Antananarivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antananarivo
capitale del Madagascar
Antananarivo – Stemma
Antananarivo – Veduta
Localizzazione
Stato Madagascar Madagascar
Provincia Antananarivo
Regione Analamanga
Distretto Antananarivo-Renivohitra
Amministrazione
Amministratore locale Edgard Razafindravahy
Territorio
Coordinate 18°55′00.12″S 47°31′00.12″E / 18.9167°S 47.5167°E-18.9167; 47.5167 (Antananarivo)Coordinate: 18°55′00.12″S 47°31′00.12″E / 18.9167°S 47.5167°E-18.9167; 47.5167 (Antananarivo)
Altitudine 1288[1] m s.l.m.
Abitanti 1 613 375[2] (2005)
Altre informazioni
Lingue francese
Fuso orario UTC+3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Madagascar
Antananarivo
Sito istituzionale

Antananarivo (precedentemente nota come Tananarive, oggi chiamata in genere Tana) è la capitale, nonché la più grande città del Madagascar. È anche capoluogo della provincia di Antananarivo e della regione di Analamanga.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La città è adagiata sul fianco di una lunga e stretta cresta rocciosa che si estende a nord e a sud per circa 4 km. Antananarivo è posta a circa 1275 m sopra il livello del mare e domina su una pianura molto fertile.
È situata a 145 km dalla costa orientale e 215 km a ovest-sud-ovest di Toamasina, il principale porto dell'isola. La città è attraversata dai fiumi Ikopa e Betsiboka ed ospita il palazzo che fu la residenza della regina Ranavalona II.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu fondata intorno al 1625 dal re Andrianjaka e nel XIX divenne prima capitale del Regno Merina (in seguito Regno del Madagascar) e poi della colonia francese. A differenza della maggior parte delle capitali Africane, Antananarivo era già una grande città, prima dell'epoca coloniale.

Antananarivo significa ”la Città dei Mille”, e prende il nome dal numero di soldati assegnati a guardia del re Andrianjaka. Per molti anni è stata la principale città dei capi di Hova. Nel 1793 è stata dichiarata capitale del Regno Merina. Con le conquiste del re Radama, Antananarivo divenne la capitale di quasi tutto il Madagascar.

Antananarivo nel 1905.

Fino al 1869 tutti gli edifici della città erano costruiti prevalentemente con legno o giunchi, ma anche allora in città erano presenti vari palazzi di notevoli dimensioni. La costruzione più grande era alta 37 metri. Queste costruzioni coronavano la sommità della parte centrale del crinale roccioso, e il più grande palazzo, con il suo tetto alto e le sue torri, è visibile da ogni punto della città.
Dopo l'introduzione della pietra e dei mattoni, l'intera città è stata ricostruita e ora contiene numerose strutture in stile europeo, compresi i palazzi reali, le case appartenenti all'ex Primo Ministro, la residenza francese, la cattedrale anglicana e quella cattolica romana, e diverse chiese di pietra.

Panorama verso il Palazzo Reale, Rova.

Antananarivo oggi[modifica | modifica wikitesto]

Antananarivo è stata conquistata dai francesi nel 1895 ed incorporata nel loro protettorato di Madagascar. A seguito della conquista francese la città, che contava una popolazione di circa 100.000 abitanti, si è ampliata arrivando a toccare le 175.000 unità dal 1950. Antananarivo ha subito grandi trasformazioni urbanistiche. Sono state realizzate strade in tutta la città.

Dopo l'indipendenza nel 1960 il ritmo di crescita è aumentato rapidamente. La popolazione della città ha raggiunto 1,4 milioni.

La città è custodita da due fortezze costruite rispettivamente una sulle colline ad est e una a sud-ovest. Oltre alle già citate cattedrali, ospita circa cinquanta chiese, così come una moschea musulmana. Antananarivo è sede del campus dell'Università del Madagascar e del Collège rural d'Ambatobe.

Antananarivo, già organizzatrice della terza edizione dei Jeux de la Francophonie, è stata scelta come sede del XIII Sommet dell'Organizzazione Internazionale della Francofonia, nel 2010.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

È il più importante nodo di comunicazione della nazione a livello stradale, ferroviario e aeroportuale.

È collegata al resto del paese da alcune delle più importanti strade nazionali quali la RN 1, che la collega a Analavory a ovest, la RN 2, che la collega a Toamasina a est, la RN 3, che arriva sino al Lago Alaotra a nord-est, la RN 4, che la collega a Mahajanga a nord-ovest e la RN 7, lunga 980 km, che la collega a Toliara a sud-ovest.

È il capolinea della linea ferroviaria Tananarive-Côte Est (TCE) e della Tananarive-Antsirabe (TA).

L'aeroporto di Antananarivo-Ivato è il maggiore aeroporto dell'isola, e funge da hub per la compagnia di bandiera Air Madagascar.

Città gemellate[modifica | modifica wikitesto]

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fallingrain
  2. ^ Fonte: 2005 population estimates for cities in Madagascar, mongabay.com. URL consultato il 13 giugno 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Madagascar Portale Madagascar: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madagascar