Cosmin Contra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cosmin Contra
Contra.JPG
Dati biografici
Nome Cosmin Marius Contra
Nazionalità Romania Romania
Altezza 180 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore, centrocampista)
Squadra Guangzhou R&F Guangzhou R&F
Ritirato 2011 - calciatore
Carriera
Giovanili
1990-1995 Politehnica Timisoara Politehnica Timișoara
Squadre di club1
1995-1999 Dinamo Bucarest Dinamo Bucarest 102 (8)
1999-2001 Alaves Alavés 66 (5)
2001-2002 Milan Milan 29 (3)
2002-2004 Atletico Madrid Atlético Madrid 34 (0)
2004-2005 West Bromwich West Bromwich 5 (0)
2005 Timisoara Timișoara 11 (0)
2005-2009 Getafe Getafe 86 (3)
2009-2011 Timisoara Timișoara 22 (4)
Nazionale
1995-2010 Romania Romania 73 (7)
Carriera da allenatore
2010-2011 Timisoara Timișoara
2012 Fuenlabrada Fuenlabrada
2012-2014 Petrolul Ploiesti Petrolul Ploiești
2014 Getafe Getafe
2014- Guangzhou R&F Guangzhou R&F
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 dicembre 2014

Cosmin Marius Contra (Timișoara, 15 dicembre 1975) è un allenatore di calcio ed ex calciatore rumeno, di ruolo terzino destro o centrocampista, tecnico del Guangzhou R&F.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Comincia a giocare nel 1993 al Politehnica Timişoara, dove in tre stagioni colleziona 51 partite e 1 sola rete prima di passare ai rivali della Dinamo Bucarest nel corso della stagione 1995-96. Dopo quattro stagioni (102 presenze e 8 reti) si trasferisce nella Liga, al Deportivo Alavés (1999-2000), giocandovi per due stagioni (66 presenze, 5 gol), arrivando alla finale di Coppa UEFA nella seconda stagione persa ai supplementari per 5-4; in questa competizione Contra collezionerà 11 partite e 3 reti.

Passato al Milan nel 2001, colleziona in rossonero 29 presenze e 3 reti, rispettivamente contro Hellas Verona a San Siro, Venezia e nel derby con l'Inter, e 10 presenze e un gol in Coppa UEFA, dove coi rossoneri si arrende ai tedeschi del Borussia Dortmund in semifinale. Gioca in rossonero anche il precampionato seguente, ma in occasione del trofeo TIM 2002 è protagonista di una rissa con lo juventino Edgar Davids poi proseguita negli spogliatoi.[1] Ad inizio stagione viene così ceduto all'Atlético Madrid, dove fu titolare per il primo anno (31 presenze), mentre nel successivo, complice un infortunio,[senza fonte] racimola 3 presenze.

Nel 2004 passa al neopromosso West Bromwich, ottenendo 5 presenze; a gennaio ritorna in patria, nelle file del club in cui è cresciuto calcisticamente, il Polithecnica Timisoara, sua prima squadra in Romania, deciso anche a ritrovare la maglia della nazionale. Alla fine della stagione riesce a collezionare altre 11 presenze e a diventare un punto fermo della squadra balcanica. Nella stagione 2005-2006 torna in Spagna, al Getafe, dove il posto da titolare (25 presenze) sotto la guida del tecnico Bernd Schuster.

È tornato inoltre in pianta stabile fra i convocati della selezione rumena guidata da Victor Piţurcă.

Nel gennaio 2010 rescinde il proprio contratto con il Getafe per poter tornare a giocare nella squadra della sua città, l'FC Timişoara, e aiutarla a vincere il titolo.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce con la Nazionale rumena il 24 marzo 1996 contro la Georgia, partita vinta dai rumeni per 5-0. Ha collezionato 56 partite e 5 reti con la sua Nazionale, siglando il suo primo gol alla Georgia nel 2001,un'altra rete alla Slovenia sempre nello stesso anno ed una tripletta al Lussemburgo nel 2002. Con la casacca della Romania ha disputato il Campionato europeo di calcio 2000 disputati in Belgio e Olanda e poi gli Europei del 2008 in Austria e Svizzera.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Conta 138 partite e 8 reti nella massima serie rumena, 121 partite e 5 reti nella Liga spagnola e 5 partite nella massima serie inglese. Nelle coppe europee ha totalizzato 23 gare e 4 gol, tutte in Coppa UEFA.
  • Il 21 ottobre 2001, in occasione di Inter-Milan 2-4, Contra fu il grande protagonista del derby. Entrato nella ripresa al posto di Demetrio Albertini, mise a segno al 17º minuto del secondo tempo la rete del 2-1 rossonero con un gran sinistro da fuori area al quale venne calcolata la velocità di 129km/h circa che s'insaccò all'incrocio dei pali della porta allora difesa da Francesco Toldo. Propiziò poi la rete del 3-1 di Filippo Inzaghi (20° del secondo tempo) con un preciso cross dalla destra.
  • Nella sua unica stagione italiana nelle file del Milan Contra segnò 3 reti in campionato. Oltre alla già citata rete nel derby di Milano (8ª giornata), andò in gol alla 16ª giornata contro il Verona, risolvendo al 93º minuto la partita a favore dei rossoneri (2-1) con un diagonale di destro. L'altra marcatura la realizzò alla 24ª giornata contro il Venezia, siglando sempre di destro la rete del 3-1 rossonero (1-4 il punteggio finale). Contra realizzò anche una rete in Coppa UEFA, quella del momentaneo 2-0 nella semifinale di ritorno giocata a San Siro contro il Borussia Dortmund e conclusasi col risultato di 3-1 per il Milan (ma i rossoneri furono eliminati in quanto sconfitti per 4-0 all'andata in Germania).
  • Nel dicembre 2001 fu nominato giocatore rumeno dell'anno.
  • La rissa con Edgar Davids fece discutere per la non uniformità delle punizioni inflitte. A detta di molti al giocatore rumeno, colpevole di avere dato un "calcetto" all'olandese, vennero affibbiate troppe giornate di squalifica (3), tutte da scontare nelle prime gare del campionato di serie A. Davids invece (che si girò di scatto sferrando un pugno in faccia all'avversario) subì solo due turni di squalifica, uno in campionato e uno in Supercoppa italiana. Bisogna tuttavia ricordare che il Milan non giocava la Supercoppa Italiana e quindi le gare di campionato risultavano essere le prime partite ufficiali, mentre per lo juventino Davids la prima gara ufficiale era appunto la Supercoppa, che si giocava prima dell'inizio del campionato.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2001
2001

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Petrolul Ploiești: 2012-13

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Davids-Contra, pugni e sangue, gazzetta.it, 1º agosto 2002. URL consultato il 5 aprile 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Cosmin Contra in National-football-teams.com, National Football Teams.
  • (EN) Cosmin Contra in Romaniansoccer.ro.
  • (ENESCA) Cosmin Contra in BDFutbol.com - Base de Datos Histórica del Fútbol Español.