Darkman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darkman
Darkman.png
Darkman in una scena del film
Titolo originale Darkman
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1990
Durata 96 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere azione, fantascienza
Regia Sam Raimi
Soggetto Sam Raimi
Sceneggiatura Sam Raimi, Chuck Pfarrer, Ivan Raimi, Daniel Goldin, Joshua Goldin
Produttore Daryl Kass, Robert G. Tapert
Fotografia Bill Pope
Montaggio Bud S. Smith, David Stiven
Musiche Danny Elfman
Scenografia Randy Ser
Costumi Grania Preston
Trucco Susan Exton-Stranks, Tony Gardner, Larry Hamlin, Marlene Stoller, Roland Blancaflor
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Darkman è un film d'azione fantascientifico del 1990 scritto e diretto da Sam Raimi e interpretato da Liam Neeson.

Ha avuto due sequel prodotti per la TV: Darkman II: Il ritorno di Durant del 1994 e Darkman III: Darkman morirai del 1996.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Los Angeles lo scienziato Peyton Westlake sta compiendo esperimenti su un nuovo tipo di pelle artificiale per aiutare persone con la pelle rovinata da ustioni, ma una volta modellata la pelle ha una durata massima di 99 minuti, dopodiché si liquefa. La sua futura compagna di vita, l'avvocatessa Julie Hastings, rinviene il Memorandum di Bellasarious, un documento che prova che il costruttore Louis Strack ha accordi criminosi con la malavita della città. Difatti Strack è in affari con Robert G. Durant, un sadico lord del crimine che con la sua spietata banda di criminali sta ripulendo i magazzini e le proprietà operaie in riva al fiume (dove si trova anche il laboratorio di Peyton) affinché Strack rada a suolo il posto per costruirci un moderno complesso di grattacieli pieni di posti di lavoro.

Di sera, Peyton e il suo assistente Yakatito scoprono con entusiasmo che la pelle artificiale può durare oltre i 99 minuti se rimane al buio, comprendendo quindi che la pelle è fotosensibile. La loro gioia è di poca durata quando Durant e la sua banda assalgono il laboratorio e uccidono Yakatito a sangue freddo. Dopo aver ritrovato il Memorandum, che Julie aveva lasciato per sbaglio nel laboratorio, la banda di Durant brucia le mani di Peyton facendogli toccare due trasformatori elettrici e lo sfigurano orribilmente immergendogli il volto in una vasca di acido, dopodiché Durant apre una bombola di gas e se ne va lasciando che un uccello-giocattolo attivi il suo accendino facendo saltare in aria il laboratorio proprio quando Julie stava passando per di lì e vede Peyton in fiamme precipitare nel fiume.

In realtà Peyton è miracolosamente sopravvissuto e il suo irriconoscibile corpo completamente ustionato viene recuperato per essere sottoposto ad esperimenti in un istituto medico. Qui i dottori sottopongono Peyton alla tecnica Renger-Veritz, che consiste nel recidere i nervi del tratto spinotalamico per impedire che egli soffra il dolore che proverebbe con tutte le ustioni del suo corpo. L'effetto collaterale di questa operazione è che il livello di adrenalina aumenta provocando la crescita della forza fisica e disturbi psicologici. Difatti non appena Peyton si risveglia, viene colto da un raptus, fugge dall'istituto medico e ritorna nelle rovine devastate del suo laboratorio. Dopo essere riuscito a ristabilire le attrezzature principali per la pelle artificale, egli inizia a ricostruirsi il volto digitalizzando una sua fotografia. Peyton viene in seguito colto da violenti flashback ricorrenti all'assalto da parte di Durant e pianifica la propria vendetta sui criminali che lo hanno deturpato.

Riesce inizialmente ad uccidere brutalmente Rick, un membro della banda, dopodiché inizia a scattare delle fotografie a un altro scagnozzo, Pauly, ricavandosi una maschera di pelle artificiale identica al suo volto. Peyton così finge di essere Pauly e lo incastra prendendo i suoi soldi facendo credere che sia stato il vero ad averli presi, così Durant lo uccide buttandolo da un palazzo. Peyton prova a fare la stessa cosa con Durant, ma l'assalto a Chinatown fallisce e viene costretto a fuggire. Finalmente Peyton riesce a creare una maschera identica al suo volto e così si ricongiunge con Julie, con la scusa che "può uscire dal suo ospedale" ogni 99 minuti. Un giorno mentre si divertono al Luna Park, Peyton viene innervosito alla vista di un fenomeno da baraccone deriso dalle persone e spezza le dita al banchiere di un tiro al segno quando questo si rifiuta di consegnarli un elefante di peluche, dopodiché il tempo della pelle artificiale scade e Peyton corre via.

Julie però lo segue e scopre la verità su Peyton, che continua a sfuggirle temendo di orripilarla con il suo aspetto mostruoso, ma prima di lasciarlo da solo Julie afferma che lo ama lo stesso. Più avanti Julie dice a Strack che non può più venire a trovarlo e dopo aver trovato il Memorandum di Bellasarious sulla sua scrivania, Julie apprende che Strack è in affari con Durant. Julie afferma che Peyton è ancora vivo ma nonostante ciò Strack non rimane impressionato dicendole che finché possiede il Memorandum non può essere sottoposto ad alcuna accusa. Non appena Julie se ne va, Strack contatta Durant e gli ordina di rapirla ed eliminare Peyton. La banda di Durant riesce a rapire Julie e portarla da Strack, ma Peyton reagisce all'attacco e riesce a vendicarsi uccidendo i criminali e Durant a bordo di un elicottero facendolo schiantare all'entrata di una galleria dopo un vertiginoso inseguimento. Dopo aver compiuto la sua vendetta, Darkman si reca da Strack fingendo di essere Durant e ingaggia con lui uno scontro finale al vertice di un suo palazzo in costruzione al termine del quale Darkman riesce ad ucciderlo facendolo precipitare nel vuoto.

Quando scendono dalla struttura, Julie supplica a Darkman di tornare a vivere con lei, ma egli rifiuta ripetendole che il Peyton che conosceva non c'è più. Nella scena finale, Darkman assume le sembianze di un uomo sconosciuto (interpretato da Bruce Campbell) e sfugge da Julie mischiandosi in una folla di gente.

« Io sono tutti gli uomini, e nessuno. Sono dappertutto, e in nessun luogo. Io... Sono... Darkman. »
(Peyton Westlake/Darkman)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il regista John Landis, amico di Raimi, fa un cameo tra i dottori della clinica in cui viene ricoverato Peyton dopo l'incidente.
  • Anche in questo film, come di consueto nella maggior parte delle pellicole di Raimi, compare di sfuggita - nella scena in cui Darkman è appeso su un'autostrada - la vecchia Oldsmobile Delta 88 gialla appartenente alla madre del regista.
  • Poco prima della scena finale, Darkman indossa una maschera con i capelli evidentemente ricci, ma quando viene inquadrato, interpretato da Bruce Campbell, i suoi capelli sono lisci.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema