Paese selvaggio (film 1961)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paese selvaggio
Titolo originale Wild in the Country
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1961
Durata 114 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Philip Dunne
Soggetto J.R. Salamanca
Fotografia William C. Mellor
Montaggio Dorothy Spencer
Musiche Bennie Benjamin, Luigi Creatore, Kenyon Hopkins, Sol Marcus, Hugo Peretti, Ben Weisman, George David Weiss, Fred Wise
Interpreti e personaggi

Paese selvaggio (Wild in the Country) è un film del 1961, diretto da Philip Dunne.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Glen Tyler (Elvis Presley), maltrattato dal padre e dal fratello maggiore, rischia di diventare un delinquente. Viene preso sotto tutela dalla psicologa Irene Sperry che scorge nel problematico ragazzo un inaspettato talento come scrittore. Presto i due si innamorano e in paese cresce lo scandalo. Glen, provocato, causa involontariamente la morte di un giovane e la psicologa, sentendosi in colpa, tenta il suicidio. Durante il processo verrà riconosciuta l'innocenza di Glen, e Irene sarà soccorsa in tempo. Glen mette la testa a posto definitivamente e si iscrive all'università deciso a rincorrere il suo sogno di diventare uno scrittore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]