cosa è successa a Sid, nel film-contemporaneo L'era glaciale 2, quando fu rapito dai bradipini.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]