Sam Raimi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Samuel Marshall Raimi (Royal Oak, 23 ottobre 1959) è un regista, produttore cinematografico, sceneggiatore e attore statunitense. È famoso soprattutto per aver diretto il classico dell'horror La casa e i film della serie Spider-Man.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sam Raimi, quarto di cinque figli, nasce nel Michigan da due commercianti, Celia Barbara e Leonard Ronald Raimi.[1][2] I suoi antenati sono ebrei conservatori provenienti dall'Est Europa (alcune fonti affermano dalla Polonia, altre da Russia e Ungheria), cambiarono il cognome Reingewertz in Raimi appena arrivati in America.[3] Studia letteratura inglese alla Michigan State University.

Due dei suoi fratelli sono anch'essi famosi: uno è lo sceneggiatore Ivan Raimi, che ha scritto una parte della sceneggiatura della serie di film dedicata a Spider-Man 3,[4] l'altro è l'attore Ted Raimi, che ha interpretato una parte nella serie di film dedicata a Spider-Man.

È sposato con Gillian Greene ed ha cinque figli.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e la trilogia de La casa[modifica | modifica wikitesto]

Comincia ad appassionarsi alla cinematografia quando suo padre compra una videocamera e gli dice che può creare i suoi film. Comincia a girare filmati in Super 8 con l'amico Bruce Campbell. Uno di questi, Within the Woods (1978) fungerà da prototipo per La casa.

All'università, si mette in società col suo compagno di camera Robert Tapert e Campbell per trovare i fondi per un film horror a basso costo. La casa (1981) diventa un grande successo e comincia a lavorare al suo secondo film, I due criminali più pazzi del mondo del (1985), derivato da un fumetto d'azione. Il film non ebbe successo a causa dell'intervento non richiesto dello studio.

Raimi ritornò al genere horror nel 1987 con il seguito La casa 2, che moderò i toni del primo film in favore dello slapstick, mostrando il suo amore per i Three Stooges.

Appassionato da lungo tempo dei fumetti, tentò di adattare il fumetto The Shadow in un film, ma non riuscì ad assicurarsi i diritti. Così creò il suo super-eroe, Darkman (1990). Il film fu il primo che fece per uno studio hollywoodiano ed ebbe un moderato successo, ma permise a Raimi di assicurarsi il denaro per finanziare il terzo film della serie La casa, L'armata delle tenebre, che si allontanò quasi totalmente dall'horror in favore di elementi presi dal fantasy e dalla commedia.

Negli anni novanta Raimi lavora ad altri generi, dirigendo film come Soldi sporchi del 1998, con Bill Paxton e Billy Bob Thornton, e Gioco d'amore del 1999, con Kevin Costner.

La trilogia di Spider-Man[modifica | modifica wikitesto]

Sam Raimi alla première di Spider-Man 3 nell'aprile del 2007

Nell'aprile del 1999 la Sony Pictures annuncia l'intenzione di voler girare un film su Spider-Man.[5] Raimi viene scelto per dirigere la pellicola,[6] battendo Roland Emmerich, Tim Burton, Chris Columbus e David Fincher, anch'essi interessati al progetto.[7] Raimi decide di scegliere Tobey Maguire per il ruolo di Peter Parker/Spider-Man, andando anche contro il parere dei produttori che non erano convinti, almeno all'inizio, delle capacità dell'attore.[8] Il film ha un buon successo commerciale e guadagna 822 milioni di dollari in tutto il mondo e Raimi riesce a concretizzare un progetto a lungo ritardato per motivi tecnici e creativi.[9]

Il successo del primo film di Spider-Man gli permette di dirigere il sequel Spider-Man 2 nel 2004. Il film viene apprezzato dai critici[10] e si dimostra essere un grande successo finanziario con un incasso di 783 milioni di dollari in tutto il mondo.[11] Durante la produzione di questo film, Raimi litiga pesantemente con il compositore della colonna sonora Danny Elfman, cosa che comporta la chiusura della loro collaborazione artistica. Proprio per questo, Elfman deciderà di non partecipare a Spider-Man 3 nel 2007,[12], film diretto sempre da Raimi,[13] che pur non essendo acclamato dalla critica come i precedenti, incassa 891 milioni di dollari in tutto il mondo.[14] Raimi giustifica le critiche negative per l'eccessiva presenza di troppi antagonisti, ma anche per le insistenze del produttore della pellicola, Avi Arad, riguardo al coinvolgimento di Venom nel film,[15] cosa che portò Raimi a modificare la sceneggiatura[16] scritta da lui e suo fratello Ivan Raimi.[4]

Gli incassi finali della trilogia ammontano a 2,5 miliardi di dollari.

Dal 2009[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 ha diretto il film Drag Me to Hell, un horror sovrannaturale con Alison Lohman e Justin Long. Il film ha un buon successo commerciale e guadagna 90 milioni di dollari in tutto il mondo[17] Dopo questo film, Raimi comincia a lavorare a Spider-Man 4,[18][19] tuttavia nel 2010 la Columbia Pictures annuncia la cancellazione del quarto capitolo in favore di un reboot della saga girato in 3D dal titolo The Amazing Spider-Man.[20][21]

Ad ottobre 2010, Raimi viene assunto alla regia di Il grande e potente Oz,[22] prequel del famoso adattamento del 1939 Il mago di Oz.[23] Il film esce l'8 marzo 2013.[24][25] Durante la produzione di questo film, Raimi si riappacifica con il compositore Danny Elfman, con cui aveva troncato i rapporti ai tempi di 'Spider-Man 2.[26][27]

Altri lavori[modifica | modifica wikitesto]

Raimi fece, anche, vari camei in diversi film: in Miller's Crossing recita la parte di un poliziotto, in Stephen King's The Stand recita nel ruolo un rozzo killer che paga un prezzo mortale per un suo errore, nel film di John Carpenter Body Bags - Corpi estranei recita nel ruolo inusuale di un benzinaio e in Ritorno a Tamakwa (Indian Summer), nel quale interpreta il suo più grande ruolo come goffo assistente di Alan Arkin.

Oltre ai film, Raimi ha lavorato in televisione, producendo serie come Xena - Principessa guerriera e, con suo fratello Ted Raimi e il suo amico di lunga data Campbell, Hercules, Jack of All Trades e Spartacus. È inoltre produttore della serie La spada della verità.

Lavori in corso[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente è al lavoro per il film di The Last of Us in veste di produttore.

Tratti distintivi[modifica | modifica wikitesto]

Nei suoi film e nei suoi progetti televisivi appaiono spesso sullo schermo il fratello di Sam Raimi, Ted Raimi e il suo amico Bruce Campbell, nonostante queste apparizioni siano spesso solo dei piccoli cameo. In Darkman fanno una brevissima apparizione i fratelli Joel ed Ethan Coen, a bordo di un'automobile. Egli include spesso nei suoi film una Oldsmobile Delta 88 gialla del 1974, chiamata The Classic.

Altri tratti distintivi del regista includono:

  • Inquadrature e piani sequenza in cui la camera segue molto velocemente un oggetto o una persona in movimento come una freccia.
  • Rapidi Dolly zoom al contrario: da un dettaglio appartenente a un oggetto o un personaggio la visuale viene "sparata" all'indietro per mettere in luce cosa accade intorno.
  • Montaggio veloce delle sequenze per coprire molte azioni, spesso simili tra loro, in un breve lasso di tempo;
  • Inquadrature di fumo o nebbia nei primi minuti della maggior parte dei suoi film.
  • Appare spesso nei suoi film in brevissimi cameo in cui è vestito in giacca e cravatta. Chiaro rimando ad Alfred Hitchcock, uno dei maestri ispiratori di Raimi.

Raimi spesso prende in prestito scene e idee dal Cinema di Hong Kong, specialmente da A Chinese Ghost Story in almeno uno dei film della serie La casa e soprattutto per Xena.[28][29][30]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sam Raimi Biography (2006–) in Filmreference.com. URL consultato il 14 luglio 2012.
  2. ^ (EN) Ted Raimi Biography (1965–) in Filmreference.com. URL consultato il 14 luglio 2012.
  3. ^ (EN) JewishJournal.com in JewishJournal.com. URL consultato il 14 luglio 2012.
  4. ^ a b (EN) Steve Daly, World Wide Web in Entertainment Weekly, 17 aprile 2007. URL consultato il 12 luglio 2012.
  5. ^ (EN) Daniel Frankel, Cameron Spun Out of Spider-Man Movie in E! Online, 5 aprile 1999. URL consultato il 10 settembre 2012.
  6. ^ (EN) Robert K. Elder, What's ahead for comics fans in The Dallas Morning News, 16 luglio 2000.
  7. ^ Comic Book Movies, Londra: Virgin Books. pp. 235–241, David Hughes, 2003
  8. ^ (EN) Maguire spins 'Spider-Man' in Variety, 31 luglio 2000. URL consultato il 10 luglio 2012.
  9. ^ (EN) Spider-Man, metacritic.com. URL consultato il 27 marzo 2011.
  10. ^ (EN) 'Spider-Man 2', metacritic.com. URL consultato il 27 marzo 2011.
  11. ^ (EN) Spider-Man 2, Box Office Mojo. URL consultato il 16 agosto 2011.
  12. ^ (EN) Fred Topel, Q. Why won't Danny Elfman write the musical score for Spider-Man 3? in About.com, 13 settembre 2009. URL consultato il 14 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 30 novembre 2005).
  13. ^ (EN) Spider-Man 3, rollingstone.com. URL consultato il 27 marzo 2011.
  14. ^ (EN) Spider-Man 3 (2007) in Box Office Mojo. URL consultato il 12 luglio 2012.
  15. ^ (EN) Patrick Lee, Producers Beefed Up Spidey 3 in Sci Fi Wire, 27 aprile 2007. URL consultato il 12 luglio 2012.
  16. ^ (EN) Sean Elliott, Exclusive Interview: Out with the Vulture & in with Venom: Grant Curtis Spider-Man 3 Producer - Part 4 in iFMagazine.com, 15 giugno 2007. URL consultato il 12 luglio 2012.
  17. ^ (EN) Drag Me to Hell (2009) in Box Office Mojo. URL consultato il 14 luglio 2012.
  18. ^ (EN) Tobey Maguire, Sam Raimi sign on for Spider-Man 4 Report, Mtv. URL consultato il 10 agosto 2010.
  19. ^ (EN) Exclusive: Sam Raimi can't imaging doing Spider-Man 4 without Kirsten Dunst, Mtv. URL consultato il 10 agosto 2010.
  20. ^ (EN) Sony Rebooting Spider-Man in 2012!, Superherohype, 12 gennaio 2010. URL consultato il 12 gennaio 2010.
  21. ^ Il nuovo Spider-Man sarà in 3-D, uscirà a luglio 2012, Badtaste, 12 gennaio 2010. URL consultato il 12 gennaio 2010.
  22. ^ Andrea Francesco Berni, Oz: the Great and Powerful è il prossimo film di Sam Raimi in badtaste.it, 7 ottobre 2010. URL consultato il 13 luglio 2012.
  23. ^ (EN) Robert Downey Jr. as the Wizard of Oz? in Tribune Company, The Los Angeles Times, 20 aprile 2010. URL consultato il 13 luglio 2012.
  24. ^ Date di uscita per Il grande e potente Oz. URL consultato il 5 luglio 2012.
  25. ^ (EN) Aly Semigran, 'Oz: The Great and Powerful' gets release date: March 8... 2013 in Entertainment Weekly, 25 maggio 2011. URL consultato il 5 luglio 2012.
  26. ^ (EN) Olivia Lyttelton, Danny Elfman Makes Peace With Sam Raimi To Score ‘Oz The Great and Powerful’ in Snagfilm, indieWIRE, 20 giugno 2011. URL consultato il 13 luglio 2012.
  27. ^ (EN) Grammy Museum Audience Questions Take Elfman Back to Boingo & Forward Into the Future, Buzzine, 14 giugno 2011. URL consultato il 13 luglio 2012.
  28. ^ The Underwater Kiss scene from A Chinese Ghost Story & X:WP "The Debt, Part 1"
  29. ^ ENDING A MYTH: RESPONSIBILITIES OF A CREATOR
  30. ^ A Chinese Ghost Story

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84318641 LCCN: nr95006343