Mohamed Kallon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mohamed Kallon
Dati biografici
Nome Mohamed Ajay Kallon
Nazionalità Sierra Leone Sierra Leone
Altezza 177 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Kallon Kallon
Carriera
Squadre di club1
1993-1994 Old Edwardians Old Edwardians 13 (4)
1994-1995 Al-Tadamon Al-Tadamon 24 (15)
1995 Spanga Spånga 24 (15)
1995-1997 Lugano Lugano 53 (20)
1997 Bologna Bologna 2 (0)
1997-1998 Genoa Genoa 26 (10)
1998-1999 Cagliari Cagliari 26 (8)
1999-2000 Reggina Reggina 30 (11)
2000-2001 Vicenza Vicenza 24 (8)
2001-2004 Inter Inter 42 (14)
2004-2005 Monaco Monaco 34 (11)
2005-2006 Al-Ittihad Al-Ittihad  ? (?)
2006-2007 Monaco Monaco 14 (2)
2008 AEK Atene AEK Atene 8 (3)
2009-2010 Kallon Kallon 11 (2)
2010 Shaanxi Chanba Shaanxi Chanba 21 (7)
2010-2012 Viva Kerala Viva Kerala 65 (15)
2012- Kallon Kallon 0 (0)
Nazionale
1995- Sierra Leone Sierra Leone 35 (14)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 settembre 2012

Mohamed Ajay Kallon (Freetown, 6 ottobre 1979) è un calciatore sierraleonese, attaccante del Kallon e della Nazionale sierraleonese.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Inizia giovanissimo la carriera nella seconda serie del suo paese mettendosi subito in luce. Acquistato dalla società svizzera del Lugano, segna 5 reti nel suo primo campionato in Svizzera. L'anno successivo segna una sola rete in 20 partite, ma viene comunque acquistato dalla società italiana dell'Inter, che lo gira in prestito al Bologna. Esordisce in Serie A nel 1997 con la società rossoblù, passando poi nel novembre dello stesso anno al Genoa in Serie B, dove si mette in mostra segnando 10 reti.

Nel 1998 passa in prestito al Cagliari e l'anno successivo alla Reggina, suo il primo storico gol nella massima serie per i calabresi, realizzato all'esordio al Delle Alpi contro la Juventus; con la Reggina realizza 11 reti. Nel 2000 passa in compartecipazione tra al Vicenza, che a fine stagione retrocederà.

Kallon approda in nerazzurro nel 2001, giocando gran parte del campionato a causa degli infortuni degli attaccanti titolari,[senza fonte] realizzando 15 reti tra campionato e coppe in cui gioca in coppia con Nicola Ventola. L'anno successivo segna 5 reti in 9 partite di campionato, chiuso dalla folta rosa di attaccanti dell'Inter,[senza fonte] mentre nel 2003-2004 disputa soltanto 5 gare: il 27 settembre 2003 è trovato positivo al nandrolone dopo un controllo anti-doping e viene squalificato per 6 mesi.[1]

Nella stagione seguente passa al Monaco, dove gioca da titolare segnando 14 reti. Nel 2005 approda in prestito all'Al-Ittihad, in Arabia Saudita. Nel gennaio 2008 passa all'AEK Atene, dove gioca uno stralcio di stagione, realizzando peraltro 3 gol in 11 presenze. Dopo aver disputato una stagione con l'Al-Shabab, club degli Emirati Arabi Uniti, ritorna in patria per giocare nel Kallon Football Club, squadra militante nella prima divisione del campionato della Sierra Leone[2] da lui stesso acquistata nel 2002 per 30.000 dollari[3].

Il 2 marzo 2010 si accorda con lo Shaanxi Chanba, arrivando a giocare nel campionato cinese. Alla fine dell'anno lascia il club[4]. L'anno successivo viene ingaggiato dal Viva Kerala, club militante nella I-League, la massima serie indiana. Dal 2012 milita nel Kallon Football Club, squadra che ha acquisito nel 2002 per 30.000 dollari, e di cui è presidente.[5] In un'intervista rilasciata al Giornale, nel luglio 2013, Kallon dimostra come è attento al proprio paese e si candida per la guida della federazione della propria nazione [6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Repubblica.it/sport/calcio/serie_a: Nuovo caso di doping Kallon trovato positivo
  2. ^ Filippo Maria Ricci, Nigeria avanti tutta. Sud Africa nei guai, La Gazzetta dello Sport, 23 giugno 2008. URL consultato il 14 luglio 2011.
  3. ^ Fabiana Della Valle, Kallon diventa una squadra. "Lo ha voluto la mia gente", La Gazzetta dello Sport, 7 febbraio 2010. URL consultato il 14 luglio 2011.
  4. ^ Fabrizio Romano, Ricordate Kallon? Ecco una nuova avventura, FC Inter News, 24 dicembre 2010. URL consultato il 14 luglio 2011.
  5. ^ http://www.fifa.com/en/comp/index/0,2442,130152,00.html?comp=CWC&year=2007&articleid=130152
  6. ^ Kallon si candida alla guida della federazione calcistica del proprio paese

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 122077186