Serie A 1940-1941

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 1940-1941
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 41ª (12ª di Serie A)
Organizzatore Direttorio Divisioni Superiori
Date dal 6 ottobre 1940
al 4 maggio 1941
Luogo Italia Italia
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Bologna Bologna
(6º titolo)
Retrocessioni Novara Novara
Bari Bari
Statistiche
Miglior marcatore Italia Ettore Puricelli (22)
Incontri disputati 240
Gol segnati 733 (3,05 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1939-1940 1941-1942 Right arrow.svg

La Serie A 1940-1941 fu il massimo livello della quarantunesima edizione del campionato italiano di calcio e la dodicesima giocata con la formula del girone unico.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Ferrari (Bologna) vinse il suo ottavo scudetto all'età di 33 anni; ne aveva già conquistati 5 Juventus e 2 con l'Ambrosiana.

La Serie A 1940-1941 iniziò in un clima certamente non troppo rilassato: appena una settimana dopo la vittoria dello scudetto 1940 da parte dell'Ambrosiana-Inter, il governo Mussolini dichiarò guerra a Francia e Gran Bretagna, dando il via a pagine drammatiche della storia d'Italia. Convinto dell'ingresso in una "guerra lampo", Mussolini non fermò il calcio ma, anzi, sostenne la continuazione dei campionati per rasserenare il popolo e la propaganda[1]. Così, il 6 ottobre, giorno dell'undicesimo anniversario della nascita del girone unico, partì regolarmente il campionato.

I volti dei giocatori della Fiorentina sullo sfondo dello Stadio Berta; a due anni dal ritorno in Serie A, i gigliati conquistarono un onorevole terzo posto.

Nomi altisonanti furono protagonisti del mercato: il Milano ingaggiò il redivivo Meazza, la Juventus sborsò cinquecentomila lire per l'ala della Triestina Colaussi[2] e il Bologna mise sotto contratto Giovanni Ferrari, ormai relegato tra le riserve nell'Ambrosiana[3]; i nerazzurri innestarono tra i titolari il solo portiere Sain. Imponenti rinnovamente furono invece quelli avviati da Fiorentina (Valcareggi, Geigerle, Di Benedetti, Degano)[4] e Lazio (Gradella, Romagnoli, Zironi, Puccinelli)[5].

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il Genova dell'anno precedente, fu un'altra squadra convertita al Sistema a dominare le prime giornate, ovvero la Fiorentina di Giuseppe Galluzzi, che arretrò Bigogno in difesa e si affidò alla vena di Menti[4]; all'ottavo turno i viola furono superati dal regolare Bologna, squadra dall'età media piuttosto alta ma sospinta da un trio d'attacco, Biavati-Reguzzoni-Puricelli in grande spolvero[3]. Sul finire del girone d'andata i rossoblù ritrovarono a lottare per il vertice la consueta duellante, l'Ambrosiana, ma conclusero comunque il girone d'andata con due punti di vantaggio sui nerazzurri. Sul fondo si dimenavano Roma e Lazio.

Nel girone di ritorno i petroniani mantennero la loro marcia costante, per poi rafforzare il primato in modo clamoroso con il 5-0 inflitto all'inseguitrice nello scontro diretto del 30 marzo[6]; il 27 aprile vinsero matematicamente il loro sesto titolo, il quarto in sei anni, vinto con disarmante tranquillità in una stagione generalmente poco brillante ed emozionante[6]. Puricelli fu per la seconda volta capocannoniere con ventidue reti (dodici segnate di testa[7]), mentre Ferrari vinse il suo ottavo scudetto, stabilendo da giocatore un primato assoluto che solo Giuseppe Furino e Ciro Ferrara eguagliarono molti anni dopo.

Le retrocessioni colpirono un Bari mai veramente in gara (alla 20ª giornata i pugliesi erano ormai staccati di dieci punti) ed il Novara che, nonostante una buona partenza, rimase vittima del quoziente-reti per soli otto centesimi[6], favorendo la Lazio di Piola, che visse un campionato ampiamente al di sotto delle aspettative[5].

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club Rosa Città Stadio Stagione 1939-1940
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Ambrosiana-Inter dettagli Milano Arena Civica Campione d'Italia
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Atalanta dettagli Bergamo Stadio Mario Brumana 1ª in Serie B
Soccer Jersey White-Red (borders).png Bari dettagli Bari Stadio della Vittoria 11º in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (quarters).png Bologna dettagli Bologna Stadio Littoriale 2º in Serie A
Jersey violet.svg Fiorentina dettagli Firenze Stadio Giovanni Berta 13ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (half).png Genova 1893 dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 5º in Serie A
Soccer Jersey White-Black (stripes).png Juventus dettagli Torino Stadio Benito Mussolini 3ª in Serie A
Soccer Jersey Sky-White (borders).png Lazio dettagli Roma Stadio Nazionale del PNF 4ª in Serie A
Jersey granate.svg Livorno dettagli Livorno Stadio Edda Ciano Mussolini 2º in Serie B
Soccer Jersey Red-Black (stripes).png Milano dettagli Milano Stadio San Siro 8º in Serie A
Soccer Jersey Azure.png Napoli dettagli Napoli Stadio Partenopeo 14º in Serie A
Soccer Jersey Azure.png Novara dettagli Novara Stadio Littorio 9º in Serie A
Soccer Jersey Roma Red-Yellow (borders).png Roma dettagli Roma Stadio Nazionale del PNF 7ª in Serie A
Soccer Jersey Maroon.png Torino dettagli Torino Stadio Filadelfia 6º in Serie A
Soccer Jersey Red-White (borders).png Triestina dettagli Trieste Stadio del Littorio 12ª in Serie A
Soccer Jersey Green-Black (borders).png Venezia dettagli Venezia Stadio Pierluigi Penzo 10º in Serie A

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Associazione Giuoco del Calcio Bologna 1940-1941.
Formazione tipo[5] Giocatori (presenze)[8]
Italia Pietro Ferrari (25)
Italia Mario Pagotto (29)
Italia Secondo Ricci (26)
Italia Bruno Maini (13)
Italia Michele Andreolo (20)
Italia Aurelio Marchese (27)
Italia Raffaele Sansone (22)
Italia Piero Andreoli (22)
Italia Amedeo Biavati (30)
Italia Carlo Reguzzoni (30)
Italia Héctor Puricelli (27)
Altri giocatori: Glauco Vanz (5), Dino Fiorini (15), Arturo Boniforti (I) (10), Mario Montesanto (4), Giordano Corsi (4), Narciso Benetti (2), Tolmino Casadio (1), Giovanni Ferrari (16), Mario Sdraulig (2).

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente[9] Cannoniere[9]
Ambrosiana-Inter Italia Giuseppe Peruchetti e Italia Italo Zamberletti Italia Pietro Ferraris (II) (30) Italia Pietro Ferraris (II) (9)
Atalanta Italia Ivo Fiorentini Italia Severo Cominelli (30) Italia Severo Cominelli (15)
Bari Italia Luigi Ferrero e
Italia Raffaele Costantino (D.T.)
Italia Primo Andrighetto,
Italia Felice Arienti (II),
Italia Onofrio Fusco (30)
Italia Sergio Trevisan (II) (7)
Bologna Germania Hermann Felsner Italia Amedeo Biavati,
Italia Carlo Reguzzoni (30)
Italia Ettore Puricelli (22)
Fiorentina Italia Giuseppe Galluzzi Italia Giacinto Ellena,
Italia Ernesto Matteo Poggi (II),
Italia Ferruccio Valcareggi (30)
Italia Romeo Menti (II) (18)
Genova 1893 Italia Ottavio Barbieri Italia Mario Genta,
Italia Sergio Marchi,
Italia Mario Perazzolo (30)
Italia Giacomo Neri (II) (11)
Juventus[10] Italia Umberto Caligaris (1ª-2ª)
Italia Federico Munerati (5ª-30ª)
Italia Felice Borel (II),
Italia Alfredo Foni,
Italia Pietro Rava (30)
Italia Guglielmo Gabetto (16)
Lazio[11][12] Ungheria Géza Kertész (1ª-6ª)
Ungheria Ferenc Molnár (7ª-19ª)
Italia Dino Canestri (20ª-30ª)
Argentina Italia Enrique Flamini (30) Italia Silvio Piola (10)
Livorno Ungheria József Viola Italia Mario Stua (30) Italia Vinicio Viani (II) (11)
Milano[13] Italia Guido Ara Italia Giuseppe Antonini,
Italia Enrico Boniforti (II) (29)
Italia Aldo Boffi (16)
Napoli Italia Antonio Vojak (I) Italia Umberto Busani,
Italia Luigi Milano,
Italia Mario Pretto (30)
Italia Luigi Rosellini (13)
Novara Italia Carlo Rigotti Italia Angelo Galli (30) Italia Vittorio Barberis,
Italia Piero Pasinati (6)
Roma[14] Ungheria Alfréd Schaffer Italia Amedeo Amadei,
Italia Aristide Coscia,
Italia Paolo Jacobini,
Argentina Italia Miguel Ángel Pantó (30)
Italia Amedeo Amadei (18)
Torino Germania Tony Cargnelli Italia Sergio Piacentini (30) Italia Franco Ossola (14)
Triestina Germania Rudolf Soutschek Italia Emilio Rancilio (30) Italia Francesco Cergoli (12)
Venezia[15] Italia Giuseppe Girani (1ª-6ª)
Italia Giovanni Battista Rebuffo (7ª-30ª)
Italia Silvio Di Gennaro,
Italia Ezio Loik (II) (30)
Uruguay Italia Giovanni Alberti (9)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS QR DR
Scudetto.svg 1. Bologna Bologna 39 30 16 7 7 60 37 1,621 +23
2. Ambrosiana-Inter Ambrosiana-Inter 35 30 14 7 9 52 42 1,238 +10
3. Milano Milano 34 30 12 10 8 55 34 1,618 +21
4. Fiorentina Fiorentina 34 30 14 6 10 60 49 1,224 +11
5. Juventus Juventus 32 30 12 8 10 50 47 1,063 +3
6. Atalanta Atalanta 31 30 11 9 10 45 38 1,184 +7
7. Torino Torino 30 30 11 8 11 54 50 1,080 +4
8. Napoli Napoli 30 30 11 8 11 41 48 0,854 -7
9. Triestina Triestina 29 30 9 11 10 43 39 1,103 +4
10. Genova 1893 Genova 1893 29 30 10 9 11 46 44 1,045 +2
11. Roma Roma 29 30 9 11 10 48 46 0,979 -1
Coccarda Coppa Italia.svg 12. Venezia Venezia 29 30 8 13 9 39 44 0,886 -5
13. Livorno Livorno 28 30 9 10 11 40 51 0,784 -11
14. Lazio Lazio 27 30 7 13 10 38 42 0,905 -4
1downarrow red.svg 15. Novara Novara 27 30 8 11 11 31 38 0,816 -7
1downarrow red.svg 16. Bari Bari 17 30 5 7 18 31 84 0,369 -53

Legenda:

         Campione d'Italia 1940-1941
         Retrocesse in Serie B 1941-1942

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti, le posizioni in classifica venivano determinate sulla base del quoziente reti (gol fatti÷gol subiti).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Amb Ata Bar Bol Fio Gen Juv Laz Liv Mil Nap Nov Rom Tor Tri Ven
Ambrosiana –––– 2-1 5-0 2-1 0-2 4-0 2-1 1-1 3-0 2-2 1-0 0-0 5-1 0-2 1-1 4-2
Atalanta 1-3 –––– 4-0 2-0 0-0 1-1 3-0 2-0 2-1 2-1 4-0 2-0 0-0 0-1 2-0 3-1
Bari 0-0 2-2 –––– 1-0 1-0 1-1 3-5 1-2 1-1 1-3 0-4 1-2 2-2 1-0 0-3 3-2
Bologna 5-0 1-0 5-1 –––– 5-3 4-1 1-0 2-2 3-0 4-2 3-0 3-0 2-1 3-0 2-0 1-1
Fiorentina 2-1 1-1 4-0 3-0 –––– 4-3 5-0 2-1 5-2 2-3 1-2 2-2 1-1 2-1 6-3 2-1
Genova 1893 2-0 2-0 6-1 0-1 0-1 –––– 2-0 2-2 3-0 1-1 1-2 1-1 0-0 4-0 2-1 1-0
Juventus 2-0 3-1 5-1 3-1 2-3 2-0 –––– 3-2 2-1 1-2 0-0 3-0 3-1 2-1 1-1 2-2
Lazio 2-4 1-1 2-2 2-4 4-1 0-1 2-2 –––– 1-0 0-0 1-1 0-0 2-0 0-2 2-1 4-1
Livorno 1-1 3-1 1-0 2-2 1-1 2-2 1-0 2-1 –––– 1-0 1-1 1-1 6-1 0-1 2-1 3-1
Milano 0-1 0-3 5-0 5-1 3-1 1-1 2-2 3-0 5-0 –––– 4-0 2-0 1-3 1-1 1-1 0-0
Napoli 0-1 4-1 3-1 4-4 0-2 1-0 2-2 0-2 1-2 3-2 –––– 2-0 2-1 2-1 1-0 1-1
Novara 2-4 5-1 4-0 0-1 2-0 2-1 1-2 0-0 0-0 2-0 1-0 –––– 1-1 1-1 0-0 0-0
Roma 3-0 1-0 6-2 1-1 1-1 3-0 3-0 1-1 3-1 1-2 2-2 1-3 –––– 4-1 0-0 5-2
Torino 5-5 1-1 4-0 0-0 6-2 3-6 2-0 1-1 5-2 0-4 6-2 5-1 0-0 –––– 2-1 0-2
Triestina 2-0 3-3 2-4 0-0 1-0 6-2 1-1 0-0 1-1 0-0 2-0 1-0 4-1 1-0 –––– 3-1
Venezia 1-0 1-1 1-1 1-0 2-1 0-0 1-1 2-0 2-2 0-0 1-1 3-0 1-0 2-2 4-3 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (16ª)
6 ott. 2-1 Atalanta-Livorno 1-3 26 gen.
1-2 Bari-Novara 0-4
2-1 Bologna-Roma 1-1
4-3 Fiorentina-Genova 1-0
2-2 Lazio-Juventus 2-3
4-0 Milano-Napoli 2-3
2-1 Torino-Triestina 0-1
1-0 Venezia-Ambrosiana 2-4


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (18ª)
20 ott. 0-0 Atalanta-Roma 0-1 9 feb.
1-1 Bari-Livorno 0-1
3-0 Bologna-Torino 0-0 10 feb.
2-2 Fiorentina-Novara 0-2 9 feb.
2-0 Juventus-Genova 0-2
1-1 Lazio-Napoli 2-0
0-1 Milano-Ambrosiana 2-2
4-3 Venezia-Triestina 1-3


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (20ª)
3 nov. 2-2 Bari-Roma 2-6 23 feb.
1-0 Bologna-Atalanta 0-2
5-2 Fiorentina-Livorno 1-1
1-2 Genova-Napoli 0-1
3-0 Juventus-Novara 2-1
2-4 Lazio-Ambrosiana 1-1
1-1 Milano-Triestina 0-0
2-2 Venezia-Torino 2-0


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (22ª)
17 nov. 2-2 Bari-Atalanta 0-4 9 mar.
1-1 Bologna-Venezia 0-1
1-1 Fiorentina-Roma 1-1
2-0 Genova-Ambrosiana 0-4
2-1 Juventus-Livorno 0-1
2-1 Lazio-Triestina 0-0
1-1 Milano-Torino 4-0
2-0 Napoli-Novara 0-1


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (24ª)
8 dic. 5-1 Bologna-Bari 0-1 23 mar.
1-1 Fiorentina-Atalanta 0-0
2-1 Genova-Triestina 2-6
3-1 Juventus-Roma 0-3
0-2 Lazio-Torino 1-1
0-0 Milano-Venezia 0-0
1-2 Napoli-Livorno 1-1
2-4 Novara-Ambrosiana 0-0


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (26ª)
22 dic. 3-0 Ambrosiana-Livorno 1-1 6 apr.
4-2 Bologna-Milano 1-5
4-0 Fiorentina-Bari 0-1
4-0 Genova-Torino 6-3
3-1 Juventus-Atalanta 0-3
4-1 Lazio-Venezia 0-2
2-1 Napoli-Roma 2-2
0-0 Novara-Triestina 0-1


Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (28ª)
5 gen. 5-0 Ambrosiana-Roma 0-3 20 apr.
5-3 Bologna-Fiorentina 0-3
1-0 Genova-Venezia 0-0
5-1 Juventus-Bari 5-3
0-0 Lazio-Milano 0-3
2-1 Livorno-Triestina 1-1
4-1 Napoli-Atalanta 0-4
1-1 Novara-Torino 1-5


Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (30ª)
19 gen. 2-1 Ambrosiana-Atalanta 3-1 4 mag.
1-1 Genova-Milano 1-1
2-3 Juventus-Fiorentina 0-5
2-4 Lazio-Bologna 2-2
0-1 Livorno-Torino 2-5
3-1 Napoli-Bari 4-0
0-0 Novara-Venezia 0-3
5-0 Triestina-Roma 0-0
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (17ª)
13 ott. 5-0 Ambrosiana-Bari 0-0 2 feb.
2-2 Genova-Lazio 1-0
3-1 Juventus-Bologna 0-1
3-1 Livorno-Venezia 2-2
0-2 Napoli-Fiorentina 2-1
2-0 Novara-Milano 0-2
4-1 Roma-Torino 0-0
3-3 Triestina-Atalanta 0-2


Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (19ª)
27 ott. 0-2 Ambrosiana-Fiorentina 1-2 16 feb.
0-1 Genova-Bologna 1-4
1-0 Livorno-Milano 0-5
2-2 Napoli-Juventus 0-0
0-0 Novara-Lazio 0-0
5-2 Roma-Venezia 0-1
1-1 Torino-Atalanta 1-0
2-4 Triestina-Bari 3-0


Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (21ª)
10 nov. 2-1 Ambrosiana-Juventus 0-2 2 mar.
3-1 Atalanta-Venezia 1-1
2-1 Livorno-Lazio 0-1
4-4 Napoli-Bologna 0-3
2-1 Novara-Genova 1-1
1-2 Roma-Milano 3-1
4-0 Torino-Bari 0-1
1-0 Triestina-Fiorentina 3-6


Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (23ª)
24 nov. 1-0 Ambrosiana-Napoli 1-0 16 mar.
2-1 Atalanta-Milano 3-0
2-2 Livorno-Genova 0-3
0-1 Novara-Bologna 0-3
1-1 Roma-Lazio 0-2
6-2 Torino-Fiorentina 1-2
1-1 Triestina-Juventus 1-1
1-1 Venezia-Bari 2-3


Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (25ª)
15 dic. 2-1 Ambrosiana-Bologna 0-5 30 mar.
2-0 Atalanta-Lazio 1-1
1-3 Bari-Milano 0-5
1-1 Livorno-Novara 0-0
3-0 Roma-Genova 0-0
2-0 Torino-Juventus 1-2
2-0 Triestina-Napoli 0-1
2-1 Venezia-Fiorentina 1-2


Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (27ª)
29 dic. 1-1 Atalanta-Genova 0-2 13 apr.
1-2 Bari-Lazio 2-2
2-2 Livorno-Bologna 0-3
3-1 Milano-Fiorentina 3-2
1-3 Roma-Novara 1-1
6-2 Torino-Napoli 1-2
2-0 Triestina-Ambrosiana 1-1
1-1 Venezia-Juventus 2-2


Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (29ª)
12 gen. 2-0 Atalanta-Novara 1-5 27 apr.
1-1 Bari-Genova 1-6
2-0 Bologna-Triestina 0-0
2-1 Fiorentina-Lazio 1-4
2-2 Milano-Juventus 2-1
3-1 Roma-Livorno 1-6
5-5 Torino-Ambrosiana 2-0
1-1 Venezia-Napoli 1-1

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

[16] 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª
 
Ambrosiana 0 2 4 4 6 8 8 10 12 14 16 16 18 19 21 23 24 25 25 26 26 28 30 31 31 32 33 33 33 35
Atalanta 2 3 4 5 5 7 8 10 11 13 13 15 15 17 17 17 19 19 19 21 21 23 25 28 28 29 29 31 31 31
Bari 0 0 1 3 4 4 4 5 5 5 5 5 5 6 6 6 7 7 7 7 9 9 11 13 13 15 16 16 16 16
Bologna 2 2 4 6 8 9 10 12 14 14 16 17 19 21 23 24 26 27 29 29 31 31 33 33 35 35 37 37 38 39
Fiorentina 2 4 5 7 9 9 10 10 11 11 13 13 13 15 17 19 19 19 21 22 24 25 27 28 30 30 30 32 32 34
Genova 1893 0 1 1 1 1 1 3 4 6 6 8 9 11 12 13 13 15 17 17 17 18 18 20 20 21 23 25 26 28 29
Juventus 1 3 5 6 8 8 10 11 12 12 14 16 18 19 19 21 21 21 22 24 26 26 27 27 29 29 30 32 32 32
Lazio 1 2 3 4 4 4 6 7 7 7 9 11 12 12 12 12 12 14 15 16 18 19 21 22 23 23 24 24 26 27
Livorno 0 2 3 5 5 7 7 8 10 11 11 12 14 14 14 16 17 19 19 20 20 22 22 23 24 25 25 26 28 28
Milano 2 2 2 2 3 5 6 6 7 9 9 11 12 13 14 14 16 17 19 20 20 22 22 23 25 27 29 31 33 34
Napoli 0 0 1 2 4 5 7 7 7 7 9 9 11 12 14 16 17 17 19 21 21 21 21 22 24 25 27 27 28 30
Novara 2 4 5 6 6 8 8 8 8 9 10 12 13 13 14 16 16 18 19 19 20 22 22 23 24 24 25 25 27 27
Roma 0 2 3 5 6 6 7 8 8 10 10 10 10 12 12 13 14 16 16 18 20 21 21 23 24 25 26 28 28 29
Torino 2 2 2 3 4 6 7 9 11 13 13 15 16 17 19 19 20 21 23 23 23 23 23 24 24 24 24 26 28 30
Triestina 0 1 1 1 2 4 4 5 5 7 8 10 10 10 12 14 14 16 18 20 20 21 21 23 23 25 26 27 28 29
Venezia 2 2 4 4 5 5 6 7 8 10 10 11 12 12 13 13 14 14 16 18 19 21 21 22 22 24 25 26 27 29

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno
Bologna 23 Milano 20
Ambrosiana 21 Fiorentina 17
Juventus 19 Roma 17
Torino 19 Triestina 17
Fiorentina 17 Bologna 16
Atalanta 16 Genova 1893 16
Livorno 14 Napoli 16
Milano 14 Venezia 16
Napoli 14 Atalanta 15
Novara 14 Lazio 15
Genova 1893 13 Ambrosiana 14
Venezia 13 Livorno 14
Lazio 12 Juventus 13
Roma 12 Novara 13
Triestina 12 Torino 11
Bari 7 Bari 10

Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

Casa Trasferta
Bologna 28 Milano 15
Atalanta 23 Ambrosiana 13
Fiorentina 23 Bologna 11
Juventus 23 Fiorentina 11
Ambrosiana 22 Lazio 11
Livorno 22 Napoli 11
Triestina 22 Torino 11
Venezia 22 Genova 1893 9
Roma 21 Juventus 9
Genova 1893 20 Novara 9
Milano 19 Atalanta 8
Napoli 19 Roma 8
Torino 19 Triestina 7
Novara 18 Venezia 7
Lazio 16 Livorno 6
Bari 13 Bari 4

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Record

  • Maggior numero di vittorie: Bologna (16)
  • Minor numero di sconfitte: Bologna (7)
  • Miglior attacco: Bologna e Fiorentina (60 reti fatte)
  • Miglior difesa: Milano (34 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Bologna (+23)
  • Maggior numero di pareggi: Lazio e Venezia (13)
  • Minor numero di vittorie: Bari (5)
  • Maggior numero di sconfitte: Bari (18)
  • Peggiore attacco: Bari e Novara (31 reti fatte)
  • Peggior difesa: Bari (84 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Bari (-53)
  • Partita con più reti: Torino-Ambrosiana 5-5 (14ª giornata)
  • Miglior sequenza di partite utili: Bologna (9, dalla 11ª alla 19ª giornata)

Capoliste solitarie

  • 4ª e 5ª giornata: Fiorentina
  • 8ª e 9ª giornata: Bologna
  • dalla 12ª alla 30ª giornata: Bologna

Classifica dei marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del campionato furono segnati complessivamente 731 gol (di cui 27 su autorete) da 150 diversi giocatori, per una media di 3,05 gol a partita[17]. Un match, Napoli-Lazio, fu dato vinto agli ospiti (0-2) in seguito a giudizio sportivo. Di seguito, la classifica dei marcatori[16].

Reti Rig. Calciatore Squadra
22 1 Uruguay Italia Ettore Puricelli Bologna
18 7 Italia Romeo Menti (II) Fiorentina
18 Italia Amedeo Amadei Roma
17 2 Italia Carlo Reguzzoni Bologna
16 1 Italia Aldo Boffi Milano
16 Italia Guglielmo Gabetto Juventus
Reti Rig. Calciatore Squadra
14 Italia Franco Ossola Torino
13 Italia Luigi Rosellini Napoli
12 Italia Dante Di Benedetti Fiorentina
12 1 Italia Gino Cappello (IV) Milano
12 Italia Francesco Cergoli Triestina

Marcature multiple[modifica | modifica wikitesto]

[16].

Reti Calciatore Incontro Giornata
4 Italia Giacomo Neri Genova-Bari 6-1 29

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiesa, p. 57
  2. ^ Chiesa, p. 52
  3. ^ a b Chiesa, p. 54-55
  4. ^ a b Chiesa, p. 55
  5. ^ a b c Chiesa, p. 56
  6. ^ a b c Chiesa, p. 53
  7. ^ Chiesa, p. 59
  8. ^ Melegari, 2004, p. 101
  9. ^ a b Melegari, 2002, p. 427
  10. ^ Munerati allenatore della Juventus, Il Littoriale, n. 262, 28 ottobre 1940, p. 3.
  11. ^ Molnar nuovo allenatore della Lazio, Il Littoriale, n. 277, 14 novembre 1940, p. 3.
  12. ^ Gli allenamenti settimanali - La Lazio, Il Littoriale, n. 33, 7 febbraio 1940, p. 4.
  13. ^ Storia della stagione su magliarossonera.it
  14. ^ Storia della stagione su asrtalenti.altervista.it
  15. ^ Rebuffo allenatore del Venezia, Il Littoriale, n. 278, 15 novembre 1940, p. 3.
  16. ^ a b c Campionato 1940-41 su rsssf.com
  17. ^ Melegari, 228

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo F. Chiesa. Il grande romanzo dello scudetto. Terza puntata: Il Bologna chiude il suo ciclo, da Calcio 2000, aprile 2002, pp. 40-59.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio - La storia 1898-2004. Modena, Panini, 2004.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2003, Modena, Panini, 2002.
  • La Stampa, annate 1940 e 1941.
  • Il Littoriale, annate 1940 e 1941.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]