Mr. T

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la serie animata creata negli anni 80 dalla Ruby-Spears, vedi Mister T (serie animata).
Mr T nel 2014

Mr. T, pseudonimo di Laurence Tureaud (Chicago, 21 maggio 1952), è un attore, ex wrestler e rapper statunitense.

È noto per alcune sue interpretazioni televisive come Bosco "P.E." Baracus nel telefilm degli anni ottanta A-Team o come il boxeur Clubber Lang nel film del 1982 Rocky III. È altresì noto per il suo classico taglio di capelli in stile mohawk e per indossare una notevole quantità di gioielli in oro.

Carriera d'attore[modifica | modifica wikitesto]

Mr. T mentre tiene scherzosamente in braccio Nancy Reagan nel 1983.

Nel 1982, Mr. T fu scelto da Sylvester Stallone per un ruolo in Rocky III.

Recitò in The Beastmaster e apparve in un altro film sulla boxe, Penitentiary 2, e nel programma Bizarre, prima di accettare il ruolo di B.A. Baracus (in Italia P.E. Baracus) nel telefilm A-Team. In A-Team interpretò il ruolo del Sergente B.A. (Bosco Albert o "Bad Attitude" - letteralmente "Brutto Carattere", nella versione italiana "Pessimo Elemento") Baracus, un ex soldato delle forze speciali americane ricercato come i compari dell'A-team "per un crimine che non hanno commesso". Fu l'unico attore del telefilm che non fece il provino, fu scelto a prescindere.

Mr. T era un mito dei ragazzini negli anni ottanta, di conseguenza venne realizzata dalla Ruby-Spears una serie animata intitolata appunto Mr. T di 13 episodi trasmessa nel 1983 sulla NBC e la sua immagine apparve anche sulle scatole dei cereali.

Nel 1984 girò il video Be Somebody or Be Somebody's Fool; lo scopo del video era quello di insegnare ai bambini ad apprezzare le loro umili origini, come vestirsi, come studiare il proprio look senza spendere eccessivamente, come controllare la rabbia. Il video di un'ora contiene 30 minuti di cantato. Realizzò anche un album rap intitolato Mr. T's Commandments con l'aiuto di Ice-T.

Mr. T è anche apparso nelle tre stagioni della serie televisiva, T. and T. insieme ad Alex Amini, David Nerman, Kristina Nicoll, e Jackie Richardson. In tale serie Mr. T interpreta T. S. Turner, un giovane impegnato a combattere la violenza sulla strada fino a quando viene accusato di un crimine non commesso. Amy Taler (Amini) una giovane e combattiva avvocatessa interviene per riportare Turner in strada, questa volta, però, in giacca e cravatta, ricoprendo il ruolo di investigatore privato. L'avvocato Terri Taylor (Nicoll) si unisce successivamente a T dopo che Amini abbandonò lo show alla conclusione della seconda stagione.

Mr. T annunciò di guadagnare circa 80 000 $ a settimana per il suo ruolo nell'A-Team oltre a 15 000 $ per apparizioni in spettacoli, ma alla fine degli anni novanta lui apparve solo in pubblicità occasionali, principalmente per problemi di salute (nel 1995 gli venne diagnosticato, ironia della sorte, un Linfoma T-Cell).

Interpreta piccoli ruoli in molti film, e appare frequentemente sul network televisivo cristiano TBN. Appare anche nella pubblicità della MCI, un call-service a al Late Night con Conan O'Brien. È anche apparso nella pubblicità del Comcast nel 2006, pronunciando le sue quattro parole preferite: "Don't be a culture fool!" e apparve anche alla ABC in Extreme Makeover: Home Edition.

Un reality show per TV Land, I Pity the Fool, trasmesso per la prima volta l'11 ottobre 2006.

Mr. T ha annunciato di non indossare più catene d'oro dopo aver visitato le vittime dell'Uragano Katrina. Ha anche annunciato di esser guarito dal cancro e di voler scrivere un libro sulla sua vita.

Dal 5 giugno 2011, conduce il programma "World's Crazyest Fool" per la BBC.

Nel Wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mr. T nel 2009

Fece ingresso nel mondo del wrestling nel 1985; la sua prima apparizione lo vide indossare i panni del partner di Hulk Hogan in occasione della prima WrestleMania; il duo avrebbe dovuto sfidare la coppia formata da Rowdy Roddy Piper e Paul Orndorff. Hogan scrisse in seguito nella propria autobiografia che Mr. T mise in pericolo il regolare svolgimento del match perché quando arrivò in prossimità dell'arena il personale di sicurezza minacciò di non consentire l'accesso all'edificio ai numerosi componenti del suo entourage; ciò mandò su tutte le furie Mr. T che minacciò di cancellare l'incontro. Hogan sostenne che riuscì a fatica a convincere Mr. T a rimanere ed esibirsi. Piper sostenne che lui e altri colleghi wrestlers provarono irritazione nei confronti di Mr. T in considerazione del fatto che egli era un attore e non aveva pagato il tributo dovuto da un wrestler professionista. Successivamente Mr. T sfidò Bob Orton in un incontro di boxe in occasione di una puntata di Saturday Night's Main Event sulla NBC e ne uscì vincitore. In seguito disputò un altro incontro di boxe contro Roddy Piper nel corso di WWE WrestleMania 2, incontro che lo vedrà vincitore per squalifica. Nel 1987 ritornò sui ring della World Wrestling Federation in qualità di arbitro, prima di sparire completamente dal mondo della boxe e del wrestling. Riapparve nuovamente come arbitro di Wrestling speciale in un incontro disputato tra Hogan e Ric Flair nella World Championship Wrestling nell'ottobre 1994 e nel successivo Starrcade sconfigge in un match Kevin Sullivan. Abbandona le scene per poi tornare come special guest nell'edizione di Raw del 17 novembre 2001, sette anni dopo l'ultima comparsa. Nella puntata di Raw del 17 marzo 2014 è stato annunciato che Mr. T verrà introdotto nella WWE Hall of Fame.Il 5 aprile 2014 viene introdotto dal figlio nella WWE Hall of Fame.

Condotta a WrestleMania[modifica | modifica wikitesto]
Condotta a Starrcade[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Mr. T nel 1984 produsse un album rap intitolato Mr. T's Commandments, sempre sullo stesso tono produsse un video educativo in cui insegnava ai bambini ad andare a scuola e stare lontani dalle droghe. Successivamente a questo produsse un secondo album intitolato Mr. T's Be Somebody Or Be Somebody's Fool, insieme a un video con lo stesso nome.

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Album US UK
1984 "Mr. T's Commandments" Mr. T's Commandments 75 -


Riferimenti nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Mr. T è citato frequentemente nella sezione "Players Pulse" di Nintendo Power.
  • Uno sketch al Saturday Night Live nel 1980 tra Mr. T e Robin Duke (con un taglio di capelli simile, stile Mohawk) improvvisando un Bloody Mary mix ispirato alla successiva pubblicità di Mr. & Mrs. T's Bloody Mary Mix ancora disponibile oggi.
  • Mr. T ha concesso la sua immagine per una compagnia che produce cereali per colazione. Durante la pubblicità per il suo omonimo cereale, Mr. T usa la sua famosa frase "I pity the fool who don't eat my cereal!"
  • I cereali di Mr. T sono presenti in una scena del film Pee-wee's Big Adventure, in cui Pee-Wee mangia una tazza di cereali mentre esegue una imitazione di Mr. T stesso.
  • È apparso anche nell'episodio del cartone animato Alvin e i Chipmunks, in cui lui li aiuta contro alcuni bulli di quartiere, "Il C-Team", è simile al A-Team.
  • In America un cartone di Mister T apparve per un paio d'anni alla NBC nella prima metà degli anni ottanta come parte dei cartoni della domenica mattina
  • Mr. T è stato ospite nella sitcom Silver Spoons dove interpretava la parte della guardia del corpo di Ricky Stratton assunta per proteggere Ricky da un bullo a scuola. Quando gli viene chiesto il suo secondo nome, egli risponde "Period."
  • Nella serie TV South Park, il personaggio Eric Cartman ha un poster di Mr. T nella sua camera da letto. Nell'episodio "Ike's Wee Wee", Mr. T e l'A-Team recuperano il consulente scolastico.
  • Mr. T viene menzionato nel film Without a Paddle.
  • Mr. T contro tutto è un vecchio, non più attivo, sito contenente fumetti creati dai fan con Photoshop dove Mr. T sconfigge un qualche arcinemico, solitamente una celebrità televisiva, un personaggio pop o di qualche show tv. In ogni fumetto, Mr. T elogia sempre quanto veloce è il suo furgone, quanto lontano può lanciare qualcuno e quanto buono sia il latte; molto simile ai Chuck Norris Facts.
  • Nel gioco RPG per SNES EarthBound un personaggio simile a Mr. T può esser visto girare intorno alla città.
  • La sua immagine venne usata nel gioco di combattimento Vendetta, sotto il nome di Sledge. Altri personaggi riconoscibili nel gioco sono Mike Tyson chiamato Blood, Hulk Hogan chiamato Hawk e Van Damme chiamato Boomer.
  • Mr. T appare anche nel videogioco Bushgame, ideato dai sostenitori del senatore John Kerry all'epoca delle elezioni presidenziali americane del 2004, vinte in seguito da George W. Bush. In questo gioco Mr. T, assieme ad altri personaggi celebri negli anni '80 (come He-Man), deve sconfiggere Bush e i suoi seguaci (che altro non sono che Dick Cheney, Colin Powell e Condoleezza Rice).
  • Nell'episodio The Wrong Stuff del cartone G.I. Joe appare un'ovvia parodia di Mr. T chiamata Mr. C.
  • Mr. T è apparso molte volte ne I Griffin e ne I Simpsons nel ruolo di se stesso.
  • Mr. T ha partecipato a uno degli spot televisivi del videogioco World of Warcraft, al momento della pubblicazione del filmato il taglio di capelli del personaggio in stile Mohawk non era realmente esistente nel gioco, verrà però introdotto con la seconda espansione. Link al video.
  • Una parodia di Mr. T è stata fatta anche in un episodio di Little Britain: uno dei protagonisti riconosce Mr. T in una palestra ma quando va a chiedere se è veramente lui questi gli dice di no, allontanandosi poi col famoso furgone dell'A-Team.
  • Nel gioco Trainz si può vedere per le strade Mr. T a bordo del furgone dell'A-team.
  • Mr. T appare in una puntata di Diff'rent Strokes (in Italia Il mio amico Arnold) in cui interpreta se stesso. Arnold arriva a emularlo, inizialmente negli atteggiamenti, in seguito persino nel tipico taglio di capelli e nell'abbigliamento per conquistare una ragazzina.
  • Nella 3ª puntata della 2ª serie dell'anime Ken il guerriero il personaggio di Barona è chiaramente ispirato a Mr. T
  • In un episodio del cartoon Johnny Bravo, aiuta il protagonista a far pace con il suo bullo insegnandogli a preparare un panino con sedano, senape ed uvetta in quanto è allo stesso tempo dolce, salato e croccante.
  • Nel videogioco Clash of Clans l'unità denominata "domatore di cinghiali" è in pratica Mr. T che cavalca un suino armato di un martello.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Da doppiatore è sostituito da:

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 69141146 LCCN: n84080782