John Landis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Landis

John David Landis (Chicago, 3 agosto 1950) è un regista, sceneggiatore, attore, produttore cinematografico statunitense. Landis è noto soprattutto per le sue commedie e per i suoi horror, quest'ultimi spesso dotati di un pungente humour nero.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

John David Landis è nato a Chicago (Illinois) in una famiglia di fede ebraica. La sua carriera inizia da adolescente quando lavora come semplice portalettere per la casa di produzione 20th Century Fox. L'esperienza nell'ambiente maturata grazie anche a questa occasione, unita a una lunga gavetta, gli permettono di conoscere moltissime personalità, tra le quali Alfred Hitchcock, col quale allaccia un rapporto confidenziale.

Dalla gavetta ai primi lavori[modifica | modifica sorgente]

Landis passa gli anni successivi frequentando quanto più possibile i set cinematografici che lo circondano, entrando sempre più nell'ambiente e facendo conoscenze importanti. Comincia la sua scalata lavorando come assistente di produzione. Debutta nella regia con il film Slok (1973), di cui è anche il protagonista, seguito qualche anno dopo da Ridere per ridere (1977).

Il trionfo[modifica | modifica sorgente]

Il primo successo arriva grazie a Animal House, nel 1978, con John Belushi, che si rivela un trionfo. Il film anticipa la grande passione del regista per la musica soul.

Due anni dopo si garantisce non solo la celebrità internazionale, ma un posto nella storia del cinema grazie a The Blues Brothers (1980), scritto insieme a Dan Aykroyd, protagonista del film accanto a Belushi. Nel cast compaiono leggende della musica come Ray Charles, Aretha Franklin, James Brown, Cab Calloway e John Lee Hooker, che danno vita, insieme ai due protagonisti, a quella che è considerata una delle più belle colonne sonore della storia del cinema.

Le opere seguenti e l'incidente[modifica | modifica sorgente]

L'anno seguente scrive e dirige Un lupo mannaro americano a Londra e Ai confini della realtà. Durante le riprese di quest'ultimo, l'attore Vic Morrow e due bambini muoiono a causa di un incidente in elicottero.

Michael Jackson e Thriller[modifica | modifica sorgente]

Landis è anche il regista di uno dei videoclip più famosi e costosi della storia, quello di Thriller (1983), di Michael Jackson. Anche in questa occasione lavora al fianco di Rick Baker, grande creatore di effetti speciali che aveva già lavorato con lui in Slok e in Un lupo mannaro americano a Londra. Per quest'ultimo ricevette anche il premio Oscar per gli effetti speciali. Nel 1991 Landis lavorerà ancora con Jackson per il video di Black or White.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

È sposato dal 1980 con la costumista Deborah Nadoolman, da cui ha avuto due figli: Rachel, insegnante, e Max, sceneggiatore del film Chronicle.

Landis, sebbene cresciuto in una famiglia ebraica, si dichiara ateo.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 79164545 LCCN: n85151650