Serie A 2004-2005

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 2004-2005
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 103ª
Organizzatore Lega Calcio
Date dal 12 settembre 2004
al 29 maggio 2005
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Risultati
Vincitore Juventus Juventus (titolo revocato)
Retrocessioni Bologna Bologna
Brescia Brescia
Atalanta Atalanta
Statistiche
Miglior marcatore Italia Cristiano Lucarelli (24)
Incontri disputati 380
Gol segnati 960 (2,53 per incontro)
Serie A 2004-2005.PNG
Distribuzione geografica delle squadre della Serie A 2004-2005
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2003-2004 2005-2006 Right arrow.svg

Il Campionato di Serie A 2004-05 fu il centotreesimo campionato italiano di calcio ed il settantatreesimo giocato a girone unico.

Stagione[modifica | modifica sorgente]

Calciomercato[modifica | modifica sorgente]

Il Milan campione in carica si rafforzò in difesa con l'arrivo dell'olandese Jaap Stam dalla Lazio, e del giovane argentino Fabricio Coloccini (tornato in rossonero dopo tre stagioni in prestito). Inoltre viene anche tesserato il difensore olandese Harvey Esajas, inattivo da tre anni. A centrocampo l'unico rinforzo è il francese Vikash Dhorasoo, acquistato a costo zero dall'Olympique Lione, mentre in attacco il solo innesto riguarda l'argentino Hernan Crespo, che torna in Italia in prestito dal Chelsea.

La Roma, dopo essersi affidata a Cesare Prandelli come nuovo tecnico, acquistò in difesa il francese Philippe Mexès dall'Auxerre e Matteo Ferrari dal Parma, mentre tornò alla base l'argentino Leandro Cufré dopo la buona stagione in prestito al Siena. A centrocampo venne prelevato dal ChievoVerona Simone Perrotta e in attacco venne acquistato dall'Olimpique Marsiglia l'egiziano Mido. A causa di motivi familiari, Prandelli fu costretto a dimettersi e la Roma, a pochi giorni dall'inizio del torneo, chiamò Rudi Völler (già giocatore giallorosso).

La Juventus, dopo aver ingaggiato in panchina Fabio Capello (ex tecnico proprio dei capitolini), acquistò a parametro zero il difensore francese Jonathan Zebina dalla stessa Roma e, nello stesso reparto, il capitano della nazionale Fabio Cannavaro dall'Inter, nell'ambito dell'operazione che portò il portiere uruguaiano Fabian Carini in nerazzurro. A centrocampo, sempre dalla Roma, arrivò il brasiliano Emerson e dall'Auxerre il francese Olivier Kapo, mentre tornarono Manuele Blasi e Ruben Olivera dai rispettivi prestiti al Parma e all'Atletico Madrid. In attacco venne prelevato dall'Ajax lo svedese Zlatan Ibrahimovic e tornò dal prestito al Perugia l'uruguaiano Marcelo Zalayeta; a gennaio arrivò poi dal Chelsea il rumeno Adrian Mutu, nonostante fosse ancora in periodo di squalifica, mentre tornò nel ruolo di terzo portiere il francese Landry Bonnefoi dal prestito al Messina.

L'Inter, dopo essersi affidata a Roberto Mancini in panchina, prelevò il portiere Carini come vice di Francesco Toldo. In difesa vennero ingaggiati l'argentino Nicolas Burdisso dal Boca Juniors, e dalla Lazio gli svincolati Giuseppe Favalli e il serbo-montenegrino Sinisa Mihajlovic, mentre dal Perugia arrivò il brasiliano Zé Maria. A centrocampo invece, vennero ingaggiati gli argentini Esteban Cambiasso e Juan Sebastian Veron, rispettivamente dal Real Madrid e in prestito dal Chelsea, nonché l'olandese Edgar Davids, svincolatosi dal Barcellona.

Avvenimenti[modifica | modifica sorgente]

Il torneo partì l'11 settembre 2004 e fu il primo dal 1952 con 20 formazioni al via. Tra le novità si registrarono i ritorni nella massima serie, dopo diversi decenni, di Palermo, Messina e Livorno, classificatesi tutte e tre nella parte alta della classifica, oltre a quelli dell'Atalanta, del Cagliari, e della Fiorentina a due anni di distanza dalla caduta in Serie C per fallimento.

L'inizio del torneo vide per protagonista la nuova Juventus di Fabio Capello: già alla seconda giornata i bianconeri balzarono in testa, inseguiti nelle domeniche successive dal terzetto formato dal Milan campione in carica e da Lecce e Messina, con quest'ultimo capace dapprima di violare il Meazza rossonero il 22 settembre, e successivamente di giocarsi il primo posto provvisorio in classifica nello scontro diretto al Delle Alpi alla sesta giornata. Ben presto, però, i milanesi diventarono l'unica antagonista possibile della Juventus, visto anche lo stentato avvio, ricco di pareggi, 12 nelle prime 15 partite, dell'Inter di Roberto Mancini. I rossoneri si presentarono allo scontro diretto di Torino, il 18 dicembre, con quattro punti di svantaggio: i piemontesi uscirono indenni e, il 9 gennaio, poterono incamerare con una giornata d'anticipo il titolo di campione d'inverno.

All'inizio del girone di ritorno il Milan accusò un calo di rendimento, con due sconfitte contro Livorno e Bologna, consentendo alla capolista di portarsi a +8 il 30 gennaio; a partire da quel momento, però, i bianconeri dispersero rapidamente il loro vantaggio, permettendo l'aggancio dei rossoneri il 19 febbraio. Si arrivò così fino allo scontro diretto dell'8 maggio: al Meazza, in un clima simile a quello di uno spareggio, un gol di David Trezeguet su assist di Alessandro Del Piero in rovesciata premiò la Juventus che, con le distrazioni del Milan dovute agli impegni europei, si aggiudicò il tricolore con una giornata d'anticipo, il 20 maggio, senza neppure scendere in campo, visto il pareggio nell'anticipo casalingo rossonero contro il Palermo.

In questo campionato si misero in evidenza le due squadre siciliane, Palermo e Messina, che diedero vita nel finale ad una lotta per l'ultimo posto a disposizione per la partecipazione alla Coppa UEFA, conclusasi con il successo rosanero. Notevole fu anche il cammino dell'Udinese di Luciano Spalletti che, staccando di stretta misura la Sampdoria di Walter Novellino, tagliò il traguardo della qualificazione alla Champions League. Particolare fu anche il campionato del Lecce di Zeman: i salentini chiusero all'undicesimo posto con il secondo miglior attacco del campionato (66 gol fatti, solo uno in meno rispetto alla Juventus vincitrice del torneo) e la peggior difesa (73 reti subite). Si tratta di un record, dato che per la prima volta la squadra con la peggior difesa della Serie A non retrocesse.

In coda si registrò un'accesa lotta per la salvezza che coinvolse ben tredici squadre, tra cui Roma, Lazio e Parma. In Serie B scesero l'Atalanta, il Brescia ed il Bologna che, per un negativo finale di campionato, perse infine lo spareggio salvezza contro il Parma e lasciò la Serie A dopo nove stagioni consecutive.

A seguito dello scandalo Calciopoli del 2006 e delle relative sentenze, lo scudetto 2004-2005 venne revocato alla Juventus ma non venne assegnato alla seconda classificata, cioè il Milan, perché anche la squadra rossonera era uscita colpevole dall'inchiesta: per cui questo campionato fece la stessa fine di quello del 1926-1927, ossia rimase non assegnato.

Squadre partecipanti[modifica | modifica sorgente]

Club Città Stadio Sponsor tecnico Sponsor ufficiale Dettaglio
Atalanta Atalanta Bergamo Stadio Atleti Azzurri d'Italia Asics Promatech 2004-2005
Bologna Bologna Bologna Stadio Renato Dall'Ara Macron Amica Chips 2004-2005
Brescia Brescia Brescia Stadio Mario Rigamonti Kappa Banca Lombarda 2004-2005
Cagliari Cagliari Cagliari Stadio Sant'Elia A-Line Terra Sarda 2004-2005
Chievo Chievo Verona Stadio Marcantonio Bentegodi Lotto Paluani 2004-2005
Fiorentina Fiorentina Firenze Stadio Artemio Franchi Adidas Toyota 2004-2005
Inter Inter Milano Stadio Giuseppe Meazza Nike Pirelli 2004-2005
Juventus Juventus Torino Stadio delle Alpi Nike SKY Sport 2004-2005
Lazio Lazio Roma Stadio Olimpico di Roma Puma Parmacotto 2004-2005
Lecce Lecce Lecce Stadio Via del Mare Asics Provincia di Lecce 2004-2005
Livorno Livorno Livorno Stadio Armando Picchi Asics Banca Carige 2004-2005
Messina Messina Messina Stadio San Filippo Legea Caffè Miscela D'oro 2004-2005
Milan Milan Milano Stadio Giuseppe Meazza Adidas Opel 2004-2005
Palermo Palermo Palermo Stadio Renzo Barbera Lotto Provincia di Palermo 2004-2005
Parma Parma Parma Stadio Ennio Tardini Champion Champion 2004-2005
Reggina Reggina Reggio Calabria Stadio Oreste Granillo Asics Gicos 2004-2005
Roma Roma Roma Stadio Olimpico di Roma Diadora Mazda 2004-2005
Sampdoria Sampdoria Genova Stadio Luigi Ferraris Kappa ERG 2004-2005
Siena Siena Siena Stadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena Lotto Banca Monte dei Paschi di Siena 2004-2005
Udinese Udinese Udine Stadio Friuli Le Coq Sportif Kia Motors 2004-2005

Allenatori e primatisti[modifica | modifica sorgente]

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Atalanta[1] Italia Andrea Mandorlini (1ª-14ª)
Italia Delio Rossi (15ª-38ª)
Italia Michele Marcolini (35) Nigeria Stephen Makinwa (6)
Bologna Italia Carlo Mazzone Italia Gianluca Pagliuca (38) Italia Claudio Bellucci (10)
Brescia[2] Italia Gianni De Biasi (1ª-14ª)
Italia Alberto Cavasin (15ª-38ª)
Italia Luca Castellazzi (38) Italia Andrea Caracciolo (12)
Cagliari Italia Daniele Arrigoni Italia Massimo Gobbi (36) Italia Mauro Esposito (16)
Chievo[3] Italia Mario Beretta (1ª-35ª)
Italia Maurizio D'Angelo (36ª-38ª)
Italia Luca Marchegiani (37) Italia Sergio Pellissier (7)
Fiorentina[4][5] Italia Emiliano Mondonico (1ª-7ª)
Italia Sergio Buso (8ª-20ª)
Italia Dino Zoff (21ª-38ª)
Italia Giorgio Chiellini (37) Italia Fabrizio Miccoli (12)
Inter Italia Roberto Mancini Argentina Javier Zanetti (35) Brasile Adriano (16)
Juventus Italia Fabio Capello Italia Fabio Cannavaro (38) Svezia Zlatan Ibrahimović (16)
Lazio[6] Italia Domenico Caso (1ª-16ª)
Italia Giuseppe Papadopulo (17ª-38ª)
Italia Antonio Filippini (36) Italia Tommaso Rocchi (13)
Lecce Rep. Ceca Italia Zdenek Zeman Italia Lorenzo Stovini (37) Serbia e Montenegro Mirko Vučinić (19)
Livorno[7] Italia Franco Colomba (1ª-18ª)
Italia Roberto Donadoni (19ª-38ª)
Italia Cristiano Lucarelli (35) Italia Cristiano Lucarelli (24)
Messina Italia Bortolo Mutti Iran Rahman Rezaei (36) Italia Riccardo Zampagna (12)
Milan Italia Carlo Ancelotti Brasile Dida,
Brasile Kaká (36)
Ucraina Andrij Ševčenko (17)
Palermo Italia Francesco Guidolin Italia Andrea Barzagli,
Italia Matteo Guardalben (37)
Italia Luca Toni (20)
Parma[7] Italia Silvio Baldini (1ª-15ª)
Italia Pietro Carmignani (16ª-38ª)
Italia Alberto Gilardino (38) Italia Alberto Gilardino (23)
Reggina Italia Walter Mazzarri Italia Jacopo Balestri (37) Italia Emiliano Bonazzoli (8)
Roma[8] Italia Ezio Sella & Germania Rudi Völler (D.T.) (1ª-4ª)
Italia Luigi Delneri (5ª-28ª)
Italia Bruno Conti (29ª-38ª)
Italia Vincenzo Montella (37) Italia Vincenzo Montella (21)
Sampdoria Italia Walter Novellino Italia Francesco Antonioli,
Italia Angelo Palombo (37)
Italia Francesco Flachi (14)
Siena[7] Italia Luigi Simoni (1ª-18ª)
Italia Luigi De Canio (19ª-38ª)
Italia Simone Vergassola (37) Italia Enrico Chiesa (11)
Udinese Italia Luciano Spalletti Italia David Di Michele (37) Italia David Di Michele (15)

Classifica finale[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS
Scudetto revoked.svg 1. Juventus Juventus 86 38 26 8 4 67 27
Coppacampioni.png 2. Milan Milan 79 38 23 10 5 63 28
Coppacampioni.png Coccarda Coppa Italia.svg 3. Inter Inter 72 38 18 18 2 65 37
Coppacampioni.png 4. Udinese Udinese 62 38 17 11 10 56 40
Coppauefa.png 5. Sampdoria Sampdoria 61 38 17 10 11 42 29
Coppauefa.png 6. Palermo Palermo 53 38 12 17 9 48 44
7. Messina Messina 48 38 12 12 14 44 52
Coppauefa.png 8. Roma Roma[9] 45 38 11 12 15 55 58
9. Livorno Livorno 45 38 11 12 15 49 60
Coppa Intertoto.svg 10. Lazio Lazio[10] 44 38 11 11 16 48 53
11. Lecce Lecce 44 38 10 14 14 66 73
12. Cagliari Cagliari 44 38 10 14 14 51 60
13. Reggina Reggina 44 38 10 14 14 36 45
14. Siena Siena 43 38 9 16 13 44 55
15. Chievo Chievo 43 38 11 10 17 32 49
16. Fiorentina Fiorentina[11] 42 38 9 15 14 42 50
17. Parma Parma[12] 42 38 10 12 16 48 65
1downarrow red.svg 18. Bologna Bologna 42 38 9 15 14 33 36
1downarrow red.svg 19. Brescia Brescia 41 38 11 8 19 37 54
1downarrow red.svg 20. Atalanta Atalanta 35 38 8 11 19 34 45

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla UEFA Champions League 2005-2006
      Ammesse alla UEFA Champions League 2005-2006
      Ammesse alla Coppa UEFA 2005-2006
      Ammesse alla Coppa Intertoto 2005
      Retrocesse in Serie B 2005-2006

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Verdetti[modifica | modifica sorgente]

Risultati[modifica | modifica sorgente]

1ª giornata
12 set. 2004 23 gen. 2005
2-2 Atalanta-Lecce 0-1
0-3 Brescia-Juventus 0-2
1-0 Cagliari-Bologna 0-1
2-2 Chievo-Inter 1-1
2-2 Milan-Livorno 0-1
1-0 Palermo-Siena 0-0
0-0 Parma-Messina 0-1
0-0 Reggina-Udinese 2-0
1-0 Roma-Fiorentina 2-1
0-1 Sampdoria-Lazio 2-1
4ª giornata
26 set. 2004 6 feb. 2005
3-1 Bologna-Roma 1-1
0-2 Fiorentina-Sampdoria 0-3
2-2 Inter-Parma 2-2
1-1 Juventus-Palermo 0-1
1-2 Lazio-Milan 1-2
3-1 Lecce-Cagliari 1-3
1-1 Livorno-Atalanta 0-1
0-0 Messina-Chievo 0-1
0-0 Siena-Reggina 3-3
1-2 Udinese-Brescia 1-0
7ª giornata
24 ott. 2004 27 feb. 2005
2-2 Atalanta-Cagliari 3-3
0-0 Chievo-Reggina 0-1
1-0 Livorno-Bologna 0-0
1-4 Messina-Lecce 0-1
0-0 Milan-Inter 1-0
3-1 Parma-Lazio 0-2
1-1 Roma-Palermo 0-2
0-1 Sampdoria-Brescia 1-0
0-3 Siena-Juventus 0-3
2-2 Udinese-Fiorentina 2-2
10ª giornata
7 nov. 2004 20 mar. 2005
0-0 Atalanta-Sampdoria 2-1
2-2 Bologna-Messina 0-0
1-0 Brescia-Chievo 1-3
0-0 Cagliari-Livorno 3-3
1-1 Fiorentina-Inter 2-3
1-1 Lazio-Siena 0-1
3-4 Lecce-Udinese 1-2
1-1 Milan-Roma 2-0
1-1 Palermo-Parma 3-3
2-1 Reggina-Juventus 0-1
13ª giornata
28 nov. 2004 20 apr. 2005
0-1 Atalanta-Reggina 0-0
0-0 Bologna-Lecce 1-1
0-2 Brescia-Palermo 3-3
0-1 Chievo-Milan 0-1
2-2 Inter-Juventus 1-0
2-3 Lazio-Cagliari 1-1
1-2 Livorno-Udinese 1-1
1-1 Messina-Fiorentina 1-1
1-0 Sampdoria-Parma 1-1
0-4 Siena-Roma 2-0
16ª giornata
19 dic. 2004 8 mag. 2005
2-0 Bologna-Reggina 1-1
2-0 Fiorentina-Chievo 2-1
1-0 Inter-Brescia 3-0
0-0 Juventus-Milan 1-0
1-4 Lecce-Sampdoria 0-3
1-0 Messina-Atalanta 1-2
3-0 Palermo-Cagliari 0-0
5-1 Roma-Parma 1-2
1-1 Siena-Livorno 6-3
3-0 Udinese-Lazio 1-0
19ª giornata
16 gen. 2005 29 mag. 2005
1-1 Atalanta-Siena 1-2
1-1 Brescia-Fiorentina 0-3
1-1 Cagliari-Juventus 2-4
2-2 Chievo-Roma 0-0
1-3 Lazio-Palermo 3-3
3-1 Livorno-Messina 1-1
3-1 Milan-Udinese 1-1
2-1 Parma-Lecce 3-3
0-0 Reggina-Inter 0-0
0-0 Sampdoria-Bologna 0-0
2ª giornata
19 set. 2004 30 gen. 2005
0-2 Bologna-Milan 1-0
2-1 Fiorentina-Cagliari 0-1
1-1 Inter-Palermo 2-0
2-0 Juventus-Atalanta 2-1
1-1 Lazio-Reggina 1-2
4-1 Lecce-Brescia 1-0
1-2 Livorno-Chievo 0-1
4-3 Messina-Roma 2-3
2-1 Siena-Sampdoria 1-1
4-0 Udinese-Parma 0-1
5ª giornata
3 ott. 2004 13 feb. 2005
1-1 Atalanta-Lazio 1-2
2-1 Cagliari-Brescia 0-2
2-1 Chievo-Lecce 0-3
4-1 Messina-Siena 2-2
3-1 Milan-Reggina 1-0
1-0 Palermo-Bologna 1-1
0-0 Parma-Fiorentina 1-2
3-3 Roma-Inter 0-2
2-0 Sampdoria-Livorno 0-1
0-1 Udinese-Juventus 1-2
8ª giornata
27 ott. 2004 6 mar. 2005
0-1 Bologna-Udinese 1-0
0-1 Brescia-Siena 3-2
2-1 Cagliari-Parma 2-3
0-2 Chievo-Sampdoria 0-1
2-0 Juventus-Roma 2-1
2-0 Lazio-Messina 0-1
2-2 Lecce-Inter 1-2
3-0 Milan-Atalanta 2-1
1-2 Palermo-Livorno 2-2
1-2 Reggina-Fiorentina 1-2
11ª giornata
10 nov. 2004 10 apr. 2005
0-0 Brescia-Milan 1-1
1-0 Chievo-Atalanta 0-3
2-2 Inter-Bologna 1-0
1-0 Juventus-Fiorentina 3-3
1-0 Livorno-Lazio 1-3
0-0 Messina-Palermo 1-2
1-0 Parma-Reggina 3-1
0-3 Roma-Udinese 3-3
0-0 Sampdoria-Cagliari 0-0
1-1 Siena-Lecce 2-2
14ª giornata
5 dic. 2004 24 apr. 2005
4-2 Cagliari-Chievo 1-1
1-0 Fiorentina-Bologna 0-0
5-0 Inter-Messina 1-2
2-1 Juventus-Lazio 1-0
3-2 Lecce-Livorno 0-1
1-0 Palermo-Atalanta 0-1
1-2 Parma-Milan 0-3
1-3 Reggina-Brescia 0-2
1-1 Roma-Sampdoria 1-2
1-0 Udinese-Siena 3-2
17ª giornata
6 gen. 2005 15 mag. 2005
1-0 Atalanta-Fiorentina 0-0
1-1 Brescia-Bologna 2-1
2-1 Cagliari-Messina 1-2
1-3 Chievo-Siena 1-0
3-1 Lazio-Roma 0-0
0-2 Livorno-Inter 0-1
5-2 Milan-Lecce 2-2
1-1 Parma-Juventus 0-2
1-0 Reggina-Palermo 1-1
2-0 Sampdoria-Udinese 1-1
3ª giornata
22 set. 2004 2 feb. 2005
2-3 Atalanta-Inter 0-1
0-2 Brescia-Lazio 0-0
2-0 Cagliari-Siena 2-2
0-0 Chievo-Udinese 0-3
1-2 Milan-Messina 4-1
0-0 Palermo-Fiorentina 2-1
1-2 Parma-Bologna 1-3
2-1 Reggina-Livorno 1-1
2-2 Roma-Lecce 1-1
0-3 Sampdoria-Juventus 1-0
6ª giornata
17 ott. 2004 20 feb. 2005
2-1 Bologna-Atalanta 0-2
3-1 Brescia-Parma 1-2
0-1 Cagliari-Milan 0-1
0-0 Fiorentina-Siena 0-1
3-1 Inter-Udinese 1-1
2-1 Juventus-Messina 0-0
0-1 Lazio-Chievo 1-0
2-0 Lecce-Palermo 2-3
0-2 Livorno-Roma 0-3
0-1 Reggina-Sampdoria 2-3
9ª giornata
31 ott. 2004 13 mar. 2005
4-0 Fiorentina-Lecce 2-2
1-1 Inter-Lazio 1-1
3-0 Juventus-Chievo 1-0
2-1 Livorno-Brescia 3-2
2-1 Messina-Reggina 2-0
2-2 Parma-Atalanta 0-1
5-1 Roma-Cagliari 0-3
0-1 Sampdoria-Milan 0-1
1-1 Siena-Bologna 1-1
1-0 Udinese-Palermo 5-1
12ª giornata
14 nov. 2004 17 apr. 2005
0-0 Atalanta-Brescia 0-1
3-3 Cagliari-Inter 0-2
1-1 Fiorentina-Livorno 0-2
2-1 Lazio-Bologna 2-1
0-1 Lecce-Juventus 2-5
2-1 Milan-Siena 1-2
2-0 Palermo-Sampdoria 0-1
2-2 Parma-Chievo 0-2
1-0 Reggina-Roma 2-1
1-1 Udinese-Messina 0-1
15ª giornata
12 dic. 2004 1º mag. 2005
0-1 Atalanta-Udinese 1-2
0-1 Bologna-Juventus 1-2
0-1 Brescia-Roma 2-2
2-1 Chievo-Palermo 2-2
3-3 Lazio-Lecce 3-5
2-0 Livorno-Parma 4-6
6-0 Milan-Fiorentina 2-1
3-2 Reggina-Cagliari 1-1
1-0 Sampdoria-Messina 2-2
2-2 Siena-Inter 0-2
18ª giornata
9 gen. 2005 22 mag. 2005
3-1 Bologna-Chievo 0-1
2-3 Fiorentina-Lazio 1-1
3-2 Inter-Sampdoria 1-0
4-2 Juventus-Livorno 2-2
1-1 Lecce-Reggina 2-2
2-0 Messina-Brescia 1-2
0-0 Palermo-Milan 3-3
2-1 Roma-Atalanta 1-0
0-1 Siena-Parma 0-0
2-0 Udinese-Cagliari 1-1

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Record[modifica | modifica sorgente]

  • Maggior numero di vittorie: Juventus (26)
  • Minor numero di sconfitte: Inter (2)
  • Migliore attacco: Juventus (67 gol fatti)
  • Miglior difesa: Juventus (27 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Juventus (+40)
  • Maggior numero di pareggi: Inter (18)
  • Minor numero di pareggi: Juventus e Brescia (8)
  • Maggior numero di sconfitte: Brescia e Atalanta (19)
  • Minor numero di vittorie: Atalanta (8)
  • Peggiore attacco: Chievo (32 gol fatti)
  • Peggior difesa: Lecce (73 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: Parma e Brescia (-17)
  • Partita con più reti: Parma - Livorno 6-4 (10)
  • Partita con maggiore scarto di gol: Milan - Fiorentina 6-0 (6)

Capoliste solitarie[modifica | modifica sorgente]

Squadra capolista[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Juventus Football Club 2004-2005.

Classifica dei marcatori[modifica | modifica sorgente]

Gol Rigori Marcatore Squadra
1rightarrow.png 24 4 Cristiano Lucarelli Livorno Livorno
23 4 Alberto Gilardino Parma Parma
21 1 Vincenzo Montella Roma Roma
20 3 Luca Toni Palermo Palermo
19 0 Mirko Vučinić Lecce Lecce
17 1 Andriy Shevchenko Milan Milan
16 0 Mauro Esposito Cagliari Cagliari
1 Zlatan Ibrahimović Juventus Juventus
2 Adriano Leite Ribeiro Inter Inter
15 0 David Di Michele Udinese Udinese
14 4 Alessandro Del Piero Juventus Juventus
6 Francesco Flachi Sampdoria Sampdoria
13 0 Valeri Bojinov Lecce Lecce (11)
Fiorentina Fiorentina (2)
0 Vincenzo Iaquinta Udinese Udinese
0 Tommaso Rocchi Lazio Lazio
2 Christian Vieri Inter Inter
12 0 Riccardo Zampagna Messina Messina
2 Andrea Caracciolo Brescia Brescia
2 Fabrizio Miccoli Fiorentina Fiorentina
3 Francesco Totti Roma Roma
11 0 Enrico Chiesa Siena Siena
0 Hernán Crespo Milan Milan
0 Obafemi Martins Inter Inter
10 0 Franco Brienza Palermo Palermo
4 Claudio Bellucci Bologna Bologna


Marcature multiple[modifica | modifica sorgente]

[13].

Reti Calciatore Incontro Giornata
4 Italia Alberto Gilardino Parma-Livorno 6-4 34
4 Italia Cristiano Lucarelli Parma-Livorno 6-4 34

Media spettatori[modifica | modifica sorgente]

Media spettatori della Serie A 2004-05: 26.098[14]

Club Pos. Media Max. Totale Abbonamenti
Milan Milan 1 63.595 79.775 1.208.311 52.673
Inter Inter 2 57.295 78.471 1.088.606 44.944
Roma Roma 3 49.631 69.488 942.986 34.496
Lazio Lazio 4 37.516 64.734 712.795 28.724
Fiorentina Fiorentina 5 34.202 45.909 649.834 23.619
Palermo Palermo 6 33.230 34.271 631.376 32.847
Messina Messina 7 29.737 37.582 565.000 25.332
Juventus Juventus 8 26.429 54.181 502.150 17.212
Sampdoria Sampdoria 9 23.669 32.102 449.710 19.021
Bologna Bologna 10 19.004 30.769 361.076 12.531
Reggina Reggina 11 16.261 21.445 308.960 14.067
Lecce Lecce 12 16.114 30.482 306.162 7.173
Udinese Udinese 13 15.810 24.504 300.392 12.714
Livorno Livorno 14 15.334 19.726 291.339 11.968
Atalanta Atalanta 15 14.689 21.962 279.086 8.986
Parma Parma 16 14.044 23.010 266.837 9.923
Chievo Chievo 17 12.103 29.450 229.952 6.061
Siena Siena 18 9.461 14.604 179.754 6.139
Brescia Brescia 19 7.749 16.504 147.223 5.100

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mandorlini esonerato, arriva Delio Rossi, corriere.it, 6 dicembre 2004.
  2. ^ Cavasin, il Brescia è tuo, gazzetta.it, 9 febbraio 2004.
  3. ^ Il Chievo silura Beretta, gazzetta.it, 10 maggio 2005.
  4. ^ "Mondonico si è autoesonerato", gazzetta.it, 25 ottobre 2004.
  5. ^ Fiorentina: via Buso, ecco Zoff, gazzetta.it, 24 gennaio 2005.
  6. ^ Papadopulo: "La Lazio è solo da correggere", corriere.it, 27 maggio 2004.
  7. ^ a b c Esonerati Colomba e Simoni, gazzetta.it, 10 gennaio 2005.
  8. ^ Del Neri a Roma, è fatta, gazzetta.it, 29 settembre 2004.
  9. ^ Qualificata come finalista perdente di Coppa Italia ed in sostituzione dell'Inter.
  10. ^ Ammessa all'Intertoto.
  11. ^ Sedicesima classificata e salva per classifica avulsa favorevole contro Bologna e Parma.
  12. ^ Salvo dopo lo spareggio per il diciassettesimo posto: a Parma, 14 giugno, Parma-Bologna 0-1; a Bologna, 18 giugno, Bologna-Parma 0-2.
  13. ^ Serie A 2004-2005 Rsssf.com
  14. ^ Statistiche Spettatori Serie A 2004-2005 Attendance Statistics of Serie A (1st Div) 2004-2005 Juventus,Milan,Inter,Roma,Lazio,Fio

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]