Niamey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Niamey
distretto capitale
Niamey – Veduta
Localizzazione
Stato Niger Niger
Amministrazione
Amministratore locale Oumarou Dogari Moumouni
Territorio
Coordinate 13°31′17″N 2°06′19″E / 13.521389°N 2.105278°E13.521389; 2.105278 (Niamey)Coordinate: 13°31′17″N 2°06′19″E / 13.521389°N 2.105278°E13.521389; 2.105278 (Niamey)
Altitudine 239,30 m s.l.m.
Superficie 670[1] km²
Abitanti 1 004 000[2] (2009)
Densità 1 498,51 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Niger
Niamey

Niamey è la capitale del Niger, nonché la prima città del paese per dimensioni e importanza culturale ed economica.

La città sorge sul fiume Niger, prevalentemente sulla riva destra, in una regione di coltivazione delle arachidi. L'industria manifatturiera riguarda in particolare mattoni, prodotti in ceramica e tessili.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Niamey venne probabilmente fondata nel XVIII secolo, ma ebbe poca importanza per l'area fino a quando i francesi non vi costruirono una postazione coloniale negli anni 1890. Nel 1926 Niamey divenne la capitale del Niger; la sua popolazione aumentò gradualmente, da circa 3.000 unità nel 1930, a circa 30.000 nel 1960, 250.000 nel 1980 e - secondo le stime - 800.000 nel 2000. La principale causa di tale incremento è stata l'immigrazione durante i periodi di siccità.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Dal punto di vista amministrativo Niamey costituisce un dipartimento indipendente allo stesso livello delle regioni. Il territorio del dipartimento è completamente circondato da quello della regione di Tillabéri.

Nell'ambito del dipartimento, il territorio è suddiviso in 5 comuni urbani[3]:

Località Popolazione (2001)[2]
Niamey Commune I 116.537
Niamey Commune II 165.075
Niamey Commune III 175.899
Niamey Commune IV 165.347
Niamey Commune V 102.172

Luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Tra i luoghi di interesse della città troviamo il Museo Nazionale del Niger, comprendente uno zoo, un museo di architettura vernacolare, un centro dell'artigianato e una mostra comprendente scheletri di dinosauro e l'Albero del Ténéré. Sono presenti anche centri culturali statunitensi, francesi e nigeriani, due importanti mercati e una tradizionale arena per la lotta.

La città ospita anche l'Aeroporto di Niamey-Diori Hamani, la Scuola Nazionale di Amministrazione, l'Università Abdou Moumouni e molti altri istituti.

Nel dicembre 2005 ospitò i Jeux de la Francophonie.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Gwillim Law, Regions of Niger in Statoids.com. URL consultato il 17 aprile 2012.
  2. ^ a b United Nations, UnData, http://data.un.org/CountryProfile.aspx?crName=NIGER . URL consultato il 17 ottobre 2012.
  3. ^ (FR) Testo della Legge 2002-14 dell'11 giugno 2002 che stabilisce la suddivisione in comuni (PDF). URL consultato il 7 luglio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Regioni del Niger Bandiera del Niger
Agadez | Diffa | Dosso | Maradi | Niamey | Tahoua | Tillabéri | Zinder
Africa Occidentale Portale Africa Occidentale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa Occidentale