Ruggiero Rizzitelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ruggiero Rizzitelli
Rizzitelli.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177[1] cm
Peso 68[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 2001
Carriera
Giovanili
1984-1986 Cesena Cesena
Squadre di club1
1985-1988 Cesena Cesena 62 (7)
1988-1994 Roma Roma 154 (29)
1994-1996 Torino Torino 60 (30)
1996-1998 Bayern Monaco Bayern Monaco 45 (11)
1998-2000 Piacenza Piacenza 33 (1)
2000-2001 Cesena Cesena 14 (6)
Nazionale
1987-1989
1988-1991
Italia Italia U-21
Italia Italia
16 (4)
9 (2)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ruggiero Rizzitelli (Margherita di Savoia, 2 settembre 1967) è un ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Era soprannominato Rizzi-gol[2].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Attaccante preferibilmente esterno[3], era una punta veloce e abile nel gioco aereo, nonostante la statura non elevata[3]. Si integrava bene con una punta classica da area di rigore (come Rudi Völler[3]).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera calcistica tra i professionisti inizia con il Cesena, al quale approda quattordicenne e con il quale fa tutta la trafila delle giovanili[4]. Dopo l'esordio nella stagione 1984-1985 nel campionato di Serie B, conquista la promozione al termine del campionato di Serie B 1986-1987, ed esordisce in Serie A l'anno successivo, in cui segna 5 gol in 30 presenze.

Nella stagione 1988-1989 viene acquistato dalla Roma per 5,7 miliardi più i cartellini di Sergio Domini (valutato 1,8 miliardi) e Massimo Agostini per un totale di 9 miliardi di lire.[5] In sei stagioni realizza 29 gol in campionato. Con i giallorossi nel 1991 vince la Coppa Italia, e sempre in quell'anno sfiora la conquista della Coppa UEFA, perdendo la finale tutta italiana contro l'Inter[3]. Rizzitelli realizza anche il gol della finale di ritorno vinta dalla Roma per 1-0 all'Olimpico (l'Inter all'andata a San Siro si era imposta per 2-0)[3].

Nel 1994 passa al Torino[6], dove conosce il suo periodo più prolifico dal punto di vista realizzativo, mettendo a segno 30 reti in due stagioni. Da ricordare i suoi goal nei derby della stagione 1994/1995, che permisero alla squadra granata di aggiudicarsi entrambe le partite con il risultato di 3-2 in casa e 2-1 fuori casa. Al termine della stagione 1995-1996 la squadra granata retrocede in Serie B, e Rizzitelli decide di andare a giocare nella Bundesliga tedesca, approdando al Bayern Monaco, allora guidato da un altro italiano, Giovanni Trapattoni[7]. Rizzitelli vi rimane per due stagioni e vince col Bayern un titolo nazionale nel 1996-1997 e la Coppa di Germania nel 1997-1998, contribuendo a tali successi con 11 reti in 45 presenze.

Andato via Trapattoni, alla volta della Fiorentina, anche Rizzitelli decide di ritornare in Italia, trasferendosi al Piacenza a parametro zero[8]. Vi rimane per due stagioni nella massima serie, offrendo un rendimento al di sotto delle aspettative[9], anche a causa dell'esplosione di Simone Inzaghi.

Svincolatosi dopo la retrocessione, nell'ottobre 2000 torna a Cesena, in Serie C1[3], per sostituire Marcello Campolonghi ceduto al Siena[10]; in Romagna chiude la carriera dopo una sola stagione, nella quale realizza 6 reti in 14 partite.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Convocato da Azeglio Vicini ai tempi della militanza nel Cesena (primo giocatore nella storia del club romagnolo[11]), Rizzitelli ha disputato con la Nazionale italiana 9 partite, realizzando 2 reti[12] e guadagnandosi un posto tra i 20 convocati per l'Europeo del 1988, disputato nell'allora Germania Ovest: l'Italia uscì in semifinale, sconfitta per 2-0 dall'URSS.

L'ultimo gol in azzurro di Rizzitelli coincise con la prima partita da commissario tecnico di Arrigo Sacchi, un pareggio 1-1 contro la Norvegia: la partita, disputata a Genova il 13 novembre 1991, valeva per la qualificazione agli Europei del 1992, con gli azzurri già eliminati[13]. Proprio nella partita che sancì l'eliminazione degli azzurri, giocata in Russia, Rizzitelli colpì un palo negli ultimi minuti[13].

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 2001-2002 Ruggiero Rizzitelli partecipa in TV alla trasmissione di Rai Due Quelli che il calcio, condotta da Simona Ventura, giocando nel Maifredi Team. La squadra, composta da calciatori non più in attività, ogni domenica ripropone le azioni dei gol più importanti della giornata di campionato, sotto la guida di Gigi Maifredi[14].

Successivamente ha lavorato come commentatore per Sky[2] e ha aperto un ristorante[2].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1984-1985 Italia Cesena B 0 0 CI ? ? - - - - - - 0+ 0+
1985-1986 B 6 0 CI ? ? - - - - - - 6+ 0+
1986-1987 B 26 2 CI ? ? - - - - - - 26+ 2+
1987-1988 A 30 5 CI ? ? - - - - - - 30+ 5+
1988-1989 Italia Roma A 20 2 CI 5 4 CU 2 0 - - - 27 6
1989-1990 A 34 5 CI 6 3 - - - - - - 40 8
1990-1991 A 24 5 CI 8 4 CU 8 4 - - - 40 13
1991-1992 A 26 6 CI 4 4 CdC 5 2 SI 0 0 35 12
1992-1993 A 26 7 CI 8 2 CU 8 3 - - - 42 12
1993-1994 A 24 4 CI 3 0 - - - - - - 27 4
Totale Roma 154 29 34 17 23 9 0 0 211 55
1994-1995 Italia Torino A 32 19 CI 2 1 - - - - - - 34 20
1995-1996 A 28 11 CI 1 0 - - - - - - 29 11
Totale Torino 61 30 3 1 - - - - 64 31
1996–1997 Germania Bayern Monaco BL 25 7 CG+LP  ?+?  ?+? CU  ?  ? - - - 25+ 7+
1997–1998 BL 20 4 CG+LP ?+? ?+? UCL ? ? - - - 20+ 4+
Totale Bayern Monaco 45 11  ?  ?  ?  ? - - 45+ 11+
1998-1999 Italia Piacenza A 12 0 CI 2 1 - - - - - - 14 1
1999-2000 A 21 1 CI 4 1 - - - - - - 25 2
Totale Piacenza 33 1 6 2 - - - - 39 3
2000-2001 Italia Cesena C1 14 6 CI ? ? - - - - - - 14+ 6+
Totale Cesena 76 13  ?  ? - - - - 76+ 13+
Totale carriera 369 84 43+ 20+ 23+ 9+ - - 435 113+

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20/02/1988 Bari Italia Italia 4 – 1 URSS URSS Amichevole -
27/04/1988 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 3 Italia Italia Amichevole -
04/06/1988 Brescia Italia Italia 0 – 1 Galles Galles Amichevole -
19/10/1988 Pescara Italia Italia 2 – 1 Norvegia Norvegia Amichevole -
16/11/1988 Roma Italia Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
12/06/1991 Malmö Italia Italia 2 – 0 dts Danimarca Danimarca Scania Cup 1
16/06/1991 Stoccolma Italia Italia 1 – 1 dts
(3-2 dcr)
URSS URSS Scania Cup -
12/10/1991 Mosca URSS URSS 0 – 0 Italia Italia Qual. Euro 1992 -
13/11/1991 Genova Italia Italia 1 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Euro 1992 1
Totale Presenze 9 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Roma: 1990-1991
Bayern Monaco: 1996-1997
Bayern Monaco: 1997-1998
Bayern Monaco: 1997

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1990-1991 (4 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 4 (1987-1988), Panini, 28 maggio 2012, p. 29.
  2. ^ a b c Che fine ha fatto? Quarta parte Laroma24.it
  3. ^ a b c d e f Ruggiero Rizzitelli dajeroma.com
  4. ^ Cesena - Rizzitelli: "Mi diceva è mi burdèl" romagnanoi.it
  5. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 5 (1988-1989), Panini, 4 giugno 2012, p. 10.
  6. ^ Calcio news La Repubblica, 31 maggio 1994, pag.26
  7. ^ Mercato La Repubblica, 28 giugno 1996, pag.45
  8. ^ Rizzitelli torna in Italia. Djorkaeff va in Scozia? La Repubblica, 13 giugno 1998, pag.54
  9. ^ Meteore e bidoni: Rizzitelli storiapiacenza1919.it
  10. ^ Viscidi per la sua Lucchese auspica più muscoli e senso tattico, Il Tirreno, 12 novembre 2000
  11. ^ AZZURRI - I convocati di Prandelli: novità Parolo ilfriuli.it
  12. ^ I nazionali storiapiacenza1919.it
  13. ^ a b Intervista a Ruggiero Rizzitelli fondazionebonarda.blogspot.com
  14. ^ 67 anni e non sentirli: il ritorno di Lamberto Boranga Tuttomercatoweb.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]