Philip Dunne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Philip Dunne (New York City, 11 febbraio 1908Malibù, 2 giugno 1992) è stato un regista e sceneggiatore statunitense, molto attivo ad Hollywood tra il 1932 ed il 1965.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a New York, suo padre, Finley Peter Dunne, era un editorialista originario di Chicago, mentre sua madre, Margaret Ives Abbott, era figlia del critico letterario e romanziere Mary Ives Abbott, collaboratrice assidua del Chicago Tribune.

Sebbene di famiglia cattolica, Dunne studiò alla Middlesex School, di stampo protestante, e proseguì alla Harvard University dove finì gli studi nel 1929. Subito dopo il diploma di laurea prese il primo treno per Hollywood e poco tempo dopo scrisse la sua prima sceneggiatura, non accreditato, per la pellicola del 1932 Me and My Gal, mentre la sua prima sceneggiatura accreditata fu per la pellicola del 1934 Il Conte di Montecristo del regista Rowland V. Lee. Dopo aver collaborato con diversi studios, passò nel 1937 alla 20th Century Fox, con la quale avrebbe lavorato, tranne pochi intervalli, ininterrottamente per 25 anni, scrivendo la sceneggiatura di 36 pellicole e dirigendone 10.

Dunne fu uno dei dirigenti della Screen Writers Guild, il sindacato degli sceneggiatori hollywoodiani fondato nel 1933, e dopo la Seconda guerra mondiale scrisse discorsi elettorali per i candidati democratici alla presidenza, quali Adlai Stevenson e John F. Kennedy.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista (parziale)[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore (parziale)[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Philip Dunne, Take Two. A Life in Movies and Politics, New York, Limelight, 1992.

Controllo di autorità VIAF: 64201286 LCCN: n80014834