Derby di Milano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il locale storico di Milano, vedi Derby Club.

1leftarrow.pngVoce principale: Derby calcistici in Lombardia.

Il nerazzurro Sandro Mazzola e il rossonero Gianni Rivera prima di un derby di Milano

Il derby di Milano è la stracittadina calcistica che riguarda la città di Milano, mettendo di fronte l'Inter e il Milan. Colloquialmente è detto anche derby della Madonnina, poiché la statua della Madonna Assunta posta in cima al Duomo di Milano rappresenta il simbolo architettonico identificativo del capoluogo lombardo.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

« Va da sé che tutti gli onesti cacciabauscioni si augurino di poter vedere il meglio da una parte e dall'altra. E per quanto riguarda i pronostici, se ne fanno millanta che tutta notte canta e quindi sono indotto ad augurarmi che le nostre beneamate giochino ciascuna facendo conto dei propri schemi, non accentuando la parte difensiva (d'interdizione e di anticipo) così da limitare l'incidenza della tattica alle sole mosse iniziali. L'augurio è di parte, se capiss: in sostanza vorrei che un'eventuale vittoria non fosse propiziata da troppo marchiani errori tattici. Aggiungo che un'eventuale vittoria, tira molla messeda, viene esclusa (magari a torto) dalla ragione e dal cuore: vedo un pareggio tenendo la coda tra i denti: ammetto comunque che il calcio non è mai logico a priori e quindi cade ogni possibile ragionamento per raffinato e sofistico che sia. Resta l'elemento fortuna... »
(Gianni Brera, Il Giornale, 28 ottobre 1979[1])
I fratelli Baresi, Beppe e Franco. Capitani l'uno dell'Inter e l'altro del Milan, furono protagonisti dei derby meneghini dagli anni settanta ai novanta del Novecento.

La cultura popolare voleva che il tifo per l'Inter fosse per i borghesi, a differenza della sua rivale cittadina, il Milan, supportata invece dalle classi popolari. Infatti, i tifosi dell'Inter soprannominavano i sostenitori rivali del Milan "casciavìt", che in milanese significa "cacciaviti", proprio per indicare l'origine operaia della maggior parte dei tifosi rossoneri, mentre i milanisti chiamavano i loro cugini "baùscia", termine milanese che significa "sbruffone", per indicare uno degli stereotipi dei milanesi, essendo allora la tifoseria nerazzurra composta perlopiù dalle classi altolocate.[2][3] Questo divario tra le due tipologie di tifosi andrà spegnendosi sul finire degli anni sessanta insieme alla riconfigurazione dell'assetto sociale e economico dell'Italia e della realtà lombarda, sino a essere ormai inutilizzabile se non per ragioni puramente di sfottò.

A livello di palmarès si tratta di uno dei match di maggior prestigio nel panorama europeo e dei più prestigiosi in quello mondiale. Le due squadre contendenti sono, infatti, le uniche formazioni europee di una stessa città ad aver vinto la Coppa Campioni. Nerazzurri e rossoneri hanno anche vinto il titolo mondiale per club (quattro volte il Milan e tre l'Inter), cosa che accomuna Milano alla spagnola Madrid (con Atlético e Real) quali uniche due città a poter vantare due società laureatesi campioni del mondo.

Coreografie delle curve nerazzurre e rossonere in occasione delle stracittadine del terzo millennio.
Coreografie delle curve nerazzurre e rossonere in occasione delle stracittadine del terzo millennio.
Coreografie delle curve nerazzurre e rossonere in occasione delle stracittadine del terzo millennio.

Le due squadre si sono affrontate due volte nella massima competizione continentale per club, la Champions League: la prima volta nella stagione 2002-2003, in semifinale (record superato solo dal derbi madrileño, finale nell'edizione 2013-2014), e nel 2004-2005 ai quarti di finale; entrambi gli scontri videro prevalere il Milan, prima con un doppio pareggio (0-0 in casa del Milan e 1-1 al ritorno) grazie alla regola dei gol fuori casa, e dopo con due vittorie (2-0 e poi 3-0 a tavolino dopo le contestazioni dei tifosi nerazzurri sul parziale di 1-0). In due occasioni la partita, caso raro tra le stracittadine italiane, ha inoltre assegnato un trofeo ufficiale, sollevato entrambe le volte dal Milan: la prima il 3 luglio 1977, nella finale di Coppa Italia giocata a San Siro e vinta 2-0 dai rossoneri, e la seconda il 6 agosto 2011, quando a Pechino i diavoli prevalsero 2-1 e fecero loro la Supercoppa italiana.

Nonostante l'accesa rivalità, negli ultimi anni il derby di Milano si è contraddistinto per la totale assenza di violenza tra le due tifoserie che, pur non godendo di buoni rapporti, non ha visto scontri tra le curve grazie anche all'accordo stipulato dalle stesse.

Prima della scissione di parte dei dirigenti del Milan e la conseguente nascita dell'Inter, il principale derby di Milano era quello tra i rossoneri e la Milanese, società fondata nel 1902 e arrivata per due volte seconda in campionato, la quale subirà la fusione con l'Inter nel 1928, per volontà del regime fascista all'epoca al potere, dando origine all'Ambrosiana-Inter (come verrà ribattezzata alcuni anni dopo). Altre stracittadine vennero disputate con la SEF Mediolanum (1904) e l'Enotria Goliardo (1908), club meneghini che militarono nella massima serie lungo tutti gli anni dieci e venti del Novecento.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista dei risultati del derby di Milano.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Nelle tabelle è illustrata la storia degli incontri, ufficiali e non, disputati dalle prime squadre di Inter e Milan.

Partite ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Totale gare
disputate
Vittorie
dell'Inter
Pareggi Vittorie
del Milan
Reti
dell'Inter
Reti
del Milan
Serie A 161 60 51 50 224 208
Altre edizioni 22 8 3 11 40 36
Totale campionato 183 68 54 61 264 244
Campionato Alta Italia 2 1 0 1 3 3
Coppa Italia 23 7 7 9 22 32
Supercoppa Italiana 1 0 0 1 1 2
Totale nazionale 209 76 61 72 290 281
UEFA Champions League 4 0 2 2 1 6
Totale ufficiale 213 76 63 74 291 287
  • Dati aggiornati al 23 novembre 2014.

Partite non ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Totale gare
disputate
Vittorie
dell'Inter
Pareggi Vittorie
del Milan
Reti
dell'Inter
Reti
del Milan
Tornei nazionali (90') 63 21 10 32 112 143
Tornei nazionali (45') 14 7 5 2 11 4
Totale nazionale 77 28 15 34 123 147
Tornei internazionali 6 2 1 3 11 11
Totale non ufficiale 83 30 16 37 134 158

Partite complessive[modifica | modifica wikitesto]

Totale gare
disputate
Vittorie
dell'Inter
Pareggi Vittorie
del Milan
Reti
dell'Inter
Reti
del Milan
Competizioni ufficiali 213 76 63 74 291 287
Competizioni non ufficiali 83 30 16 37 134 158
Totale assoluto 296 106 79 111 425 445
  • Dati aggiornati al 23 Novembre 2014.
Legenda

Partite ufficiali

  • Serie A: s'intendono le partite delle edizioni di campionato italiano di calcio a girone unico dal 1929 al 1943 e dal 1946 a oggi.
  • Altre edizioni: s'intendono le partite delle edizioni del campionato italiano di calcio non denominate Serie A (dal 1909 al 1929 e nel 1945-46).
  • Totale campionato: aggregazione dei dati precedenti. Il derby di Milano ha caratterizzato 91 edizioni del campionato italiano di calcio. La sfida si è sempre svolta in gare di andata e ritorno, a eccezione del 1909 per disposizione del regolamento del torneo, del 1915 per lo scoppio della Prima guerra mondiale, e del 1945-46, quando ci sono stati complessivamente 4 incontri (2 nel Campionato Alta Italia, e 2 nel Girone Finale Nazionale).
  • Campionato Alta Italia: manifestazione ufficialmente nota come Divisione Nazionale 1943-1944, disputatasi durante la stagione 1943-44 e riconosciuta a livello onorifico dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio nel 2002.
  • Coppa Italia: il derby di Milano ha caratterizzato 13 edizioni della coppa nazionale italiana. Nel 1977 ne ha costituito la finale, vinta dal Milan.
  • Supercoppa italiana: il derby di Milano è stato disputato per la conquista della Supercoppa italiana di calcio 2011.
  • Totale nazionale: aggregazione dei dati precedenti (competizioni ufficiali nazionali).
  • UEFA Champions League: il derby di Milano ha caratterizzato due edizioni della massima competizione continentale, una volta in semifinale e una nei quarti di finale. La gara di ritorno di quest'ultima occasione fu sospesa per intemperanze del pubblico nerazzurro, e il risultato del campo, già favorevole ai rossoneri per uno a zero, fu aumentato a tavolino a tre a zero dalla commissione disciplinare della UEFA.
  • Totale ufficiale: aggregazione dei dati precedenti (competizioni ufficiali nazionali e internazionali).

Partite non ufficiali

  • Tornei nazionali (90'): In questa sezione sono indicate le gare di novanta minuti disputate in manifestazioni nazionali non ufficiali quali la Coppa Firpi 1909-10 (1), la Scarpa Radice 1913-14 (2), la Coppa Gazzetta dello Sport 1915-16 (2), la Coppa Federale 1915-1916 (2), la Coppa Regionale Lombarda 1916-17 (2), la Coppa Mauro 1917-1919 (5), la Coppa Giuriati 1918-19 (1), la Coppa Biffi 1918-19 (1), la Coppa Lombardi e Macchi 1924-1929 (5), la Palla d'oro 1930-31 (1), la Coppa Pozzani 1931-32 (2), la Coppa del Primato cittadino 1935-1943 (8), la Coppa Monti 1944-45 (3), il Torneo Benefico Lombardo 1944-45 (2), la Coppa Pasinetti 1953-54 (1), il Trofeo Città di Milano 1962-1969 (2) e il Trofeo Luigi Berlusconi 1992-93 (1).
  • Tornei nazionali (45'): In questa sezione sono indicate le gare di quarantacinque minuti disputate in manifestazioni nazionali non ufficiali quali il Memorial Giorgio Ghezzi (2) e il Trofeo TIM (12).
  • Totale nazionale: aggregazione dei dati precedenti (competizioni non ufficiali nazionali).
  • Tornei internazionali: In questa sezione sono indicate le gare disputate in manifestazioni internazionali non ufficiali quali la Coppa Chiasso 1908 (1), il Torneo Città di New York 1968-69 (1), il Mundialito Clubs 1980-1987 (3) e il World Football Challenge 2009 (1).
  • Totale non ufficiale: aggregazione dei dati precedenti (competizioni non ufficiali nazionali e internazionali).

Partite complessive

  • Competizioni ufficiali: vedi Totale ufficiale.
  • Competizioni non ufficiali: vedi Totale non ufficiale.
  • Totale assoluto: aggregazione dei dati precedenti (competizioni ufficiali e non ufficiali).

Cannonieri[modifica | modifica wikitesto]

Andriy Shevchenko Nike Clash Collection.JPG Giuseppe Meazza 1935.jpg
Il milanista Andriy Shevchenko, marcatore assoluto del derby (14), e Giuseppe Meazza, il maggiore goleador dei nerazzurri (12).

Di seguito è riportato l'elenco dei principali cannonieri in tutte le gare ufficiali della stracittadina milanese:

Posizione Nome Squadra Reti
1 Ucraina Andriy Shevchenko Milan Milan 14
2 Italia Giuseppe Meazza Inter Inter 12 - Milan Milan 1 13
3 Svezia Gunnar Nordahl Milan Milan 11
Ungheria István Nyers Inter Inter
5 Italia Enrico Candiani Inter Inter 7 - Milan Milan 3 10
6 Brasile Italia José Altafini Milan Milan 7
Italia Alessandro Altobelli Inter Inter
Italia Roberto Boninsegna Inter Inter
Italia Benito Lorenzi Inter Inter
Belgio Louis Van Hege Milan Milan
11 Italia Aldo Boffi Milan Milan 6
Italia Aldo Cevenini Milan Milan 4 - Inter Inter 2
Argentina Italia Attilio Demaría Inter Inter
Svezia Zlatan Ibrahimović Inter Inter 2 - Milan Milan 4
Italia Sandro Mazzola Inter Inter
Argentina Diego Milito Inter Inter
Italia Pietro Serantoni Inter Inter
  • Dati aggiornati al 24 febbraio 2013.
  • In grassetto i calciatori ancora in attività.

Presenze[modifica | modifica wikitesto]

PaoloMaldini.jpg Javier Zanetti - Inter Mailand (1).jpg
Il rossonero Paolo Maldini, giocatore con più presenze in assoluto nel derby (56), e Javier Zanetti, calciatore più presente tra gli interisti (47).

Di seguito è riportato l'elenco dei giocatori che sono scesi in campo almeno trenta volte nella stracittadina milanese:

Posizione Nome Squadra Presenze
1 Italia Paolo Maldini Milan Milan 56
2 Argentina Javier Zanetti Inter Inter 47
3 Italia Giuseppe Bergomi Inter Inter 44
4 Italia Alessandro Costacurta Milan Milan 43
5 Italia Gianni Rivera Milan Milan 42
6 Italia Giacinto Facchetti Inter Inter 40
Italia Alessandro Mazzola Inter Inter 40
Italia Giuseppe Meazza Inter Inter 37 - Milan Milan 3 40
9 Italia Franco Baresi Milan Milan 39
10 Italia Mauro Tassotti Milan Milan 35
11 Italia Tarcisio Burgnich Inter Inter 34
12 Italia Giuseppe Baresi Inter Inter 33
Italia Mario Corso Inter Inter 33
14 Italia Marco Sala Milan Milan 31 - Inter Inter 1 32
15 Paesi Bassi Clarence Seedorf Inter Inter 7 - Milan Milan 24 31
Italia Luigi Perversi Milan Milan 31
  • Dati aggiornati al 22 dicembre 2013.
  • In grassetto i calciatori ancora in attività.

Record[modifica | modifica wikitesto]

24 febbraio 1963: dopo 13 secondi di gioco, l'interista Sandro Mazzola realizza il gol più veloce di sempre nella storia della stracittadina.

Il primo derby assoluto fra Inter e Milan fu un'amichevole disputata il 18 ottobre 1908 in Svizzera, a Chiasso, terminata con la vittoria per 2-1 dei rossoneri.[4] Nei decenni seguenti, a questa sfida che ebbe luogo fuori dai confini italici ne seguirono altre tre: il 29 giugno 1969, un'amichevole a New York si concluse con la vittoria del Milan sull'Inter per 6-4; il 26 luglio 2009 un'altra amichevole, questa volta a Foxborough, si chiuse 2-0 in favore dei nerazzurri; il 6 agosto 2011 ci fu infine la finale di Supercoppa italiana giocata a Pechino e vinta 2-1 dai rossoneri.

La stracittadina con più marcature è stata quella del 6 novembre 1949, valevole per il campionato, conclusasi sul punteggio di 6-5 per l'Inter.[4] Lo scarto maggiore tra le due squadre è quello registrato nel derby di Serie A dell'11 maggio 2001, terminato 6-0 in favore dei rossoneri;[4] in Coppa Italia è ancora il Milan a vantare la più larga vittoria, col 5-0 dell'8 gennaio 1998.

Il milanista José Altafini, unico a siglare una quaterna nel derby del 27 marzo 1960.

Il gol più veloce nella storia del derby di Milano è stata messa a segno il 24 febbraio 1963 (1-1) dal nerazzurro Sandro Mazzola, dopo 13 secondi di gioco;[4] il "velocista" rossonero è invece José Altafini, a rete dopo 25 secondi il 26 marzo 1961, in Inter-Milan 1-2.[5] Sempre Altafini è l’unico giocatore ad aver messo a referto una quaterna: accadde il 27 marzo 1960, nel 5-3 appannaggio del Milan.[4]

L'interista Walter Samuel, con la vittoria nella stracittadina di campionato del 7 ottobre 2012 per 0-1, ottenuta proprio grazie a una sua marcatura, ha conquistato il singolare primato di 10 vittorie consecutive su 11 derby da lui giocati in massima serie. Il difensore argentino non ha vinto soltanto l'undicesima e ultima stracittadina che ha disputato in Serie A, quella del 4 maggio 2014 (Milan-Inter 1-0).[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Milan-Inter: 11 cose del derby che non sapete, storiedicalcio.altervista.org.
  2. ^ Elena Pigozzi, Come difendersi dai Milanesi, Firenze, Giunti [1998], 2006, pp. 128.
  3. ^ Fabio Monti, Originalità e differenze. La Milano-story nerazzurra in Corriere della Sera, 4 marzo 2011, p. 66.
  4. ^ a b c d e Gol, emozioni e record del derby lungo un secolo in La Gazzetta dello Sport, 12 febbraio 2009.
  5. ^ Pato fa lo sprinter ma il record è di Mazzola in ilgiornale.it, 3 aprile 2011.
  6. ^ Inter, Samuel "colpisce" ancora in Sportmediaset,it, 8 ottobre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enrico Tosi; Gianmichele Ottina, Milan-Inter 100 anni di derby, Libreria dello Sport, 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]