Ciro Immobile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ciro Immobile
Ciro Immobile.jpg
Immobile nel 2011 alla Juventus
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185[1] cm
Peso 78[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Torino Torino
Carriera
Giovanili
2002-2008
2008-2010
Sorrento Sorrento
Juventus Juventus
Squadre di club1
2008-2010 Juventus Juventus 3 (0)
2010-2011 Siena Siena 4 (1)
2011 Grosseto Grosseto 16 (1)
2011-2012 Pescara Pescara 37 (28)
2012-2013 Genoa Genoa 33 (5)
2013 Juventus Juventus 0 (0)
2013- Torino Torino 29 (19)
Nazionale
2009-2010
2009-2013
2014-
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
Italia Italia
6 (0)
15 (9)
1 (0)
Palmarès
Giochi del Mediterraneo.svg  Giochi del Mediterraneo
Argento Pescara 2009
 Europei di calcio Under-21
Argento Israele 2013
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 aprile 2014

Ciro Immobile (Torre Annunziata, 20 febbraio 1990) è un calciatore italiano, attaccante del Torino, in comproprietà con la Juventus, e della Nazionale italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Prima punta in grado di giocare su tutto il fronte d'attacco, i suoi punti di forza sono senso del gol, fisico possente, una buona tecnica di base, dribbling nello stretto e tiro immediato con entrambi i piedi. È in grado di calciare da ogni posizione.[2][3]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi: Sorrento e Juventus[modifica | modifica sorgente]

Cresce calcisticamente nelle giovanili del Sorrento,[4] dove con la formazione Allievi nella stagione 2007-2008 realizza 30 reti, tra cui una doppietta ai pari età del Torino che impressiona gli osservatori della Juventus.[5]

Nel 2008, a 18 anni, viene quindi acquistato per 80 mila euro,[6] sotto consulenza di Ciro Ferrara,[7] proprio dal club bianconero per giocare con la formazione Primavera; il 23 febbraio 2009 contribuisce alla vittoria del Torneo Viareggio, mettendo a segno una doppietta nella finale vinta contro la Sampdoria.[8]

Esordisce in Serie A il 14 marzo dello stesso anno in Juventus-Bologna (4-1), subentrando nei minuti di recupero al posto di Alessandro Del Piero.[9] Il 25 novembre 2009 esordisce anche nella coppe europee, subentrando al 23' della ripresa al posto di Del Piero in Bordeaux-Juventus (2-0) valevole per la fase a gironi della Champions League.[10]

Il 15 febbraio 2010 conquista nuovamente il Torneo di Viareggio, segnando una tripletta nella finale vinta contro l'Empoli (4-2).[11] È stato nominato miglior giocatore del torneo ricevendo il "Golden Boy"; ha anche ottenuto il titolo di capocannoniere della manifestazione con 10 reti. Nella partecipazione alle 2 edizioni ha eguagliato il record di 14 reti realizzato da Renzo Cappellaro.[12] Inoltre, realizzando 10 gol, ha battuto il record di maggiori reti realizzate in una singola edizione del torneo.

I prestiti a Siena e Grosseto[modifica | modifica sorgente]

Il 1º luglio 2010 passa in prestito al Siena insieme a Luca Marrone.[13]

Debutta con i toscani il 13 agosto 2010 in Siena-Ternana (2-0), valevole per il secondo turno di Coppa Italia, subentrando al 31' della ripresa al posto di Emanuele Calaiò.[14] Esordisce in campionato alla quarta giornata contro il Cittadella (3-1 per i toscani),[15] subentrando al 55' al posto di Calaiò, in cui prima si fa parare un calcio di rigore da Andrea Pierobon, e poi si fa espellere a dieci minuti dal termine per proteste.[16] Segna la sua prima rete tra i professionisti il 27 ottobre 2010 contro il Lecce (sconfitta per 3-2), nell'incontro valido per il terzo turno di Coppa Italia, superando l'estremo difensore avversario con un piatto destro.[17] La prima rete in campionato arriva il 20 novembre contro il Portogruaro.[18]

Tra i toscani non riesce a trovare spazio,[19] così il 25 gennaio 2011 passa in prestito al Grosseto.[20] Esordisce con i biancorossi quattro giorni dopo nella trasferta vinta contro il Vicenza (0-1 il finale), sostituendo Ferdinando Sforzini al 64'.[21] Segna la sua prima e unica rete con i maremmani il 18 febbraio nel derby contro l'Empoli.[22]

Pescara[modifica | modifica sorgente]

Il 17 agosto 2011 viene ceduto in prestito al Pescara, in Serie B.[23][24] Segna la sua prima rete con gli abruzzesi alla prima giornata di campionato contro il Verona (vittoria per 1-2), sbloccando l'incontro con un colpo di testa su assist di Zanon.[25][26] La settimana seguente, in Pescara-Empoli (3-2), mette a segno la sua prima doppietta in campionato.[27]

Il 30 gennaio 2012 la Juventus cede metà del cartellino al Genoa per 4 milioni di euro,[28] lasciando il giocatore in prestito al Pescara fino al termine della stagione.

Il 6 marzo 2012, con la rete segnata alla Juve Stabia (2-0 il finale),[29] supera e batte il record di reti di Stefano Rebonato, diventando il giocatore nella storia del Pescara ad aver segnato più goal in una sola stagione.[30] Chiude la stagione con 37 presenze e 28 reti, laureandosi capocannoniere del campionato,[31] e contribuendo al ritorno in Serie A dei biancoazzurri dopo 20 anni di assenza.[32][33] Il 18 giugno 2012 la compartecipazione tra Genoa e Juventus viene rinnovata con diritti sportivi in favore dei rossoblù.[34]

Genoa[modifica | modifica sorgente]

Debutta con la squadra ligure il 18 agosto 2012 nella partita valida per il terzo turno di Coppa Italia persa ai rigori contro il Verona, subentrando al 31' della ripresa al posto di Davide Biondini.[35] Esordisce in Serie A il 26 agosto 2012 contro il Cagliari (vittoria per 2-0), siglando, a 5' dal termine, la sua prima rete in massima serie.[36]

Conclude la stagione con 34 presenze e 5 gol segnati in totale e il 19 giugno 2013 viene rinnovata ancora la comproprietà tra i due club.

Torino[modifica | modifica sorgente]

Immobile nel 2014 al Torino

Il 12 luglio 2013 la Juventus risolve al proprio favore la comproprietà con il Genoa[37], nello stesso giorno cede la metà del cartellino del calciatore al Torino. Il 17 agosto all'esordio ufficiale in Coppa Italia contro il Pescara, sua ex squadra, segna il suo primo gol stagionale ma nonostante ciò la squadra viene sconfitta 2-1. Il 22 dicembre 2013 sigla la sua prima doppietta in Serie A nella sfida contro il Chievo Verona terminata 4-1.[38] Il 22 marzo seguente realizza la sua prima tripletta in Serie A, decidendo la sfida contro il Livorno (3-1).[39]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Il 25 marzo 2009 esordisce con la Nazionale Under-21 diretta dal tecnico Pierluigi Casiraghi, nella partita amichevole Austria-Italia (2-2) giocata a Vienna.[40] Nello stesso anno entra anche nella Nazionale Under-20 di Francesco Rocca, con la quale partecipa ai Giochi del Mediterraneo 2009 di Pescara.

Torna in Under-21 a 3 anni dall'esordio, il 25 aprile 2012, realizzando il suo primo gol con la maglia degli azzurrini nella partita amichevole vinta 4-1 contro la Scozia. Realizza la sua seconda rete nella gara di qualificazione all'Europeo Under-21 disputata il 4 giugno 2012 contro l'Irlanda, terminata con il punteggio di 2-2.

Con l'Under-21 guidata da Devis Mangia partecipa all'Europeo Under-21 2013 in Israele, dove realizza un gol nella finale persa 4-2 contro la Spagna.

Il 2 marzo 2014 ottiene la prima convocazione con la Nazionale maggiore, da parte del CT Cesare Prandelli.[41][42] Esordisce in Nazionale il 5 marzo 2014, a 24 anni, nella partita amichevole Spagna-Italia (1-0) disputata a Madrid.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 13 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009 Italia Juventus A 1 0 CI 0 0 UCL 0 0 - - - 1 0
2009-2010 A 2 0 CI 1 0 UCL 1 0 - - - 4 0
Totale Juventus 3 0 1 0 1 0 5 0
2010-gen. 2011 Italia Siena B 4 1 CI 2 1 - - - - - - 6 2
gen.-giu. 2011 Italia Grosseto B 16 1 CI - - - - - - - - 16 1
2011-2012 Italia Pescara B 37 28 CI - - - - - - - - 37 28
2012-2013 Italia Genoa A 33 5 CI 1 0 - - - - - - 34 5
2013-2014 Italia Torino A 29 19 CI 1 1 - - - - - - 30 20
Totale carriera 122 54 5 2 1 0 128 56

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni giovanili[modifica | modifica sorgente]

Juventus: 2009, 2010

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Pescara: 2011-2012

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2010
2010
2011-2012 (28 gol)
Miglior calciatore della Serie B: 2012

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Ciro Immobile, torinofc.it. URL consultato l'11 agosto 2013.
  2. ^ Ciro Immobile dalla Juventus al Pescara per imporsi con Zeman, torinotoday.it, 31 agosto 2011. URL consultato il 13 settembre 2011.
  3. ^ Generazione di Fenomeni - Ciro Immobile, l'ultimo goleador esploso con Zeman: mamma Juventus lo aspetta, il Genoa lo brama, a Pescara sperano di trattenerlo, goal.com, 18 gennaio 2012. URL consultato il 18 novembre 2012.
  4. ^ Focus bwin. Immobile a CM: 'Zeman gioca come piace a me'.
  5. ^ Esclusiva spaziojuve: un giorno con Ciro Immobile.
  6. ^ Nicolò Schira, Quando l'Inter scartò Immobile per Balotelli... in sport.panorama.it, 26 matzo 2014.
  7. ^ Danilo Pagni: "Ecco come la Juve soffiò Immobile all'Inter", tuttomercatoweb.com. URL consultato il 13 maggio 2012.
  8. ^ Juventus - Sampdoria 4 - 1.
  9. ^ Juve - Bologna 4-1: Giovinco scatenato, nella ripresa bianconeri travolgenti.
  10. ^ Bordeaux–Juventus 2-0.
  11. ^ Viareggio Cup: i bianconeri si aggiudicano il trofeo dominando l'Empoli, lastampa.it, 16 febbraio 2010. URL consultato il 22 marzo 2014.
  12. ^ Pescara, ai piedi del Re Ciro. La stagione della consacrazione per Immobile SeriebNews.com
  13. ^ Ufficiale: Scambio Juventus-Siena, Immobile e Marrone in Toscana, 1º luglio 2010. URL consultato il 22 marzo 2014.
  14. ^ Coppa Italia, Siena-Ternana 2-0: ai bianconeri l'anticipo del secondo turno, Conte ha ritrovato un Reginaldo devastante, goal.com, 13 agosto 2010.
  15. ^ Siena 3 - 1 Cittadella, legaserieb.it, 11 settembre 2010.
  16. ^ SIENA-CITTADELLA 3-1, Tutto facile per i bianconeri.
  17. ^ Lecce-Siena 3-2.
  18. ^ Portogruaro 1 - 4 Siena.
  19. ^ Immobile via da Siena: tre pretendenti, 17 novembre 2010. URL consultato il 12 marzo 2014.
  20. ^ Ufficiale: Grosseto, arriva Immobile.
  21. ^ Vicenza 0 - 1 Grosseto, legaserieb.it, 29 gennaio 2011.
  22. ^ Grosseto 2 - 1 Empoli, legaserieb.it, 18 febbraio 2011.
  23. ^ Speciale Calciomercato: Immobile in biancazzurro, pescaracalcio.com. URL consultato il 17 agosto 2011.
  24. ^ UFFICIALE: Ciro Immobile al Pescara.
  25. ^ Verona-Pescara 1-2: espugnato il Bentegodi, implacabile Immobile.
  26. ^ Hellas Verona 1 - 2 Pescara.
  27. ^ Pescara 3 - 2 Empoli.
  28. ^ Accordo con la società Genoa C.F.C. relativo al calciatore Ciro Immobile, juventus.com, 30 gennaio 2012. URL consultato il 30 gennaio 2012.
  29. ^ Pescara 2 - 0 Juve Stabia.
  30. ^ Immobile nella storia del Pescara, superato il record di Rebonato.
  31. ^ Classifica marcatori Serie B 2012, fantasperti.it, 27 maggio 2012.
  32. ^ Serie B: il Pescara torna in A dopo vent'anni, golsicilia.it, 20 maggio 2012. URL consultato il 12 marzo 2014.
  33. ^ LIVE TMW - Sampdoria-Pescara 1-3, finale: Pescara in Serie A!, tuttomercatoweb.com, 20 maggio 2012.
  34. ^ partecipazioni (PDF), legaseria.it. URL consultato il 18 giugno 2012.
  35. ^ Hellas Verona di rigore, eliminato il Genoa, 18 agosto 2012. URL consultato il 12 marzo 2014.
  36. ^ Genoa 2 - 0 Cagliari.
  37. ^ Ciro Immobile ceduto al Torino, 12 luglio 2013. URL consultato il 4 gennaio 2014.
  38. ^ Torino-Chievo 4-1: con Immobile e Cerci i granata sognano l'Europa, 22 dicembre 2013. URL consultato il 24 dicembre 2013.
  39. ^ Torino 3-1 Livorno, legaseriea.it, 22 marzo 2014. URL consultato il 22 marzo 2014.
  40. ^ Ariaudo, poi Paloschi - Quest'Italia sa lottare, 26 marzo 2009. URL consultato il 24 dicembre 2013.
  41. ^ (EN) Paletta and Immobile Get Surprise Italy Call-ups, soccerly.com, 3 marzo 2014. URL consultato il 6 marzo 2014.
  42. ^ Amichevole con la Spagna: prima convocazione per Immobile e Paletta, figc.it, 2 marzo 2014. URL consultato il 6 marzo 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]