A Little Less Conversation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A Little Less Conversation
Artista Elvis Presley
Tipo album Singolo
Pubblicazione settembre 1968
Durata 2:28
Dischi 1
Tracce 2
Genere Rock and roll
Rock
Etichetta RCA Records
Produttore Elvis Presley
Elvis Presley - cronologia
Singolo successivo
(1968)

A Little Less Conversation è un brano musicale composto da Mac Davis e Billy Strange che venne originariamente scritto per, ed eseguito da, il cantante statunitense Elvis Presley per la colonna sonora del suo film del 1968 Live a Little, Love a Little. Quando la canzone venne pubblicata su singolo (B-side: Almost in Love), divenne un successo minore negli Stati Uniti. Nel 2002 una versione remixata della canzone ad opera di Junkie XL diventò una hit mondiale, conquistando la vetta delle classifiche di mezzo mondo.

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Versione originale[modifica | modifica sorgente]

A Little Less Conversation venne registrato il 7 marzo 1968 ai Western Recorders Studios di Hollywood, in California. La traccia non venne pubblicata su LP fino al novembre 1970, quando fu inclusa nella compilation low-budget della RCA Camden Almost in Love. Nella sessione del 7 marzo, furono incise svariate take della canzone. La versione su singolo utilizzò la take numero 16, che venne impiegata anche per la colonna sonora del film. La versione pubblicata sull'LP Almost In Love è invece la take n. 10, lunga un secondo in più.

I musicisti in sala d'incisione impiegati nella registrazione del brano furono: Hal Blaine, batteria; Al Casey, chitarra; Larry Knechtel, basso; e Don Randi, pianoforte.[1]

Seconda versione del 1968[modifica | modifica sorgente]

Nel giugno 1968 Elvis Presley ri-registrò la canzone per lo speciale televisivo della NBC a lui dedicato, con l'intenzione di eseguire il brano durante il programma, possibilmente come parte del medley di pezzi tratti dai suoi film. Proprio all'ultimo, però, venne deciso di non utilizzare il brano durante lo show.[2] Alla metà degli anni novanta, Joseph A. Tunzi vendette questa registrazione alla Bertelsmann Music Group che venne inizialmente inclusa nella compilation Memories: The '68 Comeback Special del 1998. Tunzi era stato il primo a documentare l'esistenza di questa registrazione nel suo libro del 1996 Elvis Sessions II: The Recorded Music of Elvis Aron Presley 1953-1977.[3]

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (1968) Posizione
massima
Stati Uniti[4] 69

Rifacimenti e remix[modifica | modifica sorgente]

Junkie XL/JXL[modifica | modifica sorgente]

A Little Less Conversation
Artista Junkie XL
Tipo album Singolo
Pubblicazione maggio 2002
Durata 3:30 (Radio edit)
6:09 (Extended remix)
6:22 (Album version)
Dischi 1
Tracce 2
Genere Big beat
Junkie XL - cronologia
Singolo precedente
Beauty Never Fades
(2002)
Singolo successivo
Breezer
(2003)

A seguito dell'utilizzo del brano nella colonna sonora del film del 2001 Ocean's Eleven - Fate il vostro gioco, la traccia venne remixata da Tom Holkenborg (conosciuto come Junkie XL). Questo remix elettronico comprendeva il cantato di Elvis in un tono di voce più basso, e aggiungeva enfasi alle parti di chitarra del '68, ai fiati, e un suono funky alla batteria. Holkenborg è il primo artista a ricevere autorizzazione dalla Elvis Presley Estate di remixare una canzone di Elvis Presley.[5] La versione elettronica del brano arrivò in vetta alla classifica dei singoli britannici nel 2002, diventando un successo internazionale di grande portata in più di 17 Paesi, raggiungendo la prima posizione in 10 di questi.

Nel 2002 la versione di A Little Less Conversation remixata da Junkie XL fu usata per uno spot del Mondiale di calcio FIFA 2002.[5] Il singolo, accreditato a "Elvis vs. JXL," venne pubblicato in concomitanza allo spot e raggiunse la prima posizione in classifica in più di 20 nazioni.[6]

Circa nello stesso periodo, la compilation greatest hits di Presley intitolata ELV1S 30 No. 1 Hits, era in procinto di essere compilata per la pubblicazione. All'ultimo minuto, A Little Less Conversation (Remix Version), grazie al successo riscosso, venne aggiunta all'album come trentunesimo pezzo. La versione lunga della durata di 6:22 fu accorciata leggermente a 6:09, e questa versione finì nella versione USA dell'album Radio JXL: A Broadcast from the Computer Hell Cabin del 2004.[7]

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2002) Posizione
massima
Stati Uniti 50
Regno Unito 1
Italia 3
Canada 1
Francia 5
Belgio 3
Australia 1
Austria 3
Svizzera 1
Olanda 1
Svezia 1
Norvegia 1
Danimarca 1
Nuova Zelanda 1
Finlandia 6
Germania 8

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jorgensen, Ernst, Elvis Presley, A Life in Music: The Complete Recording Sessions St. Martin’s Press, New York, 1998 p. 243
  2. ^ Master & Session, elvisrecordings.com. URL consultato il 7 gennaio 2012.
  3. ^ Elvis Sessions II: The Recorded Music of Elvis Aron Presley 1953-1977, JAT Publishing, 1996, ISBN 1-88846401-1, Joseph A. Tunzi, Introduction by Al Pachucki, Pag. 139 & 399
  4. ^ [[[:Template:BillboardURLbyName]] Elvis Presley Album & Song Chart History: Billboard Hot 100] in Billboard, Nielsen Business Media, Inc. URL consultato il 6 agosto 2011.
  5. ^ a b Elvis Makes Chart History in BBC News World Edition, British Broadcasting Corporation, 16 giugno 2002. URL consultato il 9 aprile 2011.
  6. ^ Elvis's Legacy —, Infoplease.com, 2007. URL consultato il 7 gennaio 2012.
  7. ^ "Junkie XL." Encyclopedia of Popular Music, 4th ed. Ed. Colin Larkin. Oxford Music Online. 7 April 2011
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock