Elvis: As Recorded at Madison Square Garden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elvis: as Recorded at Madison Square Garden
Artista Elvis Presley
Tipo album Live
Pubblicazione 18 giugno 1972
Dischi 1
Tracce 22
Genere Rock and roll
Country
Rock
Etichetta RCA
Produttore Harry Jenkins, Joan Deary, Felton Jarvis
Registrazione 10 giugno 1972, Madison Square Garden, New York City
Note #11 Stati Uniti
Certificazioni
Dischi di platino 3
Elvis Presley - cronologia
Album precedente
(1972)

Elvis: As Recorded at Madison Square Garden è un album dal vivo registrato durante un concerto di Elvis Presley al Madison Square Garden di New York e pubblicato nel giugno 1972 dalla RCA Records.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

L'esibizione in questione si tenne sabato 10 giugno 1972, il concerto, e l'album seguente tratto da esso, furono pubblicizzati come il primo concerto dal vivo di Elvis a New York City fin dagli anni cinquanta.

Nonostante le molte tracce contenutevi, l'album venne pubblicato su singolo disco, appena una settimana dopo che il concerto aveva avuto luogo per sfruttare il successo di pubblico riscosso.

Il concerto incluso sull'album è lo show serale. Lo show pomeridiano venne anch'esso registrato ma, ad eccezione dell'esecuzione di I Can't Stop Loving You apparsa sulla compilation Welcome to My World del 1977, rimase inedito fino agli anni novanta quando venne pubblicato sul CD An Afternoon in the Garden nel 1997.

All'epoca i quattro concerti consecutivi di Elvis al Madison Square Garden, vennero percepiti come un evento, poiché Presley non si esibiva a New York dagli anni cinquanta. Al concerto furono presenti numerose celebrità e musicisti, tra i quali anche Bob Dylan, Paul Simon, Art Garfunkel, George Harrison, David Bowie, Bruce Springsteen e l'attore Eddie Murphy.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Le recensioni del disco furono in gran parte positive, anche se fu segnalato qualche momento di "routine" e di stanca durante l'esibizione. Infatti, accanto a canzoni che all'epoca stimolavano Elvis maggiormente come Never Been To Spain, The Impossible Dream o For The Good Times, si nota una certa trascuratezza e frettolosità nell'eseguire i vecchi successi rock'n'roll degli anni cinquanta, significativamente raccolti in un medley.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Introduction: Also Sprach Zarathustra (Tema da 2001: Odissea nello spazio)
  2. That's All Right
  3. Proud Mary
  4. Never Been To Spain
  5. You Don't Have To Say You Love Me
  6. You've Lost That Lovin' Feelin'
  7. Polk Salad Annie
  8. Love Me
  9. All Shook Up
  10. Heartbreak Hotel
  11. Medley: ( Let Me Be Your ) Teddy Bear / Don't Be Cruel
  12. Love Me Tender
  13. The Impossible Dream
  14. Introductions By Elvis
  15. Hound Dog
  16. Suspicious Minds
  17. For The Good Times
  18. An American Trilogy
  19. Funny How Time Slips Away
  20. I Can't Stop Loving You
  21. Can't Help Falling in Love
  22. End Theme

Crediti[modifica | modifica sorgente]

  • A&R/Produttori: Harry Jenkins, Joan Deary, Felton Jarvis
  • Al Pachuki e Dick Baxter - Tecnici del suono
  • Dick Baxter e Larry Schnapf - Mastering e supervisione

Note[modifica | modifica sorgente]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock