Giuseppe Bergomi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Bergomi
Giuseppe bergomi.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184[1] cm
Peso 74[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Como Como (Berretti)
Ritirato 1999 - giocatore
Carriera
Giovanili
Settalese Settalese
Inter Inter
Squadre di club1
1979-1999 Inter Inter 519 (23)
Nazionale
1981-1984
1982-1998
Italia Italia U-21
Italia Italia
7 (0)
81 (6)
Carriera da allenatore
2008 Inter Inter Esordienti
2008-2009 Accademia Internazionale Accademia Internazionale Allievi
2009-2010 Monza Monza Allievi
2010-2011 Monza Monza Berretti
2011-2013 Atalanta Atalanta Berretti
2013- Como Como Berretti
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Spagna 1982
Bronzo Italia 1990
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo 1984
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 gennaio 2008

Giuseppe Raffaele Bergomi, noto anche come Beppe (Milano, 22 dicembre 1963), è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore, tecnico della Berretti del Como[2] e opinionista televisivo per Sky Sport.

Campione del mondo con la Nazionale italiana nel 1982[3]. È stato inserito nella FIFA 100, la lista dei 125 migliori calciatori della storia, redatta in occasione del centenario della FIFA.[4]

È il giocatore con più presenze (96) all'attivo in Coppa UEFA/Europa League. Inoltre, a pari merito con Ray Clemence e Nicola Berti, detiene il primato di vittorie nella competizione (3).[5][6]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

All'inizio della carriera, nonostante la giovane età (18 anni), fu soprannominato Lo Zio[7], per l'aria matura, conferitagli anche dai baffi che portava.

È rimasto orfano del padre a 16 anni mentre era in ritiro a Lipsia con la Nazionale giovanile[8].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Inter[modifica | modifica sorgente]

Dopo essere stato scartato per due volte dal Milan a causa di problemi[8], a 16 anni entra a far parte del settore giovanile dell'Inter. Nella stagione 1979-1980 fa il suo esordio assoluto con la prima squadra, il 30 gennaio 1980, durante la partita Inter-Juventus (0-0) in Coppa Italia[9][10]. Debutta in Serie A il 22 febbraio 1981 nella vittoria per 1-2 contro il Como e diventa il più giovane debuttante della storia dell'Inter (primato battuto da Goran Slavkovski il 7 maggio 2006)[11].

Bergomi durante la stagione 1981-82

Il primo gol in Coppa Italia arriva il 6 settembre 1981 nel Derby di Milano, partita finita sul 2-2, proprio grazie al gol di Bergomi all'89' minuto[12][13]. Inizia il campionato 1981-82 dalla partita pareggiata fuori casa del 20 settembre 1981 per 0-0 contro il Catanzaro[14][15]. Il secondo gol della stagione arriva due settimane dopo, il 24 gennaio 1982 nel pareggio fuori casa per 2-2 contro l'Ascoli.[16][17][18]

Segna il primo gol con la maglia neroazzurra il 10 gennaio 1982, dove apre le marcature al minuto 34, nel match contro il Bologna finito successivamente 2-1 per l'Inter.[19][20][21] La stagione 1982-83 inizia dalla partita vinta fuori casa per 1-2 contro il Verona.[22] Segna l'unico gol in questa stagione nella sfida contro il Verona, il 16 gennaio 1983, gol che regala all'Inter il pareggio per 1-1, all'80'.[23][24][25] Segna anche in Coppa Italia il 5 settembre 1982, nella vittoria fuori casa per 1-2 contro l'Udinese.[26] Il primo gol della stagione 1988-1989 lo segna contro la Lazio nella vittoria esterna per 1-3 il 4 giugno del 1989; in questa stagione collezionò 32 presenze e 1 gol in campionato[27].

Il campionato 1988-1989 è ricordato dagli sportivi come quello dell'Inter dei record 1988-89 (tuttora imbattuti): scudetto con 58 punti (primato con i due punti per vittoria), 26 vittorie, 6 pareggi, 2 sconfitte (di cui una a campionato già conquistato) e +7 di media inglese[28]. La squadra milanese, al tempo (1990-1991) allenata da Giovanni Trapattoni[29], non riesce però ad aprire un ciclo e l'avventura col tecnico di Cusano Milanino si conclude con la vittoria nella Coppa UEFA 1990-91[29][30][31]. Il successo verrà bissato nel 1993-94[32][33] e replicato ancora nel 1997-98[34][35]. Gli anni all'Inter sono difficili: Bergomi diventa capitano dei nerazzurri nel 1992 dopo l'addio di Giuseppe Baresi, ma molte stagioni terminano con pochi successi[36].

La sua ultima partita disputata è Inter-Bologna 3-1 il 23 maggio 1999, nell'ultima giornata di campionato[37]. Bergomi si ritira nel 1999 quando il nuovo allenatore Marcello Lippi gli comunica che non rientra nei suoi piani[38]. Con l'Inter, Bergomi ha giocato in tutto 756 partite (28 reti), di cui 519 in Serie A (23 reti), 117 nelle coppe europee e 119 in Coppa Italia (5 reti) e 1 nella Supercoppa Italiana[39][40]. L'ex capitano nerazzurro è il giocatore che ha collezionato più presenze in assoluto in coppa UEFA (96), ed è uno dei tre giocatori ad aver vinto la coppa per tre volte insieme all'ex compagno di squadra Nicola Berti e a Ray Clemence, ex portiere di Liverpool e Tottenham[41]. Nella classifica dei giocatori con maggiori presenze con la maglia dell'Inter, Bergomi è secondo, preceduto solo dall'argentino Javier Zanetti, precedendo Giacinto Facchetti, Sandro Mazzola e Beppe Baresi.

Nel 2012, in un'intervista a I signori del calcio su Sky, ha dichiarato che deve tanto agli allenatori Arcadio Venturi, Enzo Bearzot, Eugenio Bersellini e Giovanni Trapattoni, che Gianpiero Marini e Carlo Muraro lo aiutarono tantissimo da giovane, che è cresciuto con Riccardo Ferri e che i più forti con cui abbia mai giocato sono stati Ronaldo e Lothar Matthäus. Inoltre ha svelato così il retroscena del suo addio all'Inter: «Era il primo anno di Lippi e Moratti mi disse che gli lasciava carta bianca. Per Lippi non rientravo nei piani, ma dissi al presidente che io non volevo il posto fisso e che avrei potuto dare una mano a Marcello nello spogliatoio. Alla fine le strade si separarono con mio immenso dispiacere: scelse Lippi, anche se penso che l'ultima parola in un club poi spetti sempre al presidente. Tornare? È molto complicato. Io non ho mai chiesto nulla, mi accontenterei anche di allenare i pulcini... L'unico che ha provato a riportarmi all'Inter è stato Facchetti, ma per motivi diversi non se ne fece nulla. Per questo lo ringrazierò per sempre»[42].

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Giuseppe Bergomi (primo da destra in piedi) durante il campionato mondiale di calcio 1990

Esordisce in Nazionale a 18 anni, il 14 aprile 1982, nella partita amichevole contro la Germania Est disputata a Lipsia[43], gara che lo rende il più giovane esordiente della storia della Nazionale[44]. Il commissario tecnico Bearzot lo convoca quindi per il Mondiale 1982[45], dove viene impiegato in tre partite, compresa la finale vinta contro la Germania Ovest disputata da titolare[46]. Partecipa quindi al Mondiale 1986[47][48][49] e da capitano guida gli Azzurri all'Europeo 1988[50] e al Mondiale 1990[51].

Nel 1991 arrivò sulla panchina della Nazionale Arrigo Sacchi, che scelse di escluderlo definitivamente dopo poche partite[52]. Bergomi saltò quindi il Mondiale '94, e il suo rapporto con la maglia azzurra sembrò chiuso.

Nella stagione 1997-98 giocò molto bene e, nonostante avesse 34 anni e mezzo, ritornò in Nazionale dopo 7 anni, il 2 giugno 1998, subentrò a Costacurta nella partita amichevole contro la Svezia[53], e venne convocato dal CT Cesare Maldini per il Mondiale 1998. Fece il suo esordio nel torneo alla terza partita del girone, sostituendo Alessandro Nesta gravemente infortunato, e giocò da titolare gli ottavi[54] e i quarti fino all'eliminazione con la Francia ai rigori[55].

Ha giocato 81 partite in Nazionale, realizzando 6 gol. Ha disputato 4 Mondiali, come Rivera, Albertosi, Zoff, Maldini e Cannavaro; uno in meno di Buffon (5) che detiene il record di Mondiali disputati da un calciatore italiano.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Nel febbraio 2008 è diventato l'allenatore degli esordienti dell'Inter[56]. Nel 2008-2009 allena l'Accademia Internazionale, con la quale vince anche il Campionato Allievi Dilettanti[57]. Nel corso della stagione 2009-2010 allena gli Allievi[38] del Monza e nella stagione 2010-2011 i Berretti[38]. Il 7 luglio 2011 assume la guida tecnica della squadra Berretti dell'Atalanta[58]. Con gli orobici arriva fino alla finale del campionato perdendo con l'Inter di Sergio Zanetti, sia la gara d'andata per 3-0, che quella di ritorno per 3-4. Nella stagione 2012-2013 vince il Campionato Berretti con l'Atalanta battendo in finale proprio l'Inter con un risultato complessivo di 4-2 (1-0 per i milanesi all'andata e 4-1 esterno dell'Atalanta nella partita di ritorno).

Il 25 luglio 2013 assume la guida tecnica della Berretti del Como.[59]

Commentatore televisivo[modifica | modifica sorgente]

Subito dopo aver terminato la sua carriera agonistica è diventato commentatore tecnico, spesso al fianco della prima voce Fabio Caressa, e opinionista, dapprima per TELE+ e poi, dal 2003, per Sky Sport.[60] Il suo commento dei Mondiali 2006 è diventato un piccolo cult metropolitano nel periodo subito successivo al Mondiale, grazie alla diffusione via internet degli spezzoni di telecronaca dei momenti più emozionanti delle partite, come semifinale e finale.[61]. Ha anche partecipato al commento, con Fabio Caressa, dei videogiochi manageriali di calcio FIFA 10, 2010 FIFA World Cup, FIFA 11, FIFA 12, FIFA 13 e FIFA 14.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Stagione Squadra Campionato Coppa Italia Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1979-1980 Italia Inter A - - CI 1 0 - - - - - - 1 0
1980-1981 A 12 0 CI - - CC 4 0 - - - 16 0
1981-1982 A 24 2 CI 10 2 CU 4 0 - - - 38 4
1982-1983 A 28 1 CI 9 1 CdC 6 0 - - - 43 2
1983-1984 A 25 0 CI 5 0 CU 5 0 - - - 35 0
1984-1985 A 29 2 CI 9 0 CU 10 0 - - - 48 2
1985-1986 A 30 5 CI 6 0 CU 10 0 - - - 46 5
1986-1987 A 28 2 CI 9 0 CU 8 0 - - - 45 2
1987-1988 A 28 1 CI 9 0 CU 5 0 - - - 42 1
1988-1989 A 32 1 CI 8 0 CU 6 0 - - - 46 1
1989-1990 A 33 2 CI 4 0 CC 2 0 SI 1 0 40 2
1990-1991 A 30 3 CI 4 1 CU 12 0 - - - 46 4
1991-1992 A 29 0 CI 6 0 CU 2 0 - - - 37 0
1992-1993 A 31 2 CI 6 0 - - - - - - 37 2
1993-1994 A 31 0 CI 4 0 CU 12 0 - - - 47 0
1994-1995 A 32 1 CI 7 1 CU 2 0 - - - 41 2
1995-1996 A 27 0 CI 5 0 CU 1 0 - - - 33 0
1996-1997 A 19 0 CI 7 0 CU 10 0 - - - 36 0
1997-1998 A 28 0 CI 5 0 CU 9 0 - - - 42 0
1998-1999 A 23 1 CI 5 0 UCL 9 0 - - - 37 1
Totale 519 23 119 5 117 0 1 0 756 28

Detiene tuttora il record assoluto di presenze in Coppa UEFA, con 96 incontri disputati[62]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-4-1982 Lipsia Germania Est Germania Est 1 – 0 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 61’ 61’
5-7-1982 Barcellona Italia Italia 3 – 2 Brasile Brasile Mondiali 1982 - 2º Turno -
8-7-1982 Barcellona Italia Italia 2 – 0 Polonia Polonia Mondiali 1982 - 2º Turno -
11-7-1982 Madrid Italia Italia 3 – 1 Germania Ovest Germania Ovest Mondiali 1982 - Finale - 3º Titolo Mondiale
27-10-1982 Roma Italia Italia 0 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole -
13-11-1982 Milano Italia Italia 2 – 2 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Qual. Euro 1984 -
5-10-1983 Bari Italia Italia 3 – 0 Grecia Grecia Amichevole -
15-10-1983 Napoli Italia Italia 0 – 3 Svezia Svezia Qual. Euro 1984 -
16-11-1983 Praga Cecoslovacchia Cecoslovacchia 2 – 0 Italia Italia Qual. Euro 1984 -
22-12-1983 Perugia Italia Italia 3 – 1 Cipro Cipro Qual. Euro 1984 -
4-2-1984 Roma Italia Italia 5 – 0 Messico Messico Amichevole -
3-3-1984 Istanbul Turchia Turchia 1 – 2 Italia Italia Amichevole -
7-4-1984 Verona Italia Italia 1 – 1 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Amichevole -
22-5-1984 Zurigo Germania Ovest Germania Ovest 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
26-5-1984 Toronto Canada Canada 0 – 2 Italia Italia Amichevole -
30-5-1984 New York Stati Uniti Stati Uniti 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
26-9-1984 Milano Italia Italia 1 – 0 Svezia Svezia Amichevole -
3-11-1984 Losanna Svizzera Svizzera 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
8-12-1984 Pescara Italia Italia 2 – 0 Polonia Polonia Amichevole -
5-2-1985 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 2 Italia Italia Amichevole -
13-3-1985 Atene Grecia Grecia 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
3-4-1985 Ascoli Piceno Italia Italia 2 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole -
2-6-1985 Città del Messico Messico Messico 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
6-6-1985 Città del Messico Italia Italia 2 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
25-9-1985 Lecce Italia Italia 1 – 2 Norvegia Norvegia Amichevole -
16-11-1985 Chorzów Polonia Polonia 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
5-2-1986 Avellino Italia Italia 1 – 2 Germania Ovest Germania Ovest Amichevole -
11-5-1986 Napoli Italia Italia 2 – 0 Cina Cina Amichevole -
31-5-1986 Città del Messico Italia Italia 1 – 1 Bulgaria Bulgaria Mondiali 1986 -
5-6-1986 Puebla Italia Italia 1 – 1 Argentina Argentina Mondiali 1986 -
17-6-1986 Città del Messico Francia Francia 2 – 0 Italia Italia Mondiali 1986 -
8-10-1986 Bologna Italia Italia 2 – 0 Grecia Grecia Amichevole 2
15-11-1986 Milano Italia Italia 3 – 2 Svizzera Svizzera Qual. Euro 1988 -
6-12-1986 La Valletta Malta Malta 0 – 2 Italia Italia Qual. Euro 1988 -
24-1-1987 Bergamo Italia Italia 5 – 0 Malta Malta Qual. Euro 1988 1
14-2-1987 Lisbona Portogallo Portogallo 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1988 -
18-4-1987 Colonia Germania Ovest Germania Ovest 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
28-5-1987 Oslo Norvegia Norvegia 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
3-6-1987 Stoccolma Svezia Svezia 1 – 0 Italia Italia Qual. Euro 1988 -
23-9-1987 Pisa Italia Italia 1 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
14-11-1987 Napoli Italia Italia 2 – 1 Svezia Svezia Qual. Euro 1988 -
5-12-1987 Milano Italia Italia 3 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Euro 1988 -
20-2-1988 Bari Italia Italia 4 – 1 URSS URSS Amichevole 1
31-3-1988 Spalato Jugoslavia Jugoslavia 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
27-4-1988 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 3 Italia Italia Amichevole 1
4-6-1988 Brescia Italia Italia 0 – 1 Galles Galles Amichevole -
10-6-1988 Düsseldorf Germania Ovest Germania Ovest 1 – 1 Italia Italia Euro 1988 -
14-6-1988 Francoforte Italia Italia 1 – 0 Spagna Spagna Euro 1988 -
17-6-1988 Colonia Italia Italia 2 – 0 Danimarca Danimarca Euro 1988 -
22-6-1988 Stoccarda URSS URSS 2 – 0 Italia Italia Euro 1988 -
19-10-1988 Pescara Italia Italia 2 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole -
16-11-1988 Roma Italia Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
22-12-1988 Perugia Italia Italia 2 – 0 Scozia Scozia Amichevole -
22-2-1989 Pisa Italia Italia 1 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole 1
25-3-1989 Vienna Austria Austria 0 – 1 Italia Italia Amichevole -
29-3-1989 Sibiu Romania Romania 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
22-4-1989 Verona Italia Italia 1 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole -
26-4-1989 Taranto Italia Italia 4 – 0 Ungheria Ungheria Amichevole -
20-9-1989 Cesena Italia Italia 4 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole -
14-10-1989 Bologna Italia Italia 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
11-11-1989 Vicenza Italia Italia 1 – 0 Algeria Algeria Amichevole -
15-11-1989 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
21-12-1989 Cagliari Italia Italia 0 – 0 Argentina Argentina Amichevole -
21-2-1990 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
31-3-1990 Basilea Svizzera Svizzera 0 – 1 Italia Italia Amichevole -
9-6-1990 Roma Italia Italia 1 – 0 Austria Austria Mondiali 1990 -
14-6-1990 Roma Italia Italia 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 1990 -
19-6-1990 Roma Italia Italia 2 – 0 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Mondiali 1990 -
25-6-1990 Roma Italia Italia 2 – 0 Uruguay Uruguay Mondiali 1990 -
30-6-1990 Roma Italia Italia 1 – 0 Irlanda Irlanda Mondiali 1990 -
3-7-1990 Napoli Argentina Argentina 1 – 1 Italia Italia Mondiali 1990 - dts -
7-7-1990 Bari Italia Italia 2 – 1
(3º Posto dcr)
Inghilterra Inghilterra Mondiali 1990 -
26-9-1990 Palermo Italia Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
17-10-1990 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1992 -
22-12-1990 Limassol Cipro Cipro 0 – 4 Italia Italia Qual. Euro 1992 -
5-6-1991 Oslo Norvegia Norvegia 2 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1992 -
12-6-1991 Malmö Italia Italia 2 – 0 dts Danimarca Danimarca Scania Cup -
2-6-1998 Göteborg Svezia Svezia 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
23-6-1998 Saint-Denis Italia Italia 2 – 1 Austria Austria Mondiali 1998 -
27-6-1998 Marsiglia Italia Italia 1 – 0 Norvegia Norvegia Mondiali 1998 - Ottavi -
3-7-1998 Parigi Italia Italia 0 – 0 dts
(3-4 dcr)
Francia Francia Mondiali 1998 - Quarti -
Totale Presenze (10º posto) 81 Reti 6

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]
Inter: 1988-1989
Inter: 1981-1982
Inter: 1989
Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]
Inter: 1990-1991, 1993-1994, 1997-1998

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Spagna 1982

Individuale[modifica | modifica sorgente]

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Atalanta: 2012-2013

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— 30 settembre 1991. Di iniziativa del Presidente della Repubblica[63].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 4 (1987-1988), Panini, 28 maggio 2012, p. 37.
  2. ^ Giuseppe Bergomi allenatore della Berretti., calciocomo1907.it. URL consultato il 25 luglio 2013.
  3. ^ L'Italia vince i Mondiali del 1982, Fifa.com. URL consultato il 20 novembre 2011.
  4. ^ FIFA 100, rediff.com. URL consultato il 26 febbraio 2012.
  5. ^ Le statistiche di Coppa UEFA, uefa.com, 1º marzo 2006. URL consultato il 21 dicembre 2011.
  6. ^ La Coppa UEFA dalla A alla Z, uefa.com, 20 maggio 2009. URL consultato il 21 dicembre 2011.
  7. ^ Andrea Galli, Billy e lo zio Bergomi, derby infinito «Viva i grattacieli». «Più linee del metrò» in Corriere della Sera, 4 maggio 2008, p. 6-7. URL consultato il 13 febbraio 2012.
  8. ^ a b Cuore Bergomi: "Brucia lo Scudetto '98. Amo l'Inter, Facchetti provò...", Tuttomercatoweb.com, 8 febbraio 2012. URL consultato l'8 febbraio 2012.
  9. ^ Inter - Juventus:tutti i precedenti, seriea.biz. URL consultato il 20 novembre 2011.
  10. ^ Inter - Almanacco Nerazzurro - Juventus 0-0 Inter, interfc.it. URL consultato il 4 marzo 2012.
  11. ^ Bergomi debutta con l'Inter in campionato, italia1910.com. URL consultato il 20 novembre 2011.
  12. ^ 06/09/1981 : Inter 2-2 Milan, interfc.it. URL consultato il 22 febbraio 2012.
  13. ^ 6 settembre 1981, Internazionale vs Milan 2-2, magliarossonera.it. URL consultato il 4 marzo 2012.
  14. ^ CAMPIONATO 1981/82 Catanzaro, 20 settembre 1981, storiainter.com. URL consultato il 4 marzo 2012.
  15. ^ Inter - Almanacco Nerazzurro - Catanzaro 0-0 Inter, interfc.it. URL consultato il 4 marzo 2012.
  16. ^ CAMPIONATO 1981/82 Ascoli Piceno, 24 gennaio 1982, storiainter.com. URL consultato il 4 marzo 2012.
  17. ^ Serie A 1981-1982, rsssf.com. URL consultato il 4 marzo 2012.
  18. ^ Inter - Almanacco Nerazzurro - Ascoli 2-2 Inter, interfc.it. URL consultato il 4 marzo 2012.
  19. ^ Serie A 1981-1982, rsssf.com. URL consultato il 22 febbraio 2012.
  20. ^ 10/01/1982 : Inter 2-1 Bologna, interfc.it. URL consultato il 22 febbraio 2012.
  21. ^ Campionato 1981/1982 : Inter 2-1 Bologna, storiainter.com. URL consultato il 4 marzo 2012.
  22. ^ Campionato 1982/83 Verona 1-2 Inter, storiainter.com. URL consultato il 6 aprile 2012.
  23. ^ Serie A 1982-1983, rsssf.com. URL consultato il 6 aprile 2012.
  24. ^ 16/01/1983 : Inter 1-1 Verona, interfc.it. URL consultato il 6 aprile 2012.
  25. ^ Campionato 1982/1983 : Inter 1-1 Verona, storiainter.com. URL consultato il 6 aprile 2012.
  26. ^ 05/09/1982 : Udinese 1-2 Inter, interfc.it. URL consultato il 6 aprile 2012.
  27. ^ Primo gol di Bergomi nella stagione 1988-89, storiainter.com. URL consultato il 20 novembre 2011.
  28. ^ Serie A 1988-1989, worldfootball.net. URL consultato l'8 dicembre 2011.
  29. ^ a b Trapattoni riporta in vetta l'inter, storiedicalcio.altervista.org. URL consultato il 15 dicembre 2011.
  30. ^ Un'altra inter 18 anni dopo il Trap, corriere.it. URL consultato il 20 novembre 2011.
  31. ^ Coppa UEFA 1990-1991, puntosport.net. URL consultato l'8 dicembre 2011.
  32. ^ Coppa UEFA edizione - 1993-1994, puntosport.net. URL consultato l'8 dicembre 2011.
  33. ^ Coppa UEFA 1993-1994 Inter, storiedicalcio.altervista.org. URL consultato il 15 dicembre 2011.
  34. ^ Coppa UEFA 1997-1998, puntosport.net. URL consultato il 15 dicembre 2011.
  35. ^ Primo Trofeo per Massimo Moratti e il suo Fenomeno (Ronaldo), storiedicalcio.altervista.org. URL consultato il 15 dicembre 2011.
  36. ^ Bergomi diventa capitano nel 1992, ciaosport.it. URL consultato il 20 novembre 2011.
  37. ^ Bergomi si ritira da giocatore, fcinter1908.it. URL consultato il 20 novembre 2011.
  38. ^ a b c Passione inter.com 06/10/11, Beppe bergomi, passioneinter.com. URL consultato il 23 novembre 2011.
  39. ^ le 756 partite di Beppe Bergomi, storiainter.com. URL consultato il 20 novembre 2011.
  40. ^ Bergomi gioca in Supercoppa, rsssf.com. URL consultato il 10 febbraio 2012.
  41. ^ La Coppa UEFA dalla A alla Z, uefa.com. URL consultato l'8 luglio 2009.
  42. ^ Cuore Bergomi: "Brucia lo Scudetto '98. Amo l'Inter, Facchetti provò...", Tuttomercatoweb.com. URL consultato l'8 febbraio 2012.
  43. ^ Bergomi debutta con la nazionale maggiore dell'Italia, italia1910.com. URL consultato il 20 novembre 2011.
  44. ^ (EN) Italy national football team statistics and records: youngest players 11v11.com
  45. ^ Bergomi è chiamato in nazionale a 18 anni, italia1910.com. URL consultato il 20 novembre 2011.
  46. ^ Italia-Germania Ovest, finale 1982, fifa.com. URL consultato il 20 novembre 2011.
  47. ^ 1986 FIFA World Cup Mexico Bulgaria-Italy, fifa.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  48. ^ 1986 FIFA World Cup Mexico Italy-Argentina, fifa.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  49. ^ 1986 FIFA World Cup Mexico Korea Republic-Italy, fifa.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  50. ^ Squadra del torneo 1988, uefa.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  51. ^ 758 volte Zio Beppe!, canaleinter.it. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  52. ^ Giuseppe Bergomi, solocalcio.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  53. ^ Amichevole a Goteborg, martedì 2 giugno 1998 ore 18.15 Svezia 1-0 Italia, italia1910.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  54. ^ 1998 FIFA World Cup France Italy 1-0 Norway, fifa.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  55. ^ 1998 FIFA World Cup France France 0-0 Italy 3-4 dcr, fifa.com. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  56. ^ Lo Zio allenatore comincia con un pari, gazzetta.it. URL consultato il 28 gennaio 2010.
  57. ^ Accademia Internazionale Calcio Archivio, accademiainternazionale.it. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  58. ^ Beppe Bergomi al settore giovanile dell'Atalanta, atalanta.it. URL consultato il 7 luglio 2011.
  59. ^ CALCIO COMO 1907 - Sito Ufficiale
  60. ^ Bergomi verso l'atalanta come allenatore delle giovanili, ecodibergamo.it. URL consultato il 15 dicembre 2011.
  61. ^ Fabio Caressa e Beppe Bergomi, telecronisti di Sky, hanno vinto il loro Mondiale, teledicoio.blogosfere.it. URL consultato il 15 dicembre 2011.
  62. ^ (EN) Players' Records of Goals and Matches in European Cups, Rsssf.com. URL consultato il 30 aprile 2010.
  63. ^ Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig. Giuseppe Bergomi, quirinale.it. URL consultato il 1º aprile 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]