Football Club Internazionale Milano 2002-2003

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
F.C. Internazionale Milano S.p.A.
Stagione 2002-2003
Allenatore Argentina Héctor Cúper
All. in seconda Argentina Mario Gómez
Presidente Italia Massimo Moratti
Seria A 2ª (in Champions League)
Champions League Semifinali
Coppa Italia Ottavi di finale
Maggiori presenze Campionato: Zanetti (34)
Totale: J.Zanetti (53)
Miglior marcatore Campionato: Vieri (24)
Totale: Vieri (27)
Maggior numero di spettatori 76.854 vs. Milan Milan (13 maggio 2003)
Minor numero di spettatori 54.825 vs. Perugia Perugia (24 maggio 2003)
Media spettatori 61 943 (Campionato)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 2002-2003.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Moratti concesse giustamente a Cúper la stagione della rivincita. Christian Vieri, che sarà il capocannoniere del torneo con 24 gol, fu affiancato in attacco dall'argentino Hernán Crespo, acquistato dalla Lazio in sostituzione di Ronaldo, ceduto al Real Madrid, per la cifra di 52 milioni di euro, su sua richiesta a causa di insanabili contrasti con l'allenatore.[1][2] Vennero inoltre ceduti Ventola, in prestito al Siena, Seedorf al Milan in cambio di Coco (riguardo allo scambio la prima proposta del Milan fu il talentuoso trequartista Rui Costa ma Cuper si oppose al suo trasferimento e chiese il terzino sinistro),[3] Adriano e Greško al Parma (il primo in comproprietà, il secondo a titolo definitivo), Šimić al Milan e vennero presi il centrocampista Almeyda e il difensore della nazionale Fabio Cannavaro dal Parma,[4] il già citato Crespo, il trequartista Domenico Morfeo dalla declassata Fiorentina mentre dalla Primavera venne promosso il terzino sinistro Giovanni Pasquale.

In campionato l'Inter si classificò al secondo posto, preceduta dalla Juventus: la svolta fu segnata dallo scontro diretto di Torino, che i bianconeri vinsero per 3-0. Tre domeniche più tardi, l'Inter mancò il possibile aggancio perdendo 2-1 contro l'Udinese.[5]

In Champions League, partì dal terzo turno preliminare eliminando lo Sporting Lisbona (0-0 in Portogallo, 2-0 a San Siro): superò quindi le due fasi a gironi (il 19 marzo 2003, a Leverkusen, Obafemi Martins divenne il più giovane marcatore interista in campo europeo). Eliminò il Valencia nei quarti di finale, con una vittoria casalinga per 1-0 e una sconfitta esterna per 2-1: Vieri, infortunatosi nella gara di ritorno, fu autore di tutte le reti nerazzurre.[6] Uscì in semifinale contro i rivali cittadini del Milan, nel primo derby di Milano in ambito europeo. L'andata si concluse senza reti, mentre al ritorno Andriy Shevchenko sbloccò il punteggio al 43': Martins pareggiò nei minuti finali, ma i rossoneri superarono il turno per la regola dei gol fuori casa.[7]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2002-2003 fu la Nike, mentre lo sponsor ufficiale fu Pirelli.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza maglia

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Massimo Moratti
  • Vice Presidente: Giacinto Facchetti
  • Amministratore delegato: Rinaldo Ghelfi
  • Segretario Generale: Luciano Cucchia
  • Direttore Generale: Massimo Moretti
  • Responsabile amministrativo: Paolo Pessina
  • Direttore organizzativo: Guido Susini
  • Consigliere delegato inter-active: Jefferson Merlin Slack

Area comunicazione

  • Direttore comunicazione e team manager: Bruno Bartolozzi
  • Direttore editoriale: Susanna Wermelinger
  • Ufficio Stampa: Giuseppe Sapienza

Area tecnica

  • Direttore tecnico: Gabriele Oriali
  • Direttore sportivo: Giuliano Terraneo
  • Allenatore: Héctor Cúper
  • Allenatore in seconda: Mario Gómez
  • Consulente scientifico: Gian Nicola Bisciotti
  • Preparatore atletico: Juan Manuel Alfano e Claudio Gaudino

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Franco Combi
  • Medico sociale: Fabio Forloni
  • Massofisioterapisti: Marco Morelli, Silvano Cotti, Massimo Della Casa, Marco Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[8]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Francesco Toldo
2 Colombia D Iván Córdoba
3 Sierra Leone A Mohammed Kallon
4 Argentina D Javier Zanetti (C)
5 Turchia C Emre Belözoğlu
6 Italia C Cristiano Zanetti
7 Portogallo C Sérgio Conceição
8 Spagna C Francisco Farinós
9 Argentina A Hernán Crespo
10 Italia C Domenico Morfeo
11 Argentina C Andrés Guglielminpietro
12 Italia P Alberto Fontana
13 Italia D Fabio Cannavaro
14 Italia C Luigi Di Biagio
15 Italia D Daniele Adani
16 Uruguay D Gonzalo Sorondo
17 Italia D Michele Serena
18 Francia C Stéphane Dalmat
N. Ruolo Giocatore 600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png
19 Argentina A Gabriel Batistuta[9]
20 Uruguay A Álvaro Recoba
22 Turchia C Okan Buruk
23 Italia D Marco Materazzi
24 Paraguay D Carlos Gamarra
25 Argentina C Matías Almeyda
26 Italia D Giovanni Pasquale[10]
27 Francia P Mathieu Moreau
30 Nigeria A Obafemi Martins[10]
31 Argentina D Nelson Vivas
32 Italia A Christian Vieri
39 Italia D Salvatore Ferraro[11]
40 Italia D Luca Franchini[10]
41 Italia C Nicola Napolitano[10]
77 Italia D Francesco Coco
- Italia C Nicola Beati[10]
- Italia C Mario Rebecchi[10]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti[12]
R. Nome da Modalità
D Daniele Adani Fiorentina Fiorentina svincolato
D Fabio Cannavaro Parma Parma definitivo (23 milioni €)[4]
D Francesco Coco Milan Milan definitivo
C Matías Almeyda Parma Parma definitivo
C Domenico Morfeo Fiorentina Fiorentina svincolato
A Hernán Crespo Lazio Lazio definitivo (30 milioni €)
A Bernardo Corradi Chievo Chievo definitivo
Cessioni[12]
R. Nome a Modalità
D Vratislav Greško Parma Parma definitivo
D Dario Šimić Milan Milan definitivo
C Clarence Seedorf Milan Milan definitivo
A Nicola Ventola Siena Siena prestito
A Adriano Parma Parma compartecipazione
A Ronaldo Real Madrid Real Madrid definitivo
A Bernardo Corradi Lazio Lazio definitivo

Sessione invernale (dal 2/1 all'1/2)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti[12]
R. Nome da Modalità
A Gabriel Batistuta Roma Roma prestito
Cessioni[12]
R. Nome a Modalità
C Francisco Farinós Villarreal Villarreal prestito[13]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Serie A 2002-2003.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]


















Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]


















Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Coppa Italia 2002-2003.


Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi UEFA Champions League 2002-2003.

Preliminari[modifica | modifica wikitesto]



Prima fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]







Seconda fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]







Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]



Semifinale[modifica | modifica wikitesto]



Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Marcatori[modifica | modifica wikitesto]

27 gol

16 gol

12 gol

7 gol

5 gol

4 gol

3 gol

2 gol

1 gol

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ronaldo al Real Madrid, Crespo all'Inter in La Gazzetta dello Sport, 31 agosto 2002. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  2. ^ Ronaldo e Cuper, storia di un feeling mai nato in Corriere della Sera, 4 settembre 2002. URL consultato il 1º maggio 2011.
  3. ^ Cuper non volle Rui Costa nell'operazione Seedorf in Corriere della Sera, 23 ottobre 2003. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  4. ^ a b L' Inter vince il primo derby: preso Cannavaro in Corriere della Sera, 8 agosto 2002. URL consultato il 1º febbraio 2012.
  5. ^ L'Inter si sveglia tardi e resta a secco in Corriere della Sera, 24 marzo 2003. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  6. ^ L' Inter va in semifinale, ma perde Vieri in Corriere della Sera, 23 aprile 2003. URL consultato il 29 maggio 2013.
  7. ^ Zanetti dà l'anima. «Chino» disastroso in Corriere della Sera, 14 maggio 2003. URL consultato il 2 settembre 2010.
  8. ^ Panini, 26-27-28-29
  9. ^ Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  10. ^ a b c d e f Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  11. ^ Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  12. ^ a b c d Acquisti e cessioni dell'Inter 2002/03. URL consultato il 18 novembre 2011.
  13. ^ Ufficiale: Farinos dall'Inter al Villareal, 30 dicembre 2002.
  14. ^ Giornata rinviata per problemi sui diritti televisivi delle squadre.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatori 2002-03, Modena-Milano, Panini-L'Unità.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]