Conakry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Conakry
zona speciale
Kɔnakiri
Conakry – Veduta
Localizzazione
Stato Guinea Guinea
Amministrazione
Amministratore locale Sékou Resco Camara dal 2010
Territorio
Coordinate 9°30′N 13°42′W / 9.5°N 13.7°W9.5; -13.7 (Conakry)Coordinate: 9°30′N 13°42′W / 9.5°N 13.7°W9.5; -13.7 (Conakry)
Superficie 308 km²
Abitanti 1 857 153 (2008)
Densità 6 029,72 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+0
ISO 3166-2 GN-C
Cartografia

Conakry – Localizzazione

Conakry (o anche Konakry, in alinké Kɔnakiri) è la capitale e la città più popolosa della Guinea. Porto sull'Oceano Atlantico, e si sviluppa sul lembo settentrionale dell'isola Tombo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Secondo la leggenda, il nome della città sarebbe frutto dell'unione del nome Cona, un tipo di vino locale prodotto dalla popolazione Baga, e la parola Nakiri, che significa l'altra riva.

Monumento commemorativo per le vittime del 1970

Conakry si sviluppò sull'isola di Tombo all'estremità della penisola di Kaloum, alla quale è oggi collegata da un istmo, e sulla quale la città si è espansa. Conakry venne fondata dopo che i britannici cedettero l'isola alla Francia nel 1887. Divenne la capitale della Guinea Francese attorno al 1904 e prosperò come porto per le esportazioni guadagnandosi il nome di Parigi d'Africa, in particolare il suo sviluppo crebbe quando venne attivata la ferrovia (oggi chiusa) che la collegava a Kankan.

Nel 1970 il conflitto tra l portoghesi e le forze dell'Partito Africano per l'Indipendenza della Guinea e di Capo Verde (PAIGC) nella confinante Guinea Portoghese (ora Guinea-Bissau) si spostò nella Repubblica di Guinea quando un gruppo di circa 350 soldati portoghesi sbarcarono vicino a Conakry, attaccarono la città e liberarono centinaia di prigionieri di guerra tenuti lì dal PAIGC (Operazione mare verde).

Conakry oggi[modifica | modifica sorgente]

Oggi la città è cresciuta lungo la penisola, formando cinque distretti principali. Partendo dalla punta della penisola questi sono Kaloum (il centro città), Dixinn (che ospita l'Università di Conakry e molte ambasciate), Ratoma (nota per la sua vita notturna), Matam e Matoto, dove si trova l'aeroporto Gbessia.

Tra le attrazioni della città troviamo il Museo Nazionale della Guinea, diversi mercati, il Guinea Palais du Peuple, la Moschea Grande di Conakry, oltre alla sua vita notturna e alle vicine Iles de Los.

La città è famosa per i suoi giardini botanici. Oltre all'università in città ha sede l'Istituto Politecnico di Conakry.

Il sistema di numerazione delle strade di Conakry etichetta tutte le strade con KA, seguito da un numero a tre cifre: dispari per le strade orientate in direzione nord-sud, pari per quelle in direzione est-ovest (ad esempio KA002).

Economia[modifica | modifica sorgente]

Conakry è la più grande città della Guinea e ne è il centro amministrativo, economico e delle comunicazioni. L'economia della città ruota attorno al porto, dotato di moderne strutture per la gestione e il carico dei cargo, attraverso i quali vengono imbarcati alluminio e banane. L'industria prevalente è quella alimentare e automobilistica.

Persone legate a Conakry[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Africa Occidentale Portale Africa Occidentale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa Occidentale