Federico Munerati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Federico Munerati
Munerati.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 1939 - giocatore
1953 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
19? Flag of None.svg Virtus Spezzina  ? (?)
1922-1923 Novara Novara 18 (10)
1923-1933 Juventus Juventus 250 (111)
1933-1934 Sampierdarenese Sampierdarenese 31 (7)
1934-1935 Pistoiese Pistoiese 14 (2)
1935-1936 Biellese Biellese[1]  ? (?)
1938-1939 Pavese Luigi Belli Pavese Luigi Belli 1 (0)
Nazionale
1926-1927 Italia Italia 4 (0)
Carriera da allenatore
1938-1940 Pavia Pavia
1940-1941 Juventus Juventus
1942-1943 Fanfulla Fanfulla
1947-1948 Pavia Pavia
1948-1949 Acireale Acireale
1952-1953 Biellese Biellese
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 luglio 2012

Federico Munerati, detto Mune (La Spezia, 16 ottobre 1901Chiavari, 26 luglio 1980), è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Soprannominato "ricciolo", per via dei capelli neri e riccioluti, fu una delle ali destre più forti nella storia della Juventus. Giocatore dalle eccellenti doti di palleggiatore, rapido e opportunista, militò nella Juventus tra il 1923 e il 1933 e partecipò attivamente alla conquista dei primi tre titoli del Quinquennio d'oro (1930-31, 1931-32, 1932-33), oltre alla conquista del titolo del 1925-26. Con 114 reti (111 in campionato) è ancora oggi il decimo goleador di tutti i tempi per la Juventus, ed è inoltre lo spezzino più prolifico della Serie A. Conta 4 presenze in Nazionale, collezionate tra il 1926 e il 1927. Giocò anche in Nazionale B, nella prima partita della rappresentativa, terminata con la vittoria ad Esch-sur-Alzette del 17 aprile 1927 degli azzurri sulla Nazionale del Lussemburgo per 5-1[2].

Finita la carriera di calciatore iniziò quella di allenatore, veste che ricoprirà nella stessa Juventus nella stagione 1940-1941 (subentrando al posto dello scomparso Umberto Caligaris), nel Fanfulla[3], nell'Acireale nella stagione 1948-1949 e nel Borgosesia in quella 1951-1952.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Juventus: 1925-1926, 1930-1931, 1931-1932, 1932-1933
Sampierdanerese: 1933-1934

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le liste di trasferimento offrono una tangibile dimostrazione della crescita del movimento calcistico italiano, Il Littoriale, 8-9 agosto 1936, pp.6-7-8
  2. ^ La Stampa, 18 aprile 1927, pagina 2
  3. ^ Ennio Mantella. I giocatori di calcio e le loro nuove destinazioni, da «Il Littoriale», n. 205, 27 agosto 1942, p. 2

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Vladimiro Caminiti, Juventus Juventus. Dizionario storico romantico dei bianconeri, Milano, Edizioni Elle, 1977, p. 167.
  • Renato Tavella, 101 gol che hanno fatto grande la Juventus, Newton Compton Editori.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]