Mario Magnozzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Magnozzi
Mario Magnozzi.jpg
Dati biografici
Nome Mario Giovanni Marcello Magnozzi
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 1935 - giocatore
1956 - allenatore
Carriera
Giovanili
1918-1921 Livorno Livorno
Squadre di club1
1921-1930 Livorno Livorno 223 (159)
1930-1933 Milan Milan 97 (31)
1933-1935 Livorno Livorno 57 (11)
Nazionale
1924-1932 Italia Italia 29 (13)
Carriera da allenatore
1936-1938 Livorno Livorno
1938-1940 Rieti Rieti
1940-1941 600px Rosso2.png Alfa Romeo
1941-1943 Milano Milano
1946-1947 Viareggio Viareggio
1947-1948 Livorno Livorno
1948-1949 Lecce Lecce
1949-1950 Catania Catania
1952-1953 AEK Atene AEK Atene
1954-1956 Livorno Livorno
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Bronzo Amsterdam 1928
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Mario Giovanni Marcello Magnozzi (Livorno, 20 marzo 1902Livorno, 25 giugno 1971) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano che ha giocato nel ruolo di attaccante.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Livorno il 20 marzo 1902, alle ore 14:30.[1] Per un errore dell'anagrafe, nel suo certificato di nascita fu registrato come "di sesso femminino".[2] L'equivoco durò per alcuni anni, tanto che fu erroneamente riportato, sempre sul certificato di nascita, il matrimonio di Magnozzi con tale Dino Ricci, avvenuto, secondo l'anagrafe livornese, il 15 novembre 1926; questo dato fu poi cancellato.[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Mezzala, era dotato di grande dinamismo e resistenza fisica.[3]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Magnozzi (a sin.) con Raimundo Orsi

Cresciuto nelle giovanili del Livorno, Magnozzi debuttò in Serie A (allora denominata Prima Categoria) nella stagione 1919-20, trascinando con le sue reti decisive la squadra toscana alla vittoria del Torneo del Sud (vinto battendo la Fortitudo Roma per 3-2) e alla qualificazione alla finalissima contro i vincitori del Torneo del Nord dell'Inter.

I neroazzurri erano favoriti ma il Livorno iniziò bene la partita e Magnozzi sfiorò la rete del vantaggio livornese fallendo un rigore. Ben presto però la classe dei giocatori neroazzurri emerse e, approfittando dell'infortunio del giocatore livornese Innocenti I° (Athos, il fratello più grande dei tre Innocenti, Gontrano, il II°, e Gastone, il III°) che lasciò i toscani in 10 (allora non erano permesse le sostituzioni) l'Inter chiuse il primo tempo in vantaggio per 3-0. I livornesi riaprirono la gara segnando due reti con Magnozzi, ma non riuscì a pareggiare e dovette dire addio allo scudetto.

Nella stagione successiva Magnozzi giocò un altro buon campionato e il Livorno sfiorò l'accesso alla finalissima scudetto perdendo la finale del Torneo del Sud contro il Pisa. A partire dal 1921-22 il Livorno venne spostato dalla Lega Sud alla Lega Nord e così Magnozzi ebbe maggior visibilità e più possibilità di essere convocato in nazionale (dato che la Lega Nord era un campionato di tasso tecnico più elevato di quello della Lega Sud tanto che tutti i giocatori della nazionale di quel periodo giocavano in Lega Nord). Cosa che avvenne nel 1924, anno in cui venne convocato per la prima volta in nazionale. Debuttò il 25 maggio nella partita valevole per le olimpiadi del 1924 contro la Spagna. Disputò tre partite in quelle olimpiadi e l'Italia venne eliminata ai quarti.

Nella stagione 1924-25 vinse la classifica cannonieri e nel 1928 vinse il bronzo alle Olimpiadi. In quel torneo segnò 9 reti. Nel 1930 venne acquistato dal Milan dove restò fino al 1932, anno in cui venne ceduto di nuovo al Livorno. Restò nella squadra toscana fino al 1936, anno del suo ritiro.

Nel 1928, dal 23 luglio al 13 settembre, partecipò con la squadra del Brescia, a una tournée in terra americana. Salpati dal porto di Genova sul transatlantico "Duilio", raggiunsero New York dopo dieci giorni di navigazione, negli Stati Uniti giocarono nove incontri, Mario ne disputò sei, conditi da quattro reti realizzate. Rientrarono dalla tournée il 13 settembre sul transatlantico "Mauritania"[4].

Intraprese poi la carriera di allenatore, guidando tra le altre Rieti, l'Alfa Romeo di Milano[5], Milan, Lecce, Catania, Livorno[6] ed AEK[7].

Dopo la morte gli è stato intitolato uno dei principali impianti sportivi di Livorno, lo "Stadio Magnozzi", situato nel quartiere Sorgenti, che ospita le gare interne della Pro Livorno Sorgenti, militante in Eccellenza Toscana.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Stagione Club Campionato Coppe nazionali Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1919-1920 Italia Livorno PC 18 29 18 29
1920-1921 PC 19 27 19 27
1921-1922 PD 3 1 3 1
1922-1923 PD 22 14 22 14
1923-1924 PD 21 14 21 14
1924-1925 PD 24 19 24 19
1925-1926 PD 20 11 20 11
1926-1927 DN 18 11 18 11
1927-1928 DN 19 15 19 15
1928-1929 DN 25 18 25 18
1929-1930 A 34 15 34 15
1930-1931 Italia Milan A 32 10 32 10
1931-1932 A 33 11[8] 33 11
1932-1933 A 32 10 32 10
Totale Milan[9][10] 97 31 97 31
1933-1934 Italia Livorno A 31 7 31 7
1934-1935 A 23 3 23 3
1935-1936 B 3 1 CI 1 1 4 2
Totale Livorno 280 170 1 1 281 171
Totale 377 201 1 1 378 202

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Amsterdam 1928

Individuale[modifica | modifica sorgente]

Livorno: 1924-1925 (19 gol)

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
25/05/1924 Parigi Italia Italia 1 – 0 Spagna Spagna Olimpiadi 1924 -
29/05/1924 Parigi Lussemburgo Lussemburgo 0 – 2 Italia Italia Olimpiadi 1924 -
02/06/1924 Parigi Svizzera Svizzera 2 – 1 Italia Italia Olimpiadi 1924 -
16/11/1924 Milano Italia Italia 2 – 2 Svezia Svezia Amichevole 2
23/11/1924 Duisburg Germania Germania 0 – 1 Italia Italia Amichevole -
18/01/1925 Milano Italia Italia 1 – 2 Ungheria Ungheria Amichevole -
14/06/1925 Valencia Spagna Spagna 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
18/06/1925 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
04/11/1925 Padova Italia Italia 2 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
08/11/1925 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
17/01/1926 Torino Italia Italia 3 – 1 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Amichevole 1
21/03/1926 Torino Italia Italia 3 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole 1
18/04/1926 Zurigo Svizzera Svizzera 1 – 1 Italia Italia Amichevole 1
09/05/1926 Milano Italia Italia 3 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole -
18/07/1926 Stoccolma Svezia Svezia 5 – 3 Italia Italia Amichevole -
28/10/1926 Praga Cecoslovacchia Cecoslovacchia 3 – 1 Italia Italia Amichevole -
17/04/1927 Torino Italia Italia 3 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
01/01/1928 Genova Italia Italia 3 – 2 Svizzera Svizzera Coppa Internazionale 1
04/06/1928 Amsterdam Spagna Spagna 1 – 7 Italia Italia Olimpiadi 1928 1
07/06/1928 Amsterdam Uruguay Uruguay 3 – 2 Italia Italia Olimpiadi 1928 -
10/06/1928 Amsterdam Egitto Egitto 3 – 11 Italia Italia Olimpiadi 1928 3
09/02/1930 Roma Italia Italia 4 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole 1
02/03/1930 Francoforte Germania Germania 0 – 2 Italia Italia Amichevole -
06/04/1930 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
11/05/1930 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 5 Italia Italia Coppa Internazionale 1
22/06/1930 Bologna Italia Italia 2 – 3 Spagna Spagna Amichevole -
20/03/1932 Vienna Austria Austria 2 – 1 Italia Italia Coppa Internazionale -
10/04/1932 Parigi Francia Francia 1 – 2 Italia Italia Amichevole 1
08/05/1932 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Italia Italia Coppa Internazionale -
Totale Presenze 29 Reti (21º posto) 13

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Di Luca, op. cit., p. 129.
  2. ^ a b Certificato di nascita di Mario Magnozzi, Livorno, n. 543, anno 1902. Di Luca, op. cit., p. 129.
  3. ^ Gino Bacci, Storia del calcio italiano, Milano, Gruppo Editoriale Armenia, 2006, pp. 26, 30, ISBN 8881133504.
  4. ^ Valgoglio, op. cit..
  5. ^ Mario Magnozzi da Il Littoriale del 18 ottobre 1942, p. 3.
  6. ^ Mario Magnozzi (I), playerhistory.com.
  7. ^ Ad Atene si spera nella grande affermazione da Il Corriere dello Sport del 21 aprile 1953, p. 1.
  8. ^ Alcune fonti riportano 12 reti.
  9. ^ Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005, p. 689.
  10. ^ Magnozzi Mario (PDF), magliarossonera.it. URL consultato il 17-09-2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Mario Di Luca, 1915-1933: ˜gli œanni ruggenti amaranto, Livorno, Debatte, 2005, ISBN 8886705484.
  • Giuseppe Valgoglio, Il volo delle rondinelle, Edizioni del Moretto, 1986, pp. 30-37.
  • Marco Bencivenga, Ciro Corradini; Carlo Fontanelli, Tutto il Brescia - 1911-2007, tremila volte in campo, Geo Edizioni, 2007, p. 98.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]