Nicola Berti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicola Berti
Nicola Berti.jpg
Berti con la maglia dell'Inter nella stagione 1991-1992
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186[1] cm
Peso 76[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2000
Carriera
Giovanili
Parma Parma
Squadre di club1
1982-1985 Parma Parma 28 (0)
1985-1988 Fiorentina Fiorentina 80 (8)
1988-1998 Inter Inter 229 (29)
1998-1999 Tottenham Tottenham 21 (3)
1999 Alaves Alavés 8 (1)
2000 Northern Spirit Northern Spirit 8 (1)
Nazionale
1985-1988
1988-1995
Italia Italia U-21
Italia Italia
15 (3)
39 (3)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento 1986
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Italia 1990
Argento Stati Uniti 1994
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 maggio 2008

Nicola Berti (Salsomaggiore Terme, 14 aprile 1967) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

In Italia ha giocato con Parma, Fiorentina e Inter, chiudendo la sua carriera in Inghilterra, Spagna e Australia. Fu vice-Campione del Mondo con l'Italia nel 1994.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È padre di Leonardo, nato nel 2006, e di Lorenzo, nato nel 2008.[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente viene impiegato come ala destra. Nel 1987 con l'arrivo di Eriksson sulla panchina della Fiorentina viene trasformato in centrocampista centrale anche se, nell'esperienza in Inter e Nazionale ha modo di ricoprire ogni ruolo della parte mediana del campo. Durante la fase di preparazione per USA '94, il CT Sacchi, lo utilizza anche come esterno di attacco mentre nella fase finale giocherà come esterno di centrocampo in un 4-4-2.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Berti, assieme a Paolo Maldini, con la maglia dell'Italia ai Mondiali 1990, in marcatura su Tomáš Skuhravý.

Club[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista dalla infaticabile corsa e dallo spiccato senso del gol, è stato uno dei protagonisti dello scudetto dell'Inter nel campionato 1988-1989. Nel campionato italiano ha ricoperto il suo ruolo principale di mediano, ma venne impiegato anche come ala e talvolta come attaccante esterno (in alcune partite di USA 94). Nel 1994 divenne vicecampione del Mondo. Si è distinto nella sua carriera come anti-milanista: storiche alcune sue frasi come "meglio sconfitti che milanisti".[3]

Con la maglia dell'Inter, che lo acquista per 7,2 miliardi di lire,[4] segna una rete al Bayern Monaco nella Coppa UEFA 1988-1989, correndo da area a area palla al piede prima di scavalcare Aumann e suggellare così una vittoria memorabile, vanificata due settimane più tardi dall'1-3 subito a San Siro nella gara di ritorno.[5] Nel corso della sua carriera è stato afflitto da una serie di infortuni che ne hanno limitato le potenzialità.[3] È stato il protagonista nei trionfi in Coppa UEFA con l'Inter: in finale contro la Roma nel 1991 provocò il rigore e segnò il raddoppio. Nel 1994 nella finale contro il Casino Salisburgo segna in trasferta il gol-partita mentre nel ritorno l'Inter vincerà ancora per 1-0.

Dopo l'esperienza in nerazzurro, giocherà gli ultimi scampoli di carriera in Inghilterra, Spagna e Australia ritirandosi nel 2000 dal calcio giocato.

Sarà, negli anni successivi, spesso ospite di trasmissioni sportive senza intraprendere significative esperienze fuori dal rettangolo di gioco.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha militato nella Nazionale Under-21.

Nel 1988 ha esordito in Nazionale. Ha giocato con gli Azzurri fino al 1995 nelle gestioni dei CT Azeglio Vicini e Arrigo Sacchi.

Con la Nazionale ha partecipato a 2 Mondiali, nel 1990 e nel 1994 quando disputò da titolare la finale persa ai rigori contro il Brasile.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
19/10/1988 Pescara Italia Italia 2 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole -
16/11/1988 Roma Italia Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Entra all'81'
22/12/1988 Perugia Italia Italia 2 – 0 Scozia Scozia Amichevole 1
22/02/1989 Pisa Italia Italia 1 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole -
25/03/1989 Vienna Austria Austria 0 – 1 Italia Italia Amichevole 1
29/03/1989 Sibiu Romania Romania 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
22/04/1989 Verona Italia Italia 1 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole -
26/04/1989 Taranto Italia Italia 4 – 0 Ungheria Ungheria Amichevole 1
14/10/1989 Bologna Italia Italia 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
15/11/1989 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
21/12/1989 Cagliari Italia Italia 0 – 0 Argentina Argentina Amichevole -
14/06/1990 Roma Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 1990 - 1º turno -
19/06/1990 Roma Italia Italia 2 – 0 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Mondiali 1990 - 1º turno -
25/06/1990 Roma Italia Italia 2 – 0 Uruguay Uruguay Mondiali 1990 - 1º turno - Esce al 52'
07/07/1990 Bari Italia Italia 2 – 1 Inghilterra Inghilterra Mondiali 1990 - 3-4 posto - Entra al 64'
17/10/1990 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1992 - Entra all'86'
22/12/1990 Limassol Cipro Cipro 0 – 4 Italia Italia Qual. Euro 1992 -
12/06/1991 Malmö Italia Italia 2 – 0 dts Danimarca Danimarca Scania Cup -
16/06/1991 Stoccolma Italia Italia 1 – 1 dts
(3-2 dcr)
URSS URSS Scania Cup -
25/09/1991 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 1 Italia Italia Amichevole - Entra al 46'
13/11/1991 Genova Italia Italia 1 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Euro 1992 - Esce al 71'
21/12/1991 Foggia Italia Italia 2 – 0 Cipro Cipro Qual. Euro 1992 -
25/03/1992 Torino Italia Italia 1 – 0 Germania Germania Amichevole - Entra al 91'
27/05/1994 Parma Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole - Esce al 45'
03/06/1994 Roma Italia Italia 1 – 0 Svizzera Svizzera Amichevole -
11/06/1994 New Haven Italia Italia 1 – 0 Costa Rica Costa Rica Amichevole - Esce al 45'
18/06/1994 New York Italia Italia 0 – 1 Irlanda Irlanda Mondiali 1994 - 1º turno - Entra all'84'
23/06/1994 New York Italia Italia 1 – 0 Norvegia Norvegia Mondiali 1994 - 1º turno -
28/06/1994 Washington Italia Italia 1 – 1 Messico Messico Mondiali 1994 - 1º turno -
05/07/1994 Boston Nigeria Nigeria 1 – 2 dts Italia Italia Mondiali 1994 - Ottavi - Esce al 46'
09/07/1994 Boston Italia Italia 2 – 1 Spagna Spagna Mondiali 1994 - Quarti - Entra al 66'
13/07/1994 New York Italia Italia 2 – 1 Bulgaria Bulgaria Mondiali 1994 - Semifinali -
17/07/1994 Los Angeles Brasile Brasile 0 – 0 dts
(3-2 dcr)
Italia Italia Mondiali 1994 - Finale -
07/09/1994 Maribor Slovenia Slovenia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1996 - Entra al 55'
21/12/1994 Pescara Italia Italia 3 – 1 Turchia Turchia Amichevole - Entra al 70'
25/03/1995 Salerno Italia Italia 4 – 1 Estonia Estonia Qual. Euro 1996 - Entra al 70'
29/03/1995 Kiev Ucraina Ucraina 0 – 2 Italia Italia Qual. Euro 1996 -
26/04/1995 Vilnius Lituania Lituania 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1996 -
21/06/1995 Zurigo Italia Italia 0 – 2 Germania Germania Centenario Fed.Svizzera - Esce al 45'
Totale Presenze (62º posto) 39 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1983-1984
Inter: 1988-1989
Inter: 1989
Tottenham: 1998-1999

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 1990-1991, 1993-1994

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 30 settembre 1991. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 4 (1987-1988), Panini, 28 maggio 2012, p. 35.
  2. ^ Afredo Alberico, Milan-Inter secondo Berti: "Sarà uno show, ma non decisivo" in Sky.it, 29 marzo 2011. URL consultato il 28 aprile 2013.
  3. ^ a b Luca Curino, Nicola Cecere, Berti saluta: bye bye Inter in La Gazzetta dello Sport, 08 gennaio 1998, p. 10.
  4. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 5 (1988-1989), Panini, 4 giugno 2012, p. 10.
  5. ^ lechampions, L’inutile galoppata di Berti in LECHAMPIONS.it, 15 marzo 2011.
  6. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Nicola Berti. URL consultato il 4 aprile 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]