Lingua malgascia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Malgascio (Malagasy)
Parlato in Madagascar, Comore, Réunion, Mayotte
Persone 17 milioni
Classifica 63
Tipo VOS
Filogenesi Austronesiane
 Maleo-polinesiane
  Occidentali
   Lingue barito orientali
    Malgascio
Statuto ufficiale
Nazioni Madagascar Madagascar
Codici di classificazione
ISO 639-1 mg
ISO 639-2 mlg
ISO 639-3 mlg  (EN)
SIL MEX/PLT
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, art. 1
Teraka afaka sy mitovy zo sy fahamendrehana ny olombelona rehetra. Samy manan-tsaina sy fieritreretana ka tokony hifampitondra am- pirahalahiana.

La lingua malgascia o malgascio (nome nativo malagasy) è la più occidentale delle Lingue maleo-polinesiache e quindi delle lingue austronesiane. È la lingua nazionale del Madagascar ed è parlata anche in alcune isole della zona (il termine "malgascio" viene anche usato per riferirsi alla popolazione del Madagascar). Il malgascio come lingua è nato dall'ufficializzazione della lingua merina, parlata dal popolo omonimo. Le lingue delle altre etnie malgasce sono piuttosto simili e spesso classificate dialetti del malgascio.

Il vocabolario tradizionale del malgascio è al 90% sovrapposto con quello della lingua ma'anyan, parlata nella zona del fiume Barito nel sud del Borneo. Questo legame linguistico è uno degli elementi su cui si basa la teoria predominante circa la colonizzazione del Madagascar, che sarebbe avvenuta fra 1000 e 2000 anni fa da parte di popolazioni del Borneo, in seguito mischiatesi ad africani, asiatici e arabi. Fu Antonio Pigafetta, luogotenente di Magellano durante la circumnavigazione del globo negli anni tra il 1519 e il 1522, che per primo si rese conto delle similitudini tra la lingua malese ed il malgascio e ne ipotizzò un'origine comune, redigendo anche un primo lessico delle due lingue.

Il malgascio presenta altre influenze soprattutto dalle lingue bantu e dall'arabo, con qualche vocabolo di radice comune col sanscrito. La frase ha l'insolita struttura Verbo Oggetto Soggetto. Le parole sono accentate sulla penultima sillaba, eccetto quelle che terminano in ka, tra o na, accentate sulla terzultima. Le vocali non accentate sono spesso elise nella lingua parlata; per esempio fanorona si pronuncia "fanùrn" (o in francese, fanourne) e malagasy suona all'incirca come la sua translitterazione francese Malgache.

Lingua scritta[modifica | modifica wikitesto]

La corrispondenza fra grafia malgascia e la fonetica è in generale piuttosto semplice. La lettera i diventa y alla fine delle parole, e o si pronuncia /u/.

L'alfabeto usa 21 lettere: a, b, d, e, f, g, h, i, j, k, l, m, n, o, p, r, s, t, v, y, z.

@ viene usato informalmente come abbreviazione di amin'ny, che è una preposizione seguita da una forma definita, che può significare per esempio con il.

Segni diacritici[modifica | modifica wikitesto]

I segni diacritici non sono obbligatori nel malgascio standard; possono essere usati nei seguenti modi:

  • ` (accento grave): individua la sillaba accentata di una parola, soprattutto nei casi in cui questo risolve un'ambiguità (analogamente all'italiano "princìpi"). Per esempio "tanàna" significa "città" e rappresenta un'eccezione alle normali regole di accentazione; "tanana" (pronunciato "tànana") significa "mano". In genere, l'accento si usa solo per le parole che non rispecchiano la "regola standard".
  • ´ (accento acuto): viene usato
    • nei dizionari molto vecchi, come alternativa all'accento grave in alcuni casi[Quali?!...]
    • in alcuni dialetti, per esempio il Bara
    • nei toponimi (e nomi propri in generale) francesi o pronunciati alla francese, per esempio Tuléar e Antsirabé (in malgascio sarebbero rispettivamente Toliara/Toliary e Antsirabe).
  • ^ (accento circonflesso): viene usato
    • sulla "o", per mostrare che la lettera si pronuncia /o/ e non /u/, soprattutto in parole straniere "malgascizzate" come "hôpitaly", o in alcune parole dialettali.
    • sulla "a" e "e" come parole singole[Cosa significa?!...] (la pronuncia non cambia)
  • ¨ (dieresi): usata in alcuni dialetti, insieme a , per indicare una velare nasale /ŋ/. Esempi sono nomi come Tôlan̈aro, Antsiran̈ana, Iharan̈a, Anantson̈o.
  • ~ (tilde): usata a volte con la "n", forse quando non è possibile produrre una . Nel dizionario Bara di Ellis, viene usata per la velare nasale /ŋ/ e per la nasale palatale /ɲ/.

Dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La seguente tabella mostra un elenco dei principali dialetti o lingue malgasce e la loro corrispondenza (come percentuale di vocaboli in comune) con il malgascio "ufficiale" (merina).

Percentuali di corrispondenza dei vocaboli di diverse lingue e dialetti del Madagascar
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
1 Merina 100 81 81 92 92 86 78 80 79 68 71 68 70 70 61 77 69 61
2 Temoro 81 100 78 79 80 78 81 88 88 67 69 71 72 69 61 76 73 65
3 Betsimisaraka 81 78 100 84 78 77 80 78 75 77 70 65 66 62 54 74 96 61
4 Sihanaka 92 79 84 100 86 81 76 79 77 72 69 67 68 66 59 72 68 58
5 Betsileo-1[nota 1] 92 80 78 86 100 88 77 81 79 68 74 71 75 71 61 79 71 62
6 Betsileo-2[nota 2] 86 78 77 81 88 100 77 80 77 67 71 74 79 74 66 82 75 66
7 Antambahoaka 78 81 80 76 77 77 100 74 74 69 66 64 64 60 52 67 64 56
8 Antesaka 80 88 78 79 81 80 74 100 89 67 70 71 73 72 62 76 72 63
9 Zafisoro 79 88 75 77 79 77 74 89 100 63 68 68 72 71 61 76 71 63
10 Tsimihety 68 67 77 72 68 67 69 67 63 100 75 61 64 63 54 68 64 56
11 Tankarana 71 69 70 69 74 71 66 70 68 75 100 65 68 69 59 70 67 56
12 Vezo 68 71 65 67 71 74 64 71 68 61 65 100 84 74 64 77 80 69
13 Mahafaly 70 72 66 68 75 79 64 73 72 64 68 84 100 80 68 83 86 76
14 Sakalava-1[nota 3] 70 69 62 66 71 74 60 72 71 63 69 74 80 100 82 79 75 66
15 Sakalava-2[nota 4] 61 61 54 59 61 66 52 62 62 54 59 64 68 82 100 70 67 63
16 Bara 77 76 74 72 79 82 68 76 76 68 70 77 83 79 70 100 85 74
17 Tandroy-1[nota 5] 69 73 69 68 71 75 64 72 71 64 67 80 86 75 67 85 100 83
18 Tandroy-2[nota 6] 61 65 61 58 62 66 56 63 63 56 56 69 76 66 68 74 83 100
  1. ^ Ambositra
  2. ^ Fianarantsoa
  3. ^ Morondava
  4. ^ Belo-sur-Tsirinbihina
  5. ^ Masinoro, Ambalavao
  6. ^ Antanimoro

Numeri cardinali da 0 a 10[modifica | modifica wikitesto]

Aotra (zero), Iray / Iraika (uno), Roa (due), Telo (tre), Efatra (quattro), Dimy (cinque), Enina (sei), Fito (sette), Valo (otto), Sivy (nove), Folo (dieci).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]