Silvio Pietroboni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silvio Pietroboni
Pietroboni.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore, centrocampista
Carriera
Squadre di club1
1921-1927 Inter Inter 146 (7)
1928-1931 Ambrosiana Ambrosiana 46 (2)
1931-1932 Ambrosiana-Inter Ambrosiana-Inter 1 (0)
Nazionale
1927-1929 Italia Italia 11
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Amsterdam 1928
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Silvio Pietroboni (Milano, 9 marzo 19041987) è stato un calciatore italiano, di ruolo difensore o centrocampista.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto calcisticamente nelle giovanili dell'Inter, gioca in nerazzuro dal 1922 al 1932, segnando 9 reti in 194 gare di campionato. Inizia a giocare come terzino sinistro, poi si trasforma in mediano difensivo.[senza fonte]. Calciatore di grande temperamento e dal rendimento elevato.

Nel 1928, dal 23 luglio al 13 settembre, con il compagno di squadra Valentino Degani, prestati dall'Internazionale al Brescia, partecipa alla tournée in America, salpati dal porto di Genova sul transatlantico "Duilio", dopo dieci giorni di navigazione giungono a New York, in terra americana disputano nove partite, Silvio ne gioca sei realizzando anche una rete.[1]

Conta 11 presenze in Nazionale, nella quale esordisce il 17 aprile 1927 (Italia-Portogallo 3-1). Partecipa alla spedizione azzurra ai Giochi olimpici di Amsterdam, che si conclude con la vittoria della medaglia di bronzo.

Nell'estate 1929 si frattura il perone[senza fonte] ma riesce a giocare l'ultima partita della stagione (Ambrosiana-Modena 2-0), entrando così nella storia del terzo scudetto interista.L`incidente gli condiziona pesantemente il rendimento e quindi sceglie di abbandonare l`attivita` agonistica.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Ambrosiana-Inter: 1929-1930

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Amsterdam 1928

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Valgoglio, op. cit..

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giuseppe Valgoglio, Il volo delle rondinelle, Edizioni del Moretto, 1986, pp. 30-37.
  • Marco Bencivenga, Ciro Corradini; Carlo Fontanelli, Tutto il Brescia - 1911-2007, tremila volte in campo, Geo Edizioni, 2007, p. 98.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]