Héctor Puricelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ettore Puricelli
Puricelli.jpg
Dati biografici
Nome Héctor Puricelli Seña[1]
Nazionalità Uruguay Uruguay
Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Carriera
Giovanili
Liverpool M. Liverpool M.
Squadre di club1
1933-1938 Central Central  ? (?)
1938-1944 Bologna Bologna 139 (86)
1945-1949 Milan Milan 116 (55)
1949-1951 Legnano Legnano 38 (25)
Nazionale
1939 Italia Italia 1 (1)
Carriera da allenatore
1955-1956 Milan Milan
1956-1957 Palermo Palermo
1959-1960 Porto Porto
1960-1961 Salernitana Salernitana
1961-1965 Varese Varese
1965-1966 Atalanta Atalanta
1966-1967 Alessandria Alessandria
1967-1968 Cagliari Cagliari
1968-1971 L.R. Vicenza L.R. Vicenza
1971-1972 Foggia Foggia
1972-1975 L.R. Vicenza L.R. Vicenza
1975-1976 Brindisi Brindisi
1976-1978 Foggia Foggia
1978-1979 Genoa Genoa
1980-1984 Foggia Foggia
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Héctor Puricelli Seña, meglio noto come Ettore Puricelli (Montevideo, 15 settembre 1916Roma, 14 maggio 2001), è stato un calciatore e allenatore di calcio uruguaiano naturalizzato italiano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Arrivato al Bologna negli anni trenta, fu presto soprannominato "testina d'oro"[2] per le sue ottime doti di colpitore di testa, che valsero ai felsinei lo scudetto del 1939 e del 1941, nonché la classifica cannonieri negli stessi due anni. Singolare il fatto che quando giocava in Uruguay non aveva mai segnato di testa, in quanto non aveva compagni di squadra che facessero dei cross. Ma quando approdò al Bologna scoprì questa specialità, complice il fatto di avere come ala Amedeo Biavati, in grado di calciare dei cross perfetti. Passato al Milan, giocò vari anni per i rossoneri, chiudendo la carriera al Legnano, dove giocò in Serie B per due stagioni, nelle quali si mise in luce segnando molte reti. Disputò anche una partita con la nazionale azzurra.

Con il Bologna in cinque campionati ha segnato 80 reti in 133 partite, mentre con il Milan in quattro stagioni ha segnato 55 reti in 157 partite.

Nelle due stagioni trascorse al Legnano ha segnato 25 reti in 38 partite.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Chiusa la carriera di giocatore, intraprese quella di allenatore, guidando molte squadre italiane. Iniziò come Direttore Tecnico del Legnano nel vittorioso campionato di Serie B 1950-1951, ultimo suo anno da calciatore, e nel successivo campionato di Serie A 1951-1952[3]. Fra i suoi successi si ricorda lo scudetto del 1955 con il Milan, quando subentrò a Bela Guttman, la doppia promozione dalla C alla A ottenuta col Varese in soli tre anni negli anni sessanta e le varie salvezze ottenute nel Cagliari e nel Vicenza, che guidò in tre riprese fra il 1968 e il 1975. Ha allenato anche il Foggia, in serie B nel 1971-1972, poi in serie A nel 1976-1977 e 1977-1978 ed in Serie C nel 1979-1980, ottenendo il ritorno in Serie B della squadra dauna.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Nel 1948 prese parte al film Undici uomini e un pallone di Giorgio Simonelli, nella parte di se stesso.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club italiani[modifica | modifica sorgente]

Stagione Club Campionato Coppe nazionali Coppe europee Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1938-1939 Bologna Bologna A 28 19 CI 1 - CEC 3 4 32 23
1939-1940 A 30 15[4] CI - - - - - 30 15
1940-1941 A 27 22 CI 3 6[5] - - - 30 28
1941-1942 A 28 14 CI 3 2 - - - 31 16
1942-1943 A 20 10 CI 2 1 - - - 22 11
1944 CAI 6 8 - - - - - - 6 8
Totale Bologna 133 80[6] 9 9 3 4 145 93
1945-1946 Milan Milan DN 37 15 - - - - - - 37 15
1946-1947 A 34 21 - - - - - - 34 21
1947-1948 A 34 17 - - - - - - 34 17
1948-1949 A 11 2 - - - - - - 11 2
Totale Milan 79 40[6] - - - - 79 40
1949-1950 Legnano Legnano B 33 21 - - - - - - 33 21
1950-1951 B 5 4 - - - - - - 5 4
Totale Legnano 38 25 - - - - 38 25
Totale 250 145[6] 9 9 3 4 262 158

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12/11/1939 Zurigo Svizzera Svizzera 3 – 1 Italia Italia Amichevole 1
Totale Presenze 1 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Bologna: 1938-1939, 1940-1941

Individuale[modifica | modifica sorgente]

1938-1939 (19 reti), 1940-1941 (22 reti)

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Milan: 1954-1955
Varese: 1962-1963

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Milan: 1956

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gli Stranieri del Bologna (1ª parte) Federossoblu.com
  2. ^ I primi 60 anni: dal 1954 al 1960 Cuorerosanero.com
  3. ^ Cronologia Statistichelilla.it
  4. ^ Alcune fonti assegnano 15 reti a Puricelli e 13 al suo compagno di squadra Reguzzoni mentre altre 14 reti a testa.
  5. ^ Nella partita Bologna-Venezia 3-4 del 25 maggio 1941 (quarti di finale), secondo Enciclopediadelcalcio.it Puricelli avrebbe segnato due reti, mentre per RSSSF tre (in tal caso il totale di gol realizzati in questa edizione della Coppa Italia sarebbe 7 e non 6 come qui indicato)
  6. ^ a b c Il totale, come in tutte le statistiche, si riferisce ai campionati a girone unico a partire dal 1929-1930. Non vengono quindi presi in considerazione il campionato cosiddetto "di guerra" del 1944 e il primo campionato post-guerra 1945-1946, svolti entrambi a gironi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]