Portale:Animazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Portale Animazione
modifica
Animation.svg
« I personaggi a fumetti, una volta animati, perdono molte caratteristiche per acquisirne altre, trasformandosi quasi in tutt’altro.»
(Silver)
« Io credo di aver fatto sempre film per adulti, perché tratto e discorro di problematiche serie, anche se uso il mezzo cartone. Se poi piace anche ai bambini, tanto meglio»
(Bruno Bozzetto)

Benvenuti e benvenute; il portale dell'animazione vi aiuterà nella navigazione attraverso le voci su questo affascinante mezzo espressivo; scoprirete come si fanno i cartoni animati, quali aziende si cimentano in queste produzioni e le persone che vi sono dietro.

Studi di animazione
Immagine in evidenza
Felix tgtltge 05.jpg

Schermata dal cartone di Felix: The Goose That Laid the Golden Egg, datato 1936

Sapevi che...
Bozzetto a matita di un quadro chiave

Un Rodovetro (Cel, nel gergo tecnico) è un particolare foglio in acetato sul quale l'animatore dipinge il singolo frame che comporrà la sequenza animata di un cartone animato. L'invenzione del rodovetro si colloca nel 1914 ed è attribuita ad Earl Hurd.

Per realizzare un frame completo con questo metodo è necessario disporre di un buon disegno, ottimizzato da un precedente bozzetto, ed un fondale dipinto.

Leggi la voce

In evidenza
Blender241.png

Blender è un programma libero per la modellazione e il rendering di immagini ed animazioni tridimensionali; è disponibile ufficialmente per numerosi sistemi operativi, incluso GNU/Linux, FreeBSD, IRIX, Microsoft Windows, Mac OS X e Solaris; esistono inoltre porting non ufficiali per altri sistemi operativi.

Con esso, e con altri programmi liberi, si sono effettuate le riprese del cortometraggio in animazione 3d: Elephants Dream.

Originariamente Blender fu sviluppato come applicazione interna dallo studio di animazione olandese NeoGeo; l'autore principale fu Ton Roosendaal. Il programma nacque come software proprietario a costo zero (freeware), ma al fallimento della Number Technologies, avvenuto nel 2002, si optò per una sua distribuzione sotto i termini della licenza GNU General Public License, dopo avere corrisposto ai creditori la somma unica di euro: 100 000. Nel mese di ottobre del 2002 il codice sorgente di Blender è stato messo a disposizione dei volenterosi sviluppatori, sotto la guida della Blender Foundation.

Leggi la voce

Risorse utili
Nuvola apps kate.png

Per reperire informazioni sui doppiatori italiani e originali, si suggerisce di consultare il sito "AntonioGenna" dedicato al doppiaggio e ai doppiatori; per quanto ci compete, la zona: animazione e la zona: cinema d'animazione. Il sito fornisce anche informazione sulle date di uscita e/o di trasmissione; oltre a questo fornisce spesso anche dati più tecnici riguardo alla produzione e sul titolo; tuttavia queste ultime non sono sempre esatte, ed è sempre bene fare verifiche incrociate. Per omologare la citazione di questo sito nei collegameni esterni si può impiegare il template: Dopp.

Di maggiore affidabilità è invece il sito internet: Internet Movie Database (vai al sito), in merito a dati tecnici, dati produttivi, datazioni. Il sito contiene anche filmografie di aziende e persone; neanche in questo caso si può prendere tutto per oro colato, e può capitare, ad esempio, che venga indicato come film prodotto quello che è invece soltanto un collage di puntate. Si impiega il template: Imdb per citare il sito nella sezione: "collegamenti esterni".

Un'altra risorsa utile in rete è il sito TV.com (vai al sito); questo sito si rivela utilissimo per: datazioni, elenchi delle puntate delle serie televisive (purtroppo le titolazioni presenti sono delle sole versioni in inglese) divise per stagioni, e riassunti della trama generale e spesso anche di ogni singola puntata. Anche questo sito può essere citato come collegamento esterno mediante l'apposito template: Tvcom.

Infine, è esistente un progetto parallelo a quello del Internet Movie Database: il The Big Cartoon Database (vai al sito), dedicato specificatamente al mondo dell'animazione. Nel sito è presente di tutto, è però piuttosto confusionario.

Vuoi partecipare?
N write.svg

Perché l'animazione nella Wikipedia in lingua italiana sia sempre più completa sono necessarie voci in ogni campo; ci occorrono biografie degli autori e loro citazioni, voci sulle serie televisive d'animazione, voci sui lungometraggi animati, voci sulle aziende, voci sui personaggi, voci sulle metodiche, ecc, ecc. Per una scrittura entro i canoni, si raccomanda l'impiego dei seguenti strumenti:

Manuali all'uso dei Template

  • Aiuto:Note - Note affidabili sono utilissime per potere acquistare credibilità; guida al loro uso.
    • Template:Cita web - Per tutte le volte che si rende necessario citare un sito esterno; questo template aiuta a rintracciarlo, tenendo nota e dell'Url e della data di consultazione.
    • Template:Cita libro - Per citare correttamente un passo di un libro

E magari vi verrà voglia di diventare uno di noi.


Animazione - Metodi
Exquisite-kcontrol.png

Si può dire che siano tre i principali metodi impiegati nel campo dell'animazione:

  • Animazione tradizionale: le animazioni tradizionali, effettuate animando il disegno realizzato a mano libera, o tramite l'ausilio del rotoscopio, mediante animazione a passo uno o tramite elaboratore.
  • Stop Motion: La ripresa per animare gli oggetti reali, come marionette, burattini, plastilina, o fogli lucidi. È stata usata anche per i primi rudimentali effetti speciali.
  • Animazione al computer: diffusasi più recentemente, si basa ancora sulla creatività umana, e consente di semplificare molti processi. L'uso dell'elaboratore elettronico si applica sia alla animazione 3d che alla 2d tradizionale.

Leggi la voce: Animazione

Biografia in evidenza
« Ho cercato di semplificare perché amavo molto fare del bel movimento rispetto al disegno fine a se stesso. Per cui ho cominciato a provare un qualcosa che mi permettesse di esprimermi con velocità. »
(Osvaldo Cavandoli)

Osvaldo Cavandoli nasce a Toscolano-Maderno il 1 gennaio 1920. Dopo aver frequentato un Istituto tecnico professionale, nel 1937, a soli 17 anni, trova un lavoro come disegnatore industriale, prima all'Alfa Romeo, poi alla ditta d’armi Cemsa di Saronno, che impiega fino al 1942, quando comincia a pubblicare vignette di satira di costume.

Alla fine della Seconda guerra mondiale a 25 anni, legge un annuncio dei fratelli Nino e Toni Pagot che cercano disegnatori per un nuovo cartone animato: decide di presentarsi, realizza qualche schizzo e viene assunto. Inizia così a lavorare come intercalatore e partecipa alla realizzazione del cortometraggio Lalla ed il funghetto ed a quella de I fratelli Dinamite, il primo lungometraggio animato della storia del cinema italiano...

Elenco di animatori
Animazione - Storia
Altri approfondimenti
Categorie di riferimento
Partecipanti
Portali collegati
Progetti
Cosa c'è da fare...