Khartum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – "Khartoum" rimanda qui. Se stai cercando il film, vedi Khartoum (film).
Khartum
città
(AR) لخرطوم (al-Kharṭūm)
(EN) Khartoum
Khartum – Veduta
Dati amministrativi
Stato Sudan Sudan
Stato (wilāya) Khartum
Territorio
Coordinate 15°34′48″N 32°31′12″E / 15.58°N 32.52°E15.58; 32.52 (Khartum)Coordinate: 15°34′48″N 32°31′12″E / 15.58°N 32.52°E15.58; 32.52 (Khartum)
Altitudine 382 m s.l.m.
Abitanti 639 598 (2008)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+3
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Sudan
Khartum

Khartum (arabo: الخرطوم, al-Kharṭūm; inglese: Khartoum) è la capitale del Sudan. La città è collocata nel centro-est del paese, nel punto in cui si uniscono Nilo bianco e Nilo azzurro, quindi è un nodo commerciale, grazie alla comunicazione fluviale che però è ostacolata dalle numerose cateratte che si incontrano discendendo il fiume verso l'Egitto. Essa è il polo economico della nazione, importante centro amministrativo e nodo di comunicazioni; inoltre è la più estesa area urbana del paese. L'area metropolitana di Khartum, che si compone anche delle città satelliti di Omdurman e Khartum Nord, ha una popolazione di 5.274.321 abitanti.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il nome Khartum deriva dalla parola araba al-khartūm الخرطوم, ovvero punta di proboscide, probabilmente in riferimento alla forma della penisola che si trova presso la confluenza dei due Nili.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Veduta di Khartum.

Khartum venne fondata nel 1821 da Ibrahim Pascià, figlio di Mehmet Ali, reggente d'Egitto. Presto da piccolo avamposto militare divenne un centro commerciale di importanza regionale e, successivamente, capitale della provincia del Sudan. Nel 1884 le truppe del Mahdi Muhammad Ahmad assediarono Khartum e, una volta conquistata, massacrarono la guarnigione anglo-egiziana ed il suo comandante Charles George Gordon. Il 3 settembre 1898 gl'inglesi, guidati da Horatio Herbert Kitchener, sconfissero le forze mahdiste nella battaglia di Omdurman. L'anno seguente divenne capitale del Sudan Anglo-Egiziano. Nel 1956 fu proclamata capitale del Sudan indipendente. Nel 1973 i terroristi palestinesi di Settembre Nero uccisero l'ambasciatore americano assieme ad un altro statunitense ed un belga. Nel corso degli anni '70 ed '80 affluirono in città migliaia di profughi da paesi vicini devastati da guerre civili come il Ciad, l'Etiopia, l'Uganda e l'Eritrea. Giunsero in seguito anche moltissimi rifugiati da aree interne del paese come il Sud Sudan e il Darfur.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Il principale museo cittadino è il Museo Nazionale del Sudan.

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

La città è sede dell'Università di al-Khartum (fondata nel 1902 col nome di Gordon Memorial College e rinominata nel 1956 Università di Khartum), e di un distaccamento di quella del Cairo.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

L'Aeroporto Internazionale di Khartum è il principale aeroporto cittadino e nazionale. Costruito in un'area periferica, oggi si trova pressoché nel centro della città, pertanto è stata decisa la costruzione di un nuovo aeroporto presso Omdurman.

Cinema[modifica | modifica sorgente]

La vicenda dell'assedio di Khartum e della morte di Gordon vennero trattate nel film di Robert Ardrey Khartoum.

Persone legate a Khartum[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]