Serie A 1953-1954

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 1953-1954
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 52ª (22ª di Serie A)
Organizzatore Lega Nazionale
Date dal 13 settembre 1953
al 30 maggio 1954
Luogo Italia Italia
Partecipanti 18
Risultati
Vincitore Inter Inter
(7º titolo)
Retrocessioni Palermo Palermo
Legnano Legnano
Statistiche
Miglior marcatore Svezia Gunnar Nordahl (23)
Incontri disputati 306
Gol segnati 825 (2,7 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1952-1953 1954-1955 Right arrow.svg

La Serie A 1953-1954 fu il massimo livello della cinquantaduesima edizione del campionato italiano di calcio, la ventiduesima disputata con la formula del girone unico.

Avvenimenti[modifica | modifica sorgente]

Lennart "Nacka" Skoglund, svedese dell'Inter, 10 reti.

L'Inter si confermò campione, optando per un cambio di tattica e dunque per la rinuncia al Catenaccio, efficace ma anche soggetto a critiche dagli amanti dell'agonismo: questa volta la squadra nerazzurra risultò avere l'attacco più prolifico del campionato.

La prima giornata si giocò il 13 settembre 1953. Proprio l'Inter fu la prima a staccarsi dal gruppo: fino a dicembre mantenne la vetta, seguita dalla Juventus e dalla Fiorentina del neo-acquisto Gunnar Gren, sorpresa del campionato. Con piemontesi e toscani, l'Inter divise il podio il 17 gennaio: i campioni d'inverno furono così tre.

L'inizio del girone di ritorno vide i viola andare da soli in testa il 21 febbraio, allorché vinsero a Palermo, mentre l'Inter frenò in casa per mano del Legnano. Tuttavia, a dieci giornate dal termine il trio si ricompattò. L'Inter perse nel derby, poi si riprese e inseguì le rivali; alla ventinovesima, la Fiorentina perse contro il Milan e abbandonò la lotta per il titolo. Inter e Juve marciarono alla pari fino a quando, a due giornate dal termine, i bianconeri caddero in casa dell'Atalanta: l'Inter ottenne un pareggio contro il Palermo che valse la vetta solitaria e, con le ultime due vittorie su Torino e Triestina, lo scudetto.

La lotta per la salvezza si decise all'ultima giornata, quando quattro squadre si ritrovarono in parità a condividere l'ultimo posto. Alla fine retrocesse per la terza e ultima volta in Serie B il Legnano, che anche in questa occasione non riuscì a far durare più di un anno la permanenza in Serie A. Ai lilla non bastò il pareggio ottenuto a Novara; alle altre tre squadre coinvolte, SPAL, Palermo e Udinese, toccarono gli spareggi, che sancirono il ritorno in B, dopo sei anni, dei siciliani. Il titolo di capocannoniere fu ancora una volta di Gunnar Nordahl, con 23 reti.

Squadre[modifica | modifica sorgente]

Profili[modifica | modifica sorgente]

Club partecipanti Città Stadio Stagione 1952-1953
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Atalanta dettagli Bergamo Stadio Comunale 8ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (quarters).png Bologna dettagli Bologna Stadio Comunale 5º in Serie A
Jersey violet.svg Fiorentina dettagli Firenze Stadio Comunale 7ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (half).png Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 1º in Serie B, promosso
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Inter dettagli Milano Stadio San Siro Campione d'Italia
Soccer Jersey White-Black (stripes).png Juventus dettagli Torino Stadio Comunale 2ª in Serie A
Soccer Jersey Sky-White (borders).png Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 10ª in Serie A
Soccer Jersey Lilla.png Legnano dettagli Legnano Stadio Carlo Pisacane 2º in Serie B, promosso
Soccer Jersey Red-Black (stripes).png Milan dettagli Milano Stadio San Siro 3º in Serie A
Soccer Jersey Azure.png Napoli dettagli Napoli Stadio della Liberazione 4º in Serie A
Soccer Jersey Azure.png Novara dettagli Novara Stadio Comunale 10º in Serie A
Soccer Jersey Pink-Black (borders).png Palermo dettagli Palermo Stadio La Favorita 15º in Serie A
Soccer Jersey Roma Red-Yellow (borders).png Roma dettagli Roma Stadio Olimpico 6ª in Serie A
Soccer Jersey Sampdoria Blue (horizontal stripe).png Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 10ª in Serie A
Soccer Jersey Azure-White (arms).png SPAL dettagli Ferrara Stadio Comunale 8ª in Serie A
Soccer Jersey Maroon.png Torino dettagli Torino Stadio Filadelfia 10º in Serie A
Soccer Jersey Red-White (borders).png Triestina dettagli Trieste Stadio Comunale 15ª in Serie A
Soccer Jersey White-Black (stripes).png Udinese dettagli Udine Stadio Moretti 10ª in Serie A

Squadra campione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Football Club Internazionale 1953-1954.
Una formazione dell'Inter 1953-54: da sinistra Lorenzi, Skoglund, Nesti, Mazza, Giovannini e Nyers; accosciati Padulazzi, Armano, Neri, Ghezzi e Giacomazzi.

Allenatori e primatisti[modifica | modifica sorgente]

Squadra Allenatore Calciatore più presente[1] Cannoniere[1]
Atalanta[2] Italia Luigi Ferrero (1ª-18ª)
Italia Francesco Simonetti & Italia Luigi Tentorio (D.T.) (19ª-34ª)
Italia Carlo Annovazzi,
Italia Gaudenzio Bernasconi,
Danimarca Poul Rasmussen,
Italia Angelo Villa (33)
Italia Adriano Bassetto (17)
Bologna Italia Giuseppe Viani Italia Gino Cappello (IV),
Italia Anselmo Giorcelli (34)
Italia Gino Cappello (IV) (12)
Fiorentina Italia Fulvio Bernardini Italia Leonardo Costagliola,
Italia Ardico Magnini (34)
Italia Giancarlo Bacci (13)
Genoa Ungheria György Sárosi (I) Italia Angelo Franzosi (33) Italia Giorgio Dal Monte (9)
Inter Italia Alfredo Foni Italia Giorgio Ghezzi (34) Italia Gino Armano (13)
Juventus Italia Aldo Olivieri Italia Sergio Manente,
Danimarca Karl Aage Præst (34)
Argentina Italia Eduardo Ricagni (17)
Lazio[3] Italia Mario Sperone (1ª-24ª)
Italia Federico Allasio (25ª-34ª)
Italia Francesco Antonazzi (33) Italia Alberto Fontanesi (I),
Italia Pasquale Vivolo (9)
Legnano Italia Giuseppe Galluzzi Italia Luciano Lupi (34) Italia Nereo Manzardo (11)
Milan[4][5][6] Italia Arrigo Morselli & Italia Antonio Busini (III) (D.T.) (1ª-9ª)
Italia Arrigo Morselli & Ungheria Béla Guttmann (D.T.) (10ª-12ª)
Ungheria Béla Guttmann (13ª-34ª)
Danimarca Jørgen Sørensen,
Italia Omero Tognon (34)
Svezia Gunnar Nordahl (III) (23)
Napoli Italia Eraldo Monzeglio Italia Amedeo Amadei,
Italia Ottavio Bugatti,
Argentina Bruno Pesaola (34)
Svezia Hasse Jeppson (20)
Novara Ungheria Imre Senkey Italia Ambrogio Baira,
Italia Silvio Feccia (33)
Italia Andrea Marzani (7)
Palermo[7][8][9][10] Italia Giovanni Varglien (II) (1ª-3ª)
Italia Massimiliano Varricchio & Raimondo Lanza di Trabia (D.T.) (4ª-5ª)
Austria Francia Rodolphe Hiden (6ª-26ª)
Italia Carlo Scarpato & Italia Gino Giaroli (27ª-28ª)
Italia Nicolò Nicolosi (29ª-34ª)
Italia Pietro Bettoli (34) Argentina Enrique Martegani (10)
Roma[11][12] Italia Mario Varglien (I) (1ª-8ª)
Italia Mario Varglien (I) & Inghilterra Jesse Carver (D.T.) (9ª-12ª)
Inghilterra Jesse Carver (13ª-34ª)
Uruguay Italia Alcides Ghiggia (34) Italia Egisto Pandolfini (13)
Sampdoria Italia Paolo Tabanelli Italia Giacomo Mari,
Italia Antonio Pin (34)
Italia Giuseppe Baldini,
Italia Oliviero Conti (8)
SPAL Italia Antonio Janni Italia Giorgio Bernardin,
Italia Gianfranco Dell'Innocenti (34)
Turchia Aziz Esel Bülent (9)
Torino[13][14] Inghilterra Jesse Carver (1ª-8ª)
Italia Oberdan Ussello (9ª-11ª)
Italia Luigi Miconi & Italia Annibale Frossi (D.T.) (12ª-34ª)
Italia Giuseppe Farina (34) Germania Ovest Horst Buhtz (11)
Triestina[15] Italia Nereo Rocco (1ª-21ª)
Italia Severino Feruglio (22ª-34ª)
Italia Gianfranco Ganzer (34) Argentina José Curti,
Danimarca Erling Sørensen (7)
Udinese Italia Giuseppe Bigogno Italia Enzo Menegotti (34) Italia Giuseppe Virgili (9)

Classifica finale[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Inter Inter 51 34 20 11 3 67 32 +35
2. Juventus Juventus 50 34 20 10 4 58 34 +24
3. Milan Milan 44 34 17 10 7 66 39 +27
3. Fiorentina Fiorentina 44 34 15 14 5 45 27 +18
5. Napoli Napoli 38 34 13 12 9 52 38 +14
6. Roma Roma 36 34 12 12 10 53 42 +11
6. Bologna Bologna 36 34 14 8 12 50 41 +9
8. Sampdoria Sampdoria 34 34 11 12 11 38 40 -2
9. Torino Torino 33 34 9 15 10 37 46 -9
10. Atalanta Atalanta 31 34 10 11 13 54 53 +1
11. Lazio Lazio 29 34 10 9 15 40 42 -2
12. Genoa Genoa 28 34 10 8 16 36 50 -14
12. Triestina Triestina 28 34 9 10 15 42 64 -22
14. Novara Novara 27 34 8 11 15 34 50 -16
15. SPAL SPAL 26 34 8 10 16 33 53 -20
16. Udinese Udinese 26 34 8 10 16 39 57 -18
1downarrow red.svg 17. Palermo Palermo 26 34 9 8 17 37 59 -22
1downarrow red.svg 18. Legnano Legnano 25 34 6 13 15 44 58 -14

Legenda:

         Campione d'Italia 1954 (settimo titolo) e qualificata in Coppa Latina 1954 che non fu poi disputata
         Retrocesse in Serie B 1954-1955

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il pari merito ed in caso di parità venivano effettuati i necessari spareggi. La stampa del periodo usava invece un ordine preferenziale per quoziente reti: la differenza reti non era stata ancora inventata.

Spareggi[modifica | modifica sorgente]

Partita Città e data
Udinese 2-0 SPAL Milano, 6 giugno 1954
Udinese 1-1 Palermo Firenze, 13 giugno 1954
SPAL 2-1 Palermo Roma, 20 giugno 1954
Classifica UDINESE 3 punti, SPAL 2 punti, Palermo 1 punto

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Tabellone[modifica | modifica sorgente]

  Ata Bol Fio Gen Int Juv Laz Leg Mil Nap Nov Pal Rom Sam SPA Tor Tri Udi
Atalanta –––– 1–3 1–1 1–0 0–2 3–2 1–0 4–1 3–1 1–1 1–1 0–1 1–1 1–1 0–1 1–1 4–2 6–0
Bologna 2-1 –––– 1–1 1–1 0–1 0–1 1–0 2–0 2–1 0–0 2–0 0–1 1–2 0–2 2–1 2–0 4–0 3–1
Fiorentina 3-0 1-3 –––– 1–0 1–1 1–1 0–1 4–0 0–0 1–0 2–0 3–1 2–0 2–0 1–1 2–2 1–0 0–0
Genoa 1-0 3-3 1-3 –––– 1–3 1–3 3–1 2–1 2–2 1–1 2–0 1–0 1–0 0–1 1–0 1–1 1–0 4–1
Inter 3–1 3–2 2–1 1–0 –––– 6–0 2–0 2–2 3–0 2–0 3–1 4–0 1–1 2–1 4–2 2–0 4–2 0–2
Juventus 2–0 2–2 0–0 3–1 2–2 –––– 0–0 2–1 1–0 3–2 0–0 4–1 3–0 1–0 3–1 0–0 3–1 1–0
Lazio 2–2 1–1 2–3 3–0 0–1 2–1 –––– 1–1 1–1 0–4 2–1 3–0 1–2 3–0 2–1 0–1 5–1 0–1
Legnano 1–2 0–1 1–2 1–1 1–1 1–1 2–1 –––– 2–2 1–0 5–1 3–0 2–2 2–2 1–3 0–0 2–1 0–0
Milan 3–3 2–1 2–1 3–0 2–0 1–0 3–2 3–1 –––– 3–2 0–0 2–1 1–2 1–1 6–1 0–1 4–0 2–1
Napoli 6–3 2–1 0–0 0–2 2–1 1–2 2–1 1–0 0–1 –––– 5–1 3–0 1–0 1–1 3–1 2–2 1–0 2–1
Novara 0–4 1–0 0–0 2–0 2–3 0–1 2–1 0–0 1–1 1–1 –––– 3–0 2–0 3–0 4–2 1–1 2–0 0–0
Palermo 0–0 3–1 0–1 2–1 2–2 1–3 2–0 3–3 1–4 2–2 1–1 –––– 1–3 2–1 1–0 1–1 1–1 4–0
Roma 0–0 1–3 1–2 4–0 1–1 1–1 1–1 5–3 1–2 0–0 3–0 3–1 –––– 3–1 3–0 2–2 3–1 3–0
Sampdoria 2–0 2–2 2–0 0–0 0–0 0–1 0–0 3–1 2–1 1–0 3–1 2–2 2–1 –––– 0–0 1–1 2–1 1–1
SPAL 3–2 0–0 1–1 1–0 2–2 1–3 0–1 1–0 0–0 1–1 2–1 0–1 0–0 2–1 –––– 2–3 0–0 2–1
Torino 1–3 0–1 1–1 3–2 1–1 2–4 0–1 2–2 1–4 0–2 1–0 2–1 1–1 2–0 1–0 –––– 1–1 1–0
Triestina 3–2 3–1 1–1 1–1 0–0 2–2 1–1 2–1 0–6 1–1 3–1 1–0 2–2 2–1 3–0 2–1 –––– 2–1
Udinese 2–2 3–2 1–2 3–1 0–2 0–2 1–1 1–2 2–2 3–3 1–1 1–0 2–1 1–2 1–1 3–0 4–2 ––––

Calendario[modifica | modifica sorgente]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (18ª)
13 set. 2-1 Bologna-Atalanta 3-1 31 gen.
2-0 Inter-Lazio 1-0
3-1 Juventus-Triestina 2-2
1-2 Legnano-Fiorentina 0-4
3-0 Napoli-Palermo 2-2
4-2 Novara-SPAL 1-2
4-0 Roma-Genoa 0-1
1-1 Sampdoria-Torino 0-2
2-2 Udinese-Milan 1-2
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (19ª)
20 set. 0-2 Atalanta-Inter 1-3 7 feb.
2-0 Fiorentina-Roma 2-1
1-3 Genoa-Juventus 1-3
1-1 Lazio-Legnano 1-2
0-0 Milan-Novara 1-1
4-0 Palermo-Udinese 0-1
2-1 SPAL-Sampdoria 0-0
0-2 Torino-Napoli 2-2
3-1 Triestina-Bologna 0-4


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (20ª)
27 set. 2-0 Bologna-Torino 1-0 25 feb.
4-2 Inter-SPAL 2-2 14 feb.
0-0 Juventus-Fiorentina 1-1
6-3 Napoli-Atalanta 1-1
2-1 Novara-Lazio 1-2
3-3 Palermo-Legnano 0-3
3-0 Roma-Udinese 1-2
2-1 Sampdoria-Milan 1-1
1-1 Triestina-Genoa 0-1
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (21ª)
4 ott. 1-1 Atalanta-Roma 0-0 21 feb.
3-1 Fiorentina-Palermo 1-0
3-3 Genoa-Bologna 1-1
2-1 Lazio-Juventus 0-0
1-1 Legnano-Inter 2-2
4-0 Milan-Triestina 6-0
1-1 SPAL-Napoli 1-3
1-0 Torino-Novara 1-1
1-2 Udinese-Sampdoria 1-1


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (22ª)
11 ott. 1-0 Bologna-Lazio 1-1 28 feb.
1-0 Genoa-Atalanta 0-1
2-1 Inter-Fiorentina 1-1
1-0 Juventus-Sampdoria 1-0
1-3 Legnano-SPAL 0-1
0-1 Napoli-Milan 2-3
0-0 Novara-Udinese 1-1
2-2 Roma-Torino 1-1
1-0 Triestina-Palermo 1-1
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (23ª)
18 ott. 1-1 Atalanta-Novara 4-0 7 mar.
1-0 Fiorentina-Genoa 3-1
3-2 Inter-Bologna 1-0
0-4 Lazio-Napoli 1-2
1-4 Palermo-Milan 1-2
3-1 Sampdoria-Legnano 2-2
0-0 SPAL-Roma 0-3
2-4 Torino-Juventus 0-0
4-2 Udinese-Triestina 1-2


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (24ª)
25 ott. 1-1 Bologna-Fiorentina 3-1 14 mar.
2-0 Genoa-Novara 0-2
1-1 Legnano-Juventus 1-2
3-3 Milan-Atalanta 1-3
1-0 Napoli-Triestina 1-1
2-1 Palermo-Sampdoria 2-2
1-1 Roma-Inter 1-1
0-1 Torino-Lazio 1-0
1-1 Udinese-SPAL 1-2
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (25ª)
1º nov. 4-1 Atalanta-Legnano 2-1 21 mar.
1-1 Genoa-Torino 2-3
3-0 Inter-Milan 0-2
1-0 Juventus-Udinese 2-0
3-0 Lazio-Palermo 0-2
1-1 Napoli-Sampdoria 0-1
0-0 Novara-Fiorentina 0-2
0-0 SPAL-Bologna 1-2
2-2 Triestina-Roma 1-3


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (26ª)
8 nov. 0-1 Atalanta-Palermo 0-0 28 mar.
0-1 Bologna-Juventus 2-2
1-0 Fiorentina-Napoli 0-0
2-1 Legnano-Triestina 1-2
3-0 Milan-Genoa 2-2
3-0 Roma-Novara 0-2
0-0 Sampdoria-Inter 1-2
1-0 Torino-SPAL 3-2
1-1 Udinese-Lazio 1-0
Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (27ª)
22 nov. 0-1 Genoa-Sampdoria 0-0 4 apr.
2-2 Juventus-Inter 0-6
2-3 Lazio-Fiorentina 1-0
3-1 Milan-Legnano 2-2
2-1 Napoli-Udinese 3-3
1-0 Novara-Bologna 0-2
1-3 Palermo-Roma 1-3
3-2 SPAL-Atalanta 1-0
2-1 Triestina-Torino 1-1


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (28ª)
29 nov. 1-0 Fiorentina-Triestina 1-1 18 apr.
2-0 Inter-Napoli 1-2
0-1 Legnano-Bologna 0-2
2-1 Palermo-Genoa 0-1
1-1 Roma-Lazio 2-1
3-1 Sampdoria-Novara 0-3
1-3 SPAL-Juventus 1-3
1-4 Torino-Milan 1-0
2-2 Udinese-Atalanta 0-6
Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (29ª)
6 dic. 1-1 Atalanta-Torino 3-1 25 apr.
0-0 Bologna-Napoli 1-2
0-0 Fiorentina-Milan 1-2
2-1 Genoa-Legnano 1-1
0-2 Inter-Udinese 2-0
3-0 Juventus-Roma 1-1
2-1 Lazio-SPAL 1-0
3-0 Novara-Palermo 1-1
2-1 Triestina-Sampdoria 1-2


Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (30ª)
20 dic. 4-2 Atalanta-Triestina 2-3 2 mag.
3-0 Lazio-Genoa 1-3
1-0 Milan-Juventus 0-1
6 gen. 1-0 Napoli-Legnano 0-1
20 dic. 2-3 Novara-Inter 1-3
2-1 Sampdoria-Roma 1-3
1-1 SPAL-Fiorentina 1-1
2-1 Torino-Palermo 1-1
3-2 Udinese-Bologna 1-3 1º mag.
Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (31ª)
27 dic. 2-1 Bologna-Milan 1-2 9 mag.
2-2 Fiorentina-Torino 1-1
1-0 Inter-Genoa 3-1
0-0 Juventus-Novara 1-0
0-0 Legnano-Udinese 2-1
1-0 Palermo-SPAL 1-0
0-0 Roma-Napoli 0-1
2-0 Sampdoria-Atalanta 1-1
1-1 Triestina-Lazio 1-5


Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (32ª)
3 gen. 1-2 Bologna-Roma 3-1 16 mag.
2-0 Fiorentina-Sampdoria 0-2
4-1 Genoa-Udinese 1-3
4-0 Inter-Palermo 2-2
2-0 Juventus-Atalanta 2-3
1-1 Lazio-Milan 2-3
0-0 Legnano-Torino 2-2
1º gen. 1-1 Novara-Napoli 1-5
3 gen. 0-0 SPAL-Triestina 0-3
Andata (16ª) Sedicesima giornata Ritorno (33ª)
10 gen. 1-0 Atalanta-Lazio 2-2 23 mag.
6-1 Milan-SPAL 0-0
0-2 Napoli-Genoa 1-1
2-0 Novara-Triestina 1-3
1-3 Palermo-Juventus 1-4
5-3 Roma-Legnano 2-2
2-2 Sampdoria-Bologna 2-0
1-1 Torino-Inter 0-2
1-2 Udinese-Fiorentina 0-0


Andata (17ª) Diciassettesima giornata Ritorno (34ª)
17 gen. 3-0 Fiorentina-Atalanta 1-1 30 mag.
1-0 Genoa-SPAL 0-1
3-0 Lazio-Sampdoria 0-0
5-1 Legnano-Novara 0-0
1-2 Milan-Roma 2-1
1-2 Napoli-Juventus 2-3
3-1 Palermo-Bologna 1-0
1-0 Torino-Udinese 0-3
0-0 Triestina-Inter 2-4

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica in divenire[modifica | modifica sorgente]

[16] 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª
 
Atalanta 0 0 0 1 1 2 3 5 5 5 6 7 9 9 9 11 11 11 11 12 13 15 17 19 21 22 22 24 26 26 27 29 30 31
Bologna 2 2 4 5 7 7 8 9 9 9 11 12 12 14 14 15 15 17 19 21 22 23 23 25 27 28 30 32 32 34 34 36 36 36
Fiorentina 2 4 5 7 7 9 10 11 13 15 17 18 19 20 22 24 26 28 30 31 33 34 36 36 38 39 39 40 40 41 42 42 43 44
Genoa 0 0 1 2 4 4 6 7 7 7 7 9 9 9 11 13 15 17 17 19 20 20 20 20 20 21 22 24 25 27 27 27 28 28
Inter 2 4 6 7 9 11 12 14 15 16 18 18 20 22 24 25 26 28 30 31 32 33 35 36 36 38 40 40 42 44 46 47 49 51
Juventus 2 4 5 5 7 9 10 12 14 15 17 19 19 20 22 24 26 27 29 30 31 33 34 36 38 39 39 41 42 44 46 46 48 50
Lazio 0 1 1 3 3 3 5 7 8 8 9 11 13 14 15 15 17 17 17 19 20 21 21 21 21 21 23 23 25 25 27 27 28 29
Legnano 0 1 2 3 3 3 4 4 6 6 6 6 6 7 8 8 10 10 12 14 15 15 16 16 16 16 17 17 18 20 22 23 24 25
Milan 1 2 2 4 6 8 9 9 11 13 15 16 18 18 19 21 21 23 24 25 27 29 31 31 33 34 35 35 37 37 39 41 42 44
Napoli 2 4 6 7 7 9 11 12 12 14 14 15 17 18 19 19 19 20 21 22 24 24 26 27 27 28 29 31 33 33 35 37 38 38
Novara 2 3 5 5 6 7 7 8 8 10 10 12 12 13 14 16 16 16 17 17 18 19 19 21 21 23 23 25 26 26 26 26 26 27
Palermo 0 2 3 3 3 3 5 5 7 7 9 9 9 11 11 11 13 14 14 14 14 15 15 16 18 19 19 19 20 21 23 24 24 26
Roma 2 2 4 5 6 7 8 9 11 13 14 14 14 15 17 19 21 21 21 21 22 23 25 26 28 28 30 32 33 35 35 35 36 36
Sampdoria 1 1 3 5 5 7 7 8 9 11 13 13 15 17 17 18 18 18 19 20 21 21 22 23 25 25 26 26 28 28 29 31 33 34
SPAL 0 2 2 3 5 6 7 8 8 10 10 10 11 11 12 12 12 14 15 16 16 18 18 20 20 20 22 22 22 23 23 23 24 26
Torino 1 1 1 3 4 4 4 5 7 7 7 8 10 11 12 13 15 17 18 18 19 20 21 23 25 27 28 30 30 31 32 33 33 33
Triestina 0 2 3 3 5 5 5 6 6 8 8 10 10 11 12 12 13 14 14 14 14 15 17 18 18 20 21 22 22 24 24 26 28 28
Udinese 1 1 1 1 2 4 5 5 6 6 7 9 11 12 12 12 12 12 14 16 17 18 18 18 18 20 21 21 21 21 21 23 24 26

Classifiche di rendimento[modifica | modifica sorgente]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica sorgente]

Andata Ritorno
Inter 26 Inter 25
Juventus 26 Juventus 24
Fiorentina 26 Milan 23
Roma 21 Bologna 21
Milan 21 Atalanta 20
Napoli 19 Napoli 19
Sampdoria 18 Torino 18
Lazio 17 Fiorentina 18
Novara 16 Sampdoria 16
Genoa 15 Roma 15
Torino 15 Triestina 15
Bologna 15 Legnano 15
Triestina 13 Udinese 14
Palermo 13 SPAL 14
Udinese 12 Genoa 13
SPAL 12 Palermo 13
Atalanta 11 Lazio 12
Legnano 10 Novara 11

Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica sorgente]

In casa In trasferta
Inter 30 Juventus 22
Juventus 28 Inter 21
Milan 27 Fiorentina 20
Napoli 25 Milan 17
Triestina 25 Torino 16
Fiorentina 24 Bologna 15
Sampdoria 24 Roma 14
Roma 22 Napoli 13
Genoa 22 Atalanta 11
Novara 22 Lazio 11
Bologna 21 Sampdoria 10
Atalanta 20 Udinese 8
SPAL 19 SPAL 7
Palermo 19 Palermo 7
Lazio 18 Legnano 7
Udinese 18 Genoa 6
Legnano 18 Novara 5
Torino 17 Triestina 3

Primati stagionali[modifica | modifica sorgente]

Record

  • Maggior numero di vittorie: Inter e Juventus (20)
  • Minor numero di sconfitte: Inter (3)
  • Miglior attacco: Inter (67 reti fatte)
  • Miglior difesa: Fiorentina (27 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Inter (+35)
  • Maggior numero di pareggi: Torino (15)
  • Minor numero di vittorie: Legnano (6)
  • Maggior numero di sconfitte: Palermo (17)
  • Peggiore attacco: SPAL (33 reti fatte)
  • Peggior difesa: Triestina (64 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Palermo e Triestina (-22)
  • Partita con più reti: Napoli-Atalanta 6-3 (3ª giornata)

Capolista solitarie

  • dalla 5ª alla 11ª giornata: Inter
  • 12ª giornata: Juventus
  • dalla 13ª alla 16ª giornata: Inter
  • dalla 21ª alla 23ª giornata: Fiorentina
  • 27ª giornata: Inter
  • 28ª giornata: Juventus
  • dalla 32ª alla 34ª giornata: Inter

Classifica marcatori[modifica | modifica sorgente]

Nel corso del campionato furono segnati complessivamente 825 gol (di cui 61 su calcio di rigore, 27 su autorete e 2 assegnati su giudizio sportivo) da 168 diversi giocatori, per una media di 2,70 gol a partita. La gara per la quale il risultato fu deciso a tavolino fu Napoli-Genoa[16]. Di seguito, la classifica dei marcatori[16].

Reti Rig. Calciatore Squadra
23 Svezia Gunnar Nordahl (III) Milan
20 Svezia Hasse Jeppson Napoli
17 Argentina Italia Eduardo Ricagni Juventus
17 3 Italia Adriano Bassetto Atalanta
15 Danimarca Poul Rasmussen Atalanta
Reti Rig. Calciatore Squadra
15 Danimarca Jørgen Sørensen Milan
14 2 Italia Giampiero Boniperti Juventus
13 3 Italia Egisto Pandolfini Roma
13 2 Italia Gino Armano Inter
13 Italia Giancarlo Bacci Fiorentina

Marcature multiple[modifica | modifica sorgente]

[16]

Reti Calciatore Incontro Giornata
4 Svezia Hasse Jeppson Napoli-Atalanta 6-3 3
4 Svezia Gunnar Nordahl Triestina-Milan 0-6 21

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Melegari, op. cit., 477
  2. ^ Tentorio e Simonetti alla guida dell'Atalanta, Il Corriere dello Sport, n. 31, 5 febbraio 1954, p. 3.
  3. ^ Ufficialmente Allasio allenatore della Lazio, Il Corriere dello Sport, n. 65, 17 marzo 1954, p. 1.
  4. ^ Storia della stagione su magliarossonera.it
  5. ^ Bela Guttmann allenatore del Milan, Il Corriere dello Sport, n. 268, 11 novembre 1953, p. 3.
  6. ^ Milan - In 15 a Sanremo, Il Corriere dello Sport, n. 295, 12 dicembre 1953, p. 3.
  7. ^ Esonerato nel Palermo l'allenatore Varglien II, Il Corriere dello Sport, n. 232, 30 settembre 1953, p. 2.
  8. ^ Da oggi Hiden alla guida del Palermo, Il Corriere dello Sport, n. 244, 14 ottobre 1953, p. 2.
  9. ^ Probabilmente Scarpato allenatore provvisorio del Palermo, Il Corriere dello Sport, n. 80, 3 aprile 1954, p. 3.
  10. ^ Assunto dal Palermo l'allenatore Nicolosi, Il Corriere dello Sport, n. 103, 30 aprile 1954, p. 3.
  11. ^ Ufficialmente annunciato dalla Roma, Jesse Carver "direttore tecnico", Il Corriere dello Sport, n. 262, 4 novembre 1953, p. 1.
  12. ^ Roma: smentite le dimissioni di Sacerdoti, Il Corriere dello Sport, n. 294, 11 dicembre 1953, p. 3.
  13. ^ Nuovamente Ussello al timone del Torino, Il Corriere dello Sport, n. 262, 4 novembre 1953, p. 3.
  14. ^ Torino - Frossi da ieri al lavoro, Il Corriere dello Sport, n. 285, 1º dicembre 1953, p. 4.
  15. ^ Da ieri Severino Feruglio alla direzione tecnica della Triestina, Il Corriere dello Sport, n. 48, 25 febbraio 1954, p. 2.
  16. ^ a b c d Campionato 1953-54 su rsssf.com

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Almanacco illustrato del calcio, Milano, Rizzoli Editore, 1954 e 1955.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2005 - La storia 1898-2004. Modena, Panini, 2004.
  • La Stampa, annate 1953 e 1954.
  • Corriere dello Sport, annate 1953 e 1954.