Dan Aykroyd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dan Aykroyd nel 2009

Daniel Edward "Dan" Aykroyd, CM (Ottawa, 1º luglio 1952), è un attore, sceneggiatore, musicista e cantante canadese naturalizzato statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Origini e primi passi nello spettacolo[modifica | modifica sorgente]

Nato all'Ottawa General Hospital in una famiglia cattolica, suo padre Samuel Cuthbert Peter Hugh di origine britannica e sua madre Lorraine Hélène (nata Gougeon) è franco-canadese, il giovane Dan decide di entrare in seminario, ma ne viene espulso a diciassette anni, ritenuto inadatto per la vita ecclesiastica. Si iscrive dunque all'Università di Carleton, nella sua città natale, Ottawa per studiare sociologia e criminologia al St. Pius X e alla St. Patrick's High Schools, ma interromperà gli studi prima della laurea.

Nel frattempo cresce l'amore per il palcoscenico e la comicità, tanto da indurlo a iniziare la gavetta come cabarettista in alcuni night-club. Il primo show ideato e interpretato da lui fu "Change for a Quarter" (1972). In breve, grazie alla sua abilità ed al successo ottenuto, ottiene numerose partecipazioni alla televisione canadese.

L'incontro con John Belushi: i Blues Brothers[modifica | modifica sorgente]

A Toronto, Aykroyd incontra per la prima volta il comico statunitense John Belushi, con il quale instaura non solo un solido rapporto lavorativo, ma anche una profonda amicizia. Negli anni seguenti, dal 1975 al 1980, la coppia sarà protagonista del cast originale del celebre show della NBC, il Saturday Night Live, un programma che ha rivoluzionato la televisione americana e che ha lanciato i maggiori talenti comici del cinema statunitense. Nel 1979, Aykroyd e Belushi collaborano anche sul grande schermo, con la commedia 1941 - Allarme a Hollywood di Steven Spielberg, al suo quinto film. Aykroyd interpreta il sergente Frank Tree, capo di alcuni militari che vanno in giro con un tank.

Il 1980 proietta i due nella storia del cinema: è l'anno, infatti, del geniale film-musical di John Landis The Blues Brothers, scritto dal regista insieme allo stesso Aykroyd. I due interpretano i fratelli Jake (Belushi) ed Elwood (Aykroyd) Blues, due personaggi nati per alcuni sketch del SNL, che diventano in breve tempo famosi in tutto il mondo, inconfondibili nelle loro tenute nere e occhiali da sole.

Viene anche formata una vera e propria band blues di grande successo denominata Blues Brothers Band, che ha dato alla luce un disco con la partecipazione dei due attori: Aykroyd ama molto il genere, e qualche volta si è unito alla band in occasione di alcuni tour. Nello stesso anno, John Belushi lascia il Saturday Night Live: scomparirà prematuramente neanche due anni dopo, il 5 marzo 1982, per un'overdose. Poco dopo, anche Dan lascia lo show, sconvolto dalla morte del "fratello", e si dedica interamente al cinema.

We Are The World[modifica | modifica sorgente]

Nel 1985 partecipò ad USA for Africa, un supergruppo di 45 celebrità della musica pop tra cui Michael Jackson, Lionel Richie, Billy Joel, Stevie Wonder e Bruce Springsteen, cantando We Are the World prodotta da Quincy Jones e incisa a scopo benefico. I proventi raccolti con We Are the World furono devoluti alla popolazione dell'Etiopia, afflitta in quel periodo da una disastrosa carestia. Il brano vinse il Grammy Award come "canzone dell'anno", come "disco dell'anno", e come "miglior performance di un duo o gruppo vocale pop". Nel 1989 partecipa anche al video musicale Liberian Girl dello stesso Michael Jackson.

Il cinema[modifica | modifica sorgente]

La lunga carriera d'attore di Dan Aykroyd è iniziata quando ancora militava nel cast del SNL. Il suo primo film è stato Love at First Sight (1977) in cui ha interpretato un giovane innamorato affetto da cecità. Proseguirà con una serie di pellicole girate con l'amico John Belushi come The Blues Brothers e I vicini di casa, ma mentre si stavano avviando i nuovi progetti, Belushi muore, costringendo l'attore a posticipare alcuni suoi lavori inizialmente pensati per la coppia dei due comici. Nel 1982, gira il film di Michael Pressman Doctor Detroit (bocciato dalla critica ma apprezzato dai fan dell'attore), sul set del quale incontra la futura moglie, Donna Dixon.

Aykroyd scrive e recita principalmente in commedie tra cui Una poltrona per due (1983) con un esilarante Eddie Murphy e Ghostbusters - Acchiappafantasmi (1984) che ottiene un enorme successo in tutto il mondo ed avrà anche una serie animata e un sequel (Ghostbusters II, mentre il progetto Ghostbusters III non andò in porto dando spazio nel 2009 al videogame con le voci degli attori originali). Il progetto risaliva al 1982, ma la scomparsa di Belushi, che doveva far parte del cast insieme ad Aykroyd stesso e a Eddie Murphy, fece slittare la produzione di due anni. Tra gli attori figura un altro membro del "cast originale" del SNL, Bill Murray.

È nel 1989 che Dan interpreta il suo primo ruolo drammatico nel film di Bruce Beresford A spasso con Daisy, con il quale ottiene subito una nomination all'Oscar come migliore attore non protagonista. Nel 1988 gli viene assegnato un Razzie Award come peggior attore non protagonista dell'anno, per la sua interpretazione in Due palle in buca, e lo stesso ironico premio nel 1991 per Nient'altro che guai, unico film in cui è anche regista e sceneggiatore.

Nonostante il riscontro abbastanza positivo da parte del pubblico per alcuni film come Papà, ho trovato un amico (1991) e per la serie Soul Man (1997), negli anni novanta l'attore non riesce a replicare il successo ottenuto precedentemente. Intanto compare anche nel video musicale della canzone "Per colpa di chi" (1995) di Zucchero. Nel 1998 fa di nuovo coppia con John Landis, dando alla luce il sequel del capolavoro The Blues Brothers, Blues Brothers - Il mito continua (Blues Brothers 2000), ma il risultato è deludente e non regge il paragone con l'originale, soprattutto per l'assenza di John Belushi.

Nel nuovo millennio interpreta alcuni ruoli di secondo piano in pellicole di discreti incassi come Pearl Harbor (2001) e le commedie con Adam Sandler 50 volte il primo bacio (2003) e Io vi dichiaro marito e... marito (2007). Nel 2008, durante un'intervista rilasciata a Toronto, mentre sponsorizza la sua nuova linea di vini e tequila, l'attore afferma che sta preparando, unitamente ai due giovani scrittori (Lee Eisenberg e Gene Stupnitsky), la trama di Ghostbusters III, che avrebbe dovuto essere ultimata nel 2012.

Vita Privata[modifica | modifica sorgente]

Dan Aykroyd ha sposato Donna Dixon nel 1982, la coprotagonista di Doctor Detroit, dalla quale avrà tre figlie (la prima nata nel 1989, le altre due nel 1993 e nel 1998).

La House of Blues[modifica | modifica sorgente]

Nel 1992 Aykroyd, insieme al suo amico Isaac Tigrett (uno dei cofondatori dell'Hard Rock Cafe), ha fondato un catena di locali chiamata House of Blues (letteralmente la "casa del blues"), con l'intento di promuovere la musica blues, molto amata dal comico canadese, e che molta importanza ebbe nella genesi del suo capolavoro, The Blues Brothers. La prima House of Blues della catena fu fondata a Cambridge nel Massachusetts. Anche Jim Belushi partecipa attivamente alla gestione e alla promozione di questa impresa.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Film[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatore[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Membro dell'Ordine del Canada - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine del Canada
«Dalle sue radici nella troupe Second City Comedy per il suo ruolo come uno degli originali Blues Brothers, è diventato un artista di statura internazionale. I personaggi del teatro, cinema e televisione che ha creato hanno portato risate al pubblico di tutto il mondo e il suo status di celebrità ha contribuito al successo di molti eventi di raccolta fondi in Canada. La sua alma mater, la Carleton University di Ottawa, nonché programmi di arte, la salute e la giovinezza a Kingston hanno beneficiato di suo coinvolgimento.»
— nominato il 21 ottobre 1998, investito il 14 aprile 1999[1]

Nel 2002 è stato anche premiato con la "Walk of Fame" canadese.

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Dan Aykroyd è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Sito web del Governatore Generale del Canada: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84962002 LCCN: n80062617