Moreno Torricelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moreno Torricelli
Juventus, Coppa UEFA 1992-93, Torricelli+Vialli.jpg
Torricelli (al centro) alla Juventus nel 1993, mentre solleva con Gianluca Vialli la Coppa UEFA.
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1988-1990 600px Rosso e Blu2.png Oggiono 49 (0)
1990-1992 Caratese Caratese 57 (3)
1992-1998 Juventus Juventus 153 (2)
1998-2002 Fiorentina Fiorentina 99 (2)
2003-2004 Espanyol Espanyol 33 (0)
2004-2005 Arezzo Arezzo 26 (2)
Nazionale
1996-1999 Italia Italia 10 (0)
Carriera da allenatore
2007-2008 Fiorentina Fiorentina Esordienti
2009 Pistoiese Pistoiese
2009-2010 Figline Figline
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al giugno 2010

Moreno Torricelli (Erba, 23 gennaio 1970) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo terzino.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Giocatore volitivo e dalla grande grinta, inizia a giocare nella U.S. Folgore Verano nelle squadre dei pulcini. Visionato dal Como, disputa con gli azzurri il campionato Allievi Regionali, ma non sfonda e ritorna alla Folgore per fine prestito. Con la Folgore di Verano Brianza[1] arriva a giocare in prima squadra fino al 1987-1988. Alla fine della stagione viene ceduto all'Oggiono, appena entrato in Promozione Lombarda. Rimane con i rossoblu per due stagioni prima di essere ceduto alla Caratese, in Serie D.

All'inizio degli anni novanta lavora come magazziniere in una fabbrica di mobili della Brianza, e gioca a calcio solo come hobby, ma grazie ad un'amichevole disputata proprio dalla Caratese contro la Juventus, la sua vita cambia: nella primavera del 1992 viene convocato dalla Juventus per disputare tre amichevoli come periodo di prova ed impressiona l'allenatore Giovanni Trapattoni[2]; successivamente viene acquistato per 50 milioni di lire.[3] Esordisce in Serie A il 13 settembre 1992 nella partita Juventus-Atalanta, finita 4-1. Diviene subito titolare fisso della squadra, che in quella stagione si aggiudica la Coppa UEFA battendo in finale i tedeschi del Borussia Dortmund.

Le due stagioni migliori per il giocatore sono quelle 1994-1995 e 1995-1996: conquista infatti lo scudetto, la Coppa Italia, la Champions League, la Coppa Intercontinentale, la Supercoppa italiana e la Supercoppa europea. Nelle stagioni 1996-1997 e 1997-1998 è ancora protagonista e conquista due scudetti. Al termine della stagione 1997-1998 è tra i 22 convocati da Cesare Maldini per il campionato mondiale di calcio in Francia. Nell'estate del 1998 chiede ed ottiene di essere ceduto alla Fiorentina, dove ad allenare la squadra c'è proprio Giovanni Trapattoni, l'uomo che lo aveva scoperto sei anni prima[4].

Disputa ancora tre stagioni con i viola, fino all'estate del 2002, anno del fallimento economico della società toscana. Dopo un periodo senza contratto, nel gennaio 2003 si trasferisce in Spagna, nell'Espanyol[5], dove disputa due campionati. Torna in Italia nel novembre 2004 giocando nelle file dell'Arezzo, in Serie B[6]. Nell'estate 2006, disoccupato, si allena con i giocatori senza contratto[7].

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1996 e il 1999 ricevette 21 convocazioni, totalizzando 10 presenze in campo. Partecipò al campionato europeo 1996 e ai Mondiali di Francia '98.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Nel 2007-2008 è allenatore degli Esordienti Regionali (1995) della Fiorentina[2], ruolo che condivide con un altro ex viola, Massimo Orlando. Dal 17 febbraio 2009 diventa allenatore della Pistoiese[2] ma l'esordio non è molto felice: nonostante il punto guadagnato (1-1) sul difficile campo del Foggia, Torricelli si fa espellere dopo soli 19 minuti per proteste. Con la compagine arancione pistoiese non riesce a centrare la salvezza, svanita per via della sconfitta subìta nei play-out contro il Foligno.

Il 23 giugno 2009 viene nominato ufficialmente nuovo allenatore del neopromosso Figline in Lega Pro Prima Divisione. Si avvale della collaborazione di Gianmatteo Mareggini come preparatore dei portieri e di Anselmo Robbiati come allenatore in seconda[8]. Al termine della stagione sportiva si dimette dall'incarico[9][10].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate all'11 giugno 2005[11][12]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1988-1989 Italia Oggiono Ecc. 15 0 - - - - - - - - - 15 0
1989-1990 Ecc. 34 0 - - - - - - - - - 34 0
Totale Oggiono 49 0 - - - - - - 49 0
1990-1991 Italia Caratese D 27 2 - - - - - - - - - 27 2
1991-1992 D 30 1 - - - - - - - - - 30 1
Totale Caratese 57 3 - - - - - - 57 3
1992-1993 Italia Juventus A 30 0 CI 8 0 CU 10 1 - - - 48 1
1993-1994 A 32 0 CI 1 0 CU 8 0 - - - 41 0
1994-1995 A 26 0 CI 6 0 CU 9 0 - - - 41 0
1995-1996 A 28 1 CI 2 0 UCL 8 1 SI 1 0 39 2
1996-1997 A 17 0 CI 3 0 UCL 5 0 SE+CInt 2+1 0 28 0
1997-1998 A 20 0 CI 6 0 UCL 7 0 SI 0 0 33 0
Totale Juventus 153 1 26 0 47 2 4 0 230 3
1998-1999 Italia Fiorentina A 31 2 CI 9 1 CU 2 0 - - - 42 3
1999-2000 A 15 0 CI 2 0 UCL 6 0 - - - 23 0
2000-2001 A 24 0 CI 5 0 CU 0 0 - - - 29 0
2001-2002 A 29 0 CI 0 0 CU 3 0 SI 0 0 32 0
Totale Fiorentina 99 2 16 1 11 0 0 0 126 3
gen.-giu. 2003 Spagna Espanyol PD 18 0 CR 0 0 - - - - - - 18 0
2003-2004 PD 15 0 CR 1 0 - - - - - - 16 0
Totale Espanyol 33 0 1 0 - - - - 33 0
2004-2005 Italia Arezzo B 26 1 CI 0 0 - - - - - 26 1
Totale carriera 375 7 43 1 58 2 4 0 479 10

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
24/1/1996 Terni Italia Italia 3 – 0 Galles Galles Amichevole -
29/5/1996 Cremona Italia Italia 2 – 2 Belgio Belgio Amichevole -
1/6/1996 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 2 Italia Italia Amichevole -
19/06/1996 Manchester Italia Italia 0 – 0 Germania Germania Euro 1996 - 1º Turno -
06/11/1996 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 2 – 1 Italia Italia Amichevole -
28/01/1998 Catania Italia Italia 3 – 0 Slovacchia Slovacchia Amichevole -
10/10/1998 Udine Italia Italia 2 – 0 Svizzera Svizzera Qual. Euro 2000 -
18/11/1998 Salerno Italia Italia 2 – 2 Spagna Spagna Amichevole -
16/12/1998 Roma Italia Italia 6 – 2 World Stars World Stars Amichevole -
10/02/1999 Pisa Italia Italia 0 – 0 Norvegia Norvegia Amichevole -
Totale Presenze 10 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Juventus: 1994-1995, 1996-1997, 1997-1998
Juventus: 1994-1995
Fiorentina: 2000-2001
Juventus: 1995, 1997

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Juventus: 1992-1993
Juventus: 1995-1996
Juventus: 1996
Juventus: 1996

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

La moglie Barbara, morta il 27 ottobre 2010 a 40 anni per un male incurabile, gli ha dato tre figli (Arianna, Alessio e Aurora).[13]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Franco Melli, Torricelli, il giocatore qualunque " dal mobilificio fino alla Juventus il mio viaggio è ancora un sogno " in Corriere della Sera, 18 settembre 1992, p. 45. URL consultato il 1º febbraio 2010.
  2. ^ a b c Matteo Baccellini, Torricelli: "In panchina con la grinta da falegname" in La Repubblica, 30 marzo 2009. URL consultato il 1º febbraio 2010.
  3. ^ Fabio Vergnano, UNA FAVOLA COME SI PUÒ DIVENTARE UN CAMPIONE in La Stampa, 12 agosto 1992. URL consultato il 13 maggio 2012.
  4. ^ Carlo Laudisa, Torricelli torna alla corte del Trap in La Gazzetta dello Sport, 07 luglio 1998, p. 18. URL consultato il 1º febbraio 2010.
  5. ^ Carlo Laudisa, È una Reggina pigliatutto in La Gazzetta dello Sport, 23 gennaio 2003, p. 15. URL consultato il 28 ottobre 2010.
  6. ^ Nicola Binda, Infinito Torricelli: riparte da Arezzo in La Gazzetta dello Sport, 03 novembre 2004, p. 22. URL consultato il 1º febbraio 2010.
  7. ^ Carlo Lovati, Scende in campo la squadra che non c'è in Corriere della Sera, 24 luglio 2006, p. 7. URL consultato il 1º febbraio 2010.
  8. ^ Stefano Brandini Dini, Daniela Natali, Torricelli riparte dal Figline in La Gazzetta dello Sport, 24 giugno 2009. URL consultato il 1º febbraio 2010.
  9. ^ Calciomercato al via anche in Lega Pro, quanti affari in cantiere!, goal.com.
  10. ^ Quanti allenatori a spasso. In vacanza col cellulare acceso, La Gazzetta dello Sport.
  11. ^ Moreno Torricelli in myjuve.it. URL consultato il 28 ottobre 2010.
  12. ^ Football:Moreno Torricelli in footballdatabase.eu. URL consultato il 28 ottobre 2010.
  13. ^ Lutto in casa Torricelli. È scomparsa la moglie Gazzetta.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]