Agente 007 - Vivi e lascia morire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo romanzo di Ian Fleming, vedi Vivi e lascia morire.
Agente 007 - Vivi e lascia morire
La famosa scena in cui Bond, inseguito dai criminali, salta col motoscafo l'auto dello sceriffo
La famosa scena in cui Bond, inseguito dai criminali, salta col motoscafo l'auto dello sceriffo
Titolo originale Live and Let Die
Paese di produzione Stati Uniti, Regno Unito
Anno 1973
Durata 121 min
Colore colore
Audio mono
Rapporto 1,85:1 (Europa)
1,66:1 (USA)
Genere spionaggio, azione, thriller
Regia Guy Hamilton
Soggetto Ian Fleming
Sceneggiatura Tom Mankiewicz
Produttore Albert R. Broccoli
Harry Saltzman
Casa di produzione Eon Productions
Distribuzione (Italia) Metro-Goldwyn-Mayer
Fotografia Ted Moore
Montaggio Bert Bates, Raymond Poulton, John Shirley
Musiche George Martin
Tema musicale Live and Let Die - Paul McCartney & Wings
(Paul e Linda McCartney)
Scenografia Simon Wakefield; Frederic C. Weiler
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Agente 007 - Vivi e lascia morire (Live and Let Die) è un film del 1973 diretto da Guy Hamilton: è l'ottavo Film ufficiale della serie di James Bond, il primo dei 7 che vedono Roger Moore nei panni dell'agente britannico.

La colonna sonora è di Paul McCartney, che canta il motivo conduttore Live and let die.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tre agenti inglesi vengono fatti fuori: il primo, fulminato tramite delle cuffie che indossava; il secondo, pugnalato mentre assiste ad un finto funerale che diviene il suo e il terzo, che viene morso al collo da un serpente velenoso durante un rito vudù. M incarica Bond di scoprire se esiste una connessione tra i tre delitti: secondo alcune informazioni, la pista da seguire condurrebbe al diplomatico dell'isola di San Monique, il dottor Kananga e alla bella veggente Miss Solitaire che possiede il dono di predire gli eventi futuri.

La ragazza come sua madre prima di lei è costretta a mettere i suoi poteri al servizio di Kananga il quale sfrutta il dono della preveggenza per anticipare le mosse dei suoi avversari e mettere in difficoltà Bond. Durante le indagini, 007 fa la conoscenza di Solitaire e tra i due scoppia la passione: a causa di ciò la ragazza perde la capacità di predire gli eventi futuri.

Bond viene catturato e portato al cospetto di Kananga che nascondendosi dietro l'identità fittizia del gangster Mr. Big intende assumere il controllo del mercato statunitense della droga grazie alle coltivazioni di oppio (camuffate da papaveri) della sua isola servendosi inoltre del potere del vudù esercitato dal Baron Samedi per intimidire la popolazione di San Monique e tenerla sotto il suo controllo. Dopo aver scoperto che Solitaire ha ormai perduto il dono della preveggenza, Kananga decide di punire la ragazza con la morte.

Bond viene portato in una fattoria isolata infestata dai coccodrilli per essere divorato, ma grazie alle sue speciali doti di sopravvivenza, riesce a cavarsela e a raggiungere l'isola di San Monique dove si trovano Kananga e Solitaire. Dopo aver neutralizzato il Baron Samedi, 007 viene catturato e legato insieme a Solitaire da Kananga che intende darli in pasto agli squali. Bond riesce a liberarsi e a sconfiggere Kananga facendogli ingoiare un proiettile ad aria compressa e facendolo esplodere.

Dopo avere smantellato l'organizzazione di Mr. Big, Bond e Solitaire si concedono un tranquillo viaggio in treno ma vengono attaccati da Tee Hee, ultimo sicario rimasto. Dopo un feroce scontro corpo a corpo 007 riesce ad avere la meglio e a eliminare Tee Hee.

Nell'ultima scena riappare sul treno anche il Baron Samedi sopravvissuto allo scontro con 007.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

In questo film è assente il personaggio di Q interpretato da Desmond Llewelyn.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La scena in cui Bond, inseguito dai criminali, salta col motoscafo Glastron l'auto dello sceriffo, ha richiesto l'utilizzo di 17 imbarcazioni. La scena è stata girata nelle paludi della Louisiana e il motoscafo, spinto da un motore Evinrude Starlite 135 HP[1] compie un balzo di 30 metri che gli varrà l'inserimento nel Guinness dei primati.
  • Roger Moore è il primo attore che non indossa il cappello nella scena introduttiva della canna di pistola.
  • Le musiche del film sono state create da George Martin, produttore dei Beatles.
  • Il cognome di Rosie, Carver è stato riutilizzato per l'antagonista del film Il domani non muore mai.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel film di James Bond "Vivi e lascia morire" un Evinrude Starlite 135 HP spinge un motoscafo Glastron in un balzo di 30 metri

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

James Bond Portale James Bond: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di James Bond