World Championship Wrestling

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
World Championship Wrestling, Inc.
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1988 a Atlanta, Georgia
Fondata da Ted Turner
Chiusura 2001
Persone chiave
Settore Sport-Intrattenimento
Prodotti

La World Championship Wrestling, Inc. (WCW) è stata una federazione di wrestling statunitense esistita dal 1988 al 2001 con sede ad Atlanta, Georgia. Inizialmente con il nome di Jim Crockett Promotions ha fatto parte del circuito di federazioni associate alla National Wrestling Alliance (NWA), fino al novembre 1988, quando Ted Turner con la sua Turner Broadcasting acquistò la società, rinominandola "World Championship Wrestling". Turner, con la Time-Warner, è rimasto il proprietario fino al 2001, quando Vince McMahon, proprietario della concorrente World Wrestling Federation (oggi WWE), comprò la promotion e la unì alla WWF.

Dal 1995 con la collaborazione di Eric Bischoff come Produttore Esecutivo, la WCW è cresciuta economicamente con molte innovazioni quali l'ingaggio di Hulk Hogan, la creazione della stable New World Order, la nascita di WCW Monday Nitro affiancato poi da WCW Thunder e molte altre. Con la creazione di Nitro nacque una guerra per gli ascolti (Monday Night War) con lo show della concorrente WWF, Monday Night Raw. Tuttavia, numerosi problemi hanno portato la federazione a perdere "vantaggio sullo show concorrente", e quindi a perdere prestigio, che ha comportato la caduta della società e la cessione totale all'ex-concorrente Vince McMahon nel 2001.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La storia della WCW iniziò nella prima parte degli anni ottanta; ai tempi la Jim Crockett Promotions stipulò diversi contratti di collaborazione con altre realtà di carattere regionale negli Stati Uniti d'America, diventando in breve tempo la punta di diamante del circuito NWA.

Il 21 novembre 1988 Ted Turner decise di acquistare la Jim Crockett Promotions, la quale nel frattempo aveva già cominciato a fare uso del nome World Championship Wrestling, rendendola indipendente dalla NWA nel gennaio del 1991. Nel 1993 Turner nominò vicepresidente esecutivo un giovane promettente, Eric Bischoff, che grazie ai fondi di Turner e all’ottima visibilità televisiva rese sempre migliori gli show WCW, la quale col tempo divenne la principale rivale dell’allora WWF di Vince McMahon.

I soldi di Ted Turner servirono soprattutto a sottrarre molte superstar alla concorrenza; a partire dal 1994 la WCW "scippò" alla WWF molti wrestler di spicco come Hulk Hogan, Lex Luger (precedentemente già sotto contratto con la WCW), "Macho Man" Randy Savage, Kevin Nash e Scott Hall.

Monday Night War[modifica | modifica sorgente]

La rivalità si fece molto più accesa nel 1995, quando la WCW decise di trasmettere un programma il lunedì sera, andando a scontrarsi con lo storico show della WWF, Monday Night Raw. Lo spettacolo della WCW prese il nome di Monday Nitro: il nome rappresenta una sfacciata sfida da parte di Turner e Bischoff a McMahon, vista la chiara assonanza con quello della WWF.

Cominciò così quella che gli amanti di questo sport definiscono "Monday Night War" ovvero la guerra (a colpi di audience) del lunedì sera tra la WCW e la WWF. La trasmissione in contemporanea dei due show diede il via ad una spietata lotta tra le federazioni. La prima serata in cui gli ascolti di Nitro superarono quelli di Night Raw fu il 4 settembre 1995, ma solo a partire dal maggio 1996 inizio il predominio assoluto.

WCW Monday Nitro fu una rivoluzione nel mondo del wrestling, poiché era il primo show settimanale in diretta; inoltre, a differenza della WWF, proponeva incontri "Superstar vs Superstar", che prima di allora venivano trasmessi principalmente nei pay-per-view. La WCW per differenziarsi dalla WWF, introdusse anche dei wrestlers provenienti dal Messico e dal Giappone, i cosiddetti Cruiserweight" (i pesi leggeri) capaci di impressionare il pubblico con le loro incredibili evoluzioni, quindi scaldando il pubblico in attesa del match principale della serata.

Quello che avvenne nel 1996 al Pay Per View “Bash at The Beach” fu la rampa di lancio per essere la federazione numero 1 d’America. Al PPV infatti, Hulk Hogan tradì la WCW per unirsi a Scott Hall e Kevin Nash formando così il “New World Order”, un’organizzazione clandestina e parassita con un unico scopo: distruggere la WCW.

I mesi passavano e Monday Nitro appassionava gli americani con la lotta WCW vs nWo ed i dati di ascolto erano nettamente a favore dei programmi WCW, e lo furono per ben 86 settimane consecutive. La WWF, con nuovi personaggi e nuovi spunti per nuove storyline destinate alle nuove generazioni, passò però di nuovo in vantaggio il 6 aprile 1998. L'ultima serata di maggiore audience per Nitro fu il 26 ottobre. Da questo momento in poi per la WCW fu un lungo calvario dal quale non poté più risollevarsi: le superstars principali invecchiavano o erano malgestite, le storyline non apparivano appassionanti come in passato e Ted Turner cominciò a tagliare i fondi, fino a vendere completamente la federazione.

Purtroppo per gli appassionati, l’acquirente della WCW fu proprio il proprietario della WWF, l’arcirivale Vince McMahon, il quale il 26 marzo 2001 apparve a Nitro per la prima volta annunciando che aveva appena comprato i suoi rivali. Quello fu l’ultimo WCW Nitro.

Campioni finali[modifica | modifica sorgente]

Questa è la lista dei campioni WCW aggiornata all’ultimo WCW Monday Nitro il 26 marzo 2001. Tutti questi titoli comunque continuarono ad essere attivi, con l’eccezione dei Cruiserweight Tag Team Titles, mai apparsi in show della WWE.

Titolo Campione/i finale/i
WCW World Heavyweight Champion Booker T
WCW United States Champion Booker T
WCW World Tag Team Champions Chuck Palumbo e Sean O'Haire
WCW Cruiserweight Champion "Sugar" Shane Helms
WCW Cruiserweight Tag Team Champions Billy Kidman e Rey Mysterio

Questa è la lista degli ultimi campioni WCW sotto le insegne della WWF.

Titolo Campione/i finale/i
WCW World Heavyweight Champion Chris Jericho
WCW United States Champion Edge
WCW World Tag Team Champions The Dudley Boyz
WCW Cruiserweight Champion Tajiri

Pay-per-view[modifica | modifica sorgente]

Questa è una lista degli annuali eventi in pay-per-view tenuti dalla WCW. Alcuni di questi eventi erano già organizzati dalla Jim Crockett Promotions prima che Ted Turner comprasse la federazione nel 1988 cambiandone il nome in WCW nel 1991. I pay per view pubblicizzati nel 1998 avevano la sigla WCW/nWo. Quando la WCW fu comprata dalla WWF, quest’ultima assunse i diritti sui nomi di questi eventi. Fino ad oggi la WWF ha usato solo un nome di un evento WCW, ossia The Great American Bash. Un pay per view della 2001, Invasion, fu pubblicizzato come un pay per view della WWF, WCW e ECW chiamato WWF vs. WCW/ECW Invasion, ma tecnicamente era un pay per view della WWF. Il principale PPV della WCW era Starrcade.

Mese Evento
gennaio
Souled Out (1997 – 2000)
Sin (2001)
febbraio Chi-Town Rumble (1989)
WrestleWar (1990 – 1991)
SuperBrawl (1992 – 2001)
marzo Uncensored (1995 – 2000)
Greed (2001)
aprile Spring Stampede (1994; 1997 – 2000)
maggio WrestleWar (1989; 1992)
Capital Combat (1990)
SuperBrawl (1991)
Slamboree (1993 – 2000)
giugno The Great American Bash (1995 - 2000)
Beach Blast (1992)
luglio The Great American Bash (1985 – 1992)
Beach Blast (1993)
Bash at the Beach (1994 – 2000)
agosto Hog Wild (1996)
Road Wild (1997 – 1999)
New Blood Rising (2000)
settembre Fall Brawl (1993 – 2000)
ottobre Halloween Havoc (1989 – 2000)
novembre Starrcade (1983 - 1987)
Battlebowl (1993)
World War 3 (1995 – 1998)
Mayhem (1999 – 2000)
Millennium Final (2000)
dicembre Starrcade (1988 – 2000)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling