Kinshasa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kinshasa
città e provincia
Kinshasa – Stemma Kinshasa – Bandiera
Kinshasa – Veduta
Localizzazione
Stato RD del Congo RD del Congo
Amministrazione
Capoluogo Kinshasa
Amministratore locale André Kimbuta
Territorio
Coordinate
del capoluogo
4°19′19.2″S 15°19′15.6″E / 4.322°S 15.321°E-4.322; 15.321 (Kinshasa)Coordinate: 4°19′19.2″S 15°19′15.6″E / 4.322°S 15.321°E-4.322; 15.321 (Kinshasa)
Altitudine 240 m s.l.m.
Superficie 9 965 km²
Abitanti 10 076 099 (2010)
Densità 1 011,15 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 CD-KN
Cartografia

Kinshasa – Localizzazione

Sito istituzionale

Kinshasa (fino al 3 maggio 1966 Léopoldville o Leopoldstad) è la capitale e la maggiore città della Repubblica Democratica del Congo. È la terza grande area metropolitana dell'Africa dopo Il Cairo e Lagos. Nell'ordinamento amministrativo del paese, Kinshasa è sia una città che una provincia (in modo analogo a Parigi nell'ordinamento francese, che è sia una città che un dipartimento).

Kinshasa è la seconda città di lingua francese al mondo, dopo Parigi e davanti a Montréal. Se la crescita demografica attuale continuerà nei prossimi anni, Kinshasa sorpasserà Parigi entro il 2020.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Situata a 280 m s.l.m., sulla riva sinistra del fiume Congo in corrispondenza del Pool Malebo, di fronte a Brazzaville, capitale della Repubblica del Congo. Posta alle coordinate 4 19' 30" Sud 15 19' 20" Est presenta un clima quasi tipicamente equatoriale con solamente valori di accumulo pluviometrico più bassi rispetto alle zone strettamente equatoriali e un periodo di stagione secca, quest'ultima dovuta in primis alla relativa lontananza dell'Oceano Atlantico (400-450 km in linea d'aria) dispensatore di umidità.

Le temperature medie annuali dell'area geografica in questione sono elevate su valori di 27 gradi (media tra le minime e le massime), in alcuni rari periodi le minime scendono appena sotto i 20 gradi permettendo un po' di refrigerio, seppur con ancor minore frequenza anche nella stessa metropoli congolese si possono avere notti più fresche, comunque un'irrisoria percentuale durante tutto un anno.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fu fondata da Henry Morton Stanley nel 1881 con il nome di Léopoldville, in onore del sovrano belga Leopoldo II, appena un anno dopo che il suo rivale nell'esplorazione del fiume Congo, Pietro Savorgnan di Brazzà, aveva fondato Brazzaville sulla riva opposta del fiume. L'importanza strategica degli insediamenti era dovuta al fatto che la palude di Malebo, che separa le due città, è il punto a partire dal quale il fiume Congo diventa navigabile procedendo verso l'interno del continente. Per avere accesso a tutto il bacino del Congo, quindi, era necessario procedere via terra solo fino a Malebo, dopodiché era possibile procedere (molto più agevolmente) via fiume.

Al 1898 risale il completamento della ferrovia diretta verso la città costiera di Matadi. Quando, negli anni venti, la capitale del Congo Belga venne spostata da Boma a Léopoldville, essa crebbe repentinamente: a metà degli anni trenta gli abitanti erano circa 40.000, 2.500 dei quali erano europei; la popolazione stimata del 1945 era pari a 100.000 abitanti, e all'inizio degli anni cinquanta gli abitanti erano 250.000, tra cui vi erano 15.000 europei. A quell'epoca risale la fondazione dell'università amministrativamente aggregata all'università di Lovanio.

Prima dell'indipendenza, Léopoldville era costituita da due parti distinte, la città degli europei e quella africana chiamata Quartier Indigène. I residenti necessitavano di un permesso speciale per entrare nelle diverse parti della città dopo le ore 21.00. Nel 1950 venne costruito lo stadio. Nel 1960 Lépoldville aveva circa 400.000 abitanti, ed era la più popolosa città dell'Africa centrale. Dopo la presa di potere da parte di Mobutu Sese Seko (1965) Léopoldville venne rinominata Kinshasa, dal nome di un piccolo villaggio che si trovava nei pressi della città.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Kinshasa è anche un attivo centro industriale e costituisce il maggior porto fluviale dell'Africa, capolinea della ferrovia e dell'oleodotto per Matadi.

Persone legate a Kinshasa[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]