Mauro Icardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mauro Icardi
Mauroicardi.jpg
Icardi nel 2012 alla Sampdoria
Dati biografici
Nome Mauro Emanuel Icardi Rivero
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 181[1] cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Inter Inter
Carriera
Giovanili
2002-2008
2008-2011
2011-2012
Vecindario Vecindario
Barcellona Barcellona
Sampdoria Sampdoria
Squadre di club1
2012-2013 Sampdoria Sampdoria 33 (11)
2013- Inter Inter 42 (19)
Nazionale
2012-2013
2013-
Argentina Argentina U-20
Argentina Argentina
5 (3)
1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 25 gennaio 2015

Mauro Emanuel Icardi Rivero (Rosario, 19 febbraio 1993) è un calciatore argentino, attaccante dell'Inter.

È soprannominato El Niño del partido[2] e O cañito.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È primogenito di Juan Icardi, di origini piemontesi,[3] e di Analia Rivero, per questo è in possesso del doppio passaporto. Il 27 maggio 2014 ha sposato la modella Wanda Nara,[4][5] ex moglie di Maxi Lopez, dalla cui unione il 19 gennaio 2015 nasce Francesca.[6]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Classica prima punta, Icardi è un attaccante forte fisicamente nonché dotato di un ottimo fiuto del gol.[7] Nel 2013 è stato inserito nella lista dei migliori giovani nati dopo il 1992 stilata da Don Balón.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Viene iscritto all'età di 5 anni al Club Infantil Sarratea, piccola squadra di quartiere della zona nord di Rosario[8]. Nel 2002, per via della crisi economica, la famiglia Icardi si trasferisce in Spagna nelle Canarie, nel comune di Las Palmas dove viene tesserato dall'Unión Deportiva Vecindario segnando 384 gol in sei anni[9], poi il calciatore argentino Lionel Messi (originario anch'egli di Rosario) chiese alla famiglia di trasferirsi a Barcellona, dove giocò nelle giovanili della società blaugrana a partire dal 2008 dove segnò 38 gol in due anni ma non riuscì ad andare in prima squadra a causa dell'opposizione dell'allenatore Pep Guardiola che approvò la sua cessione nel gennaio 2011[10].

Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

L'11 gennaio 2011 è ceduto alla Sampdoria in prestito con diritto di riscatto fissato a 400 mila euro.[11] Nel luglio 2011 è riscattato l'intero cartellino del giocatore e viene convocato dalla prima squadra per prendere parte al ritiro estivo pre-campionato.[12]

Con i Blucerchiati disputa il Campionato Primavera 2011-2012 dove risulta il capocannoniere della manifestazione avendo segnato in totale 19 gol in 23 partite. Esordisce in Serie B il 12 maggio 2012 contro la Juve Stabia[13]: entrato nella ripresa al 75' al posto di Bruno Fornaroli, segna la rete che decide l'incontro firmando il definitivo 1-2 e che consente ai liguri di accedere in modo matematico ai play-off, attraverso i quali ottengono poi la promozione in massima serie.

Il 26 settembre 2012, a diciannove anni, debutta in Serie A giocando contro la Roma (1-1),[14] andando poi in gol alla tredicesima giornata nel derby della Lanterna contro il Genoa (3-1).[15] Il 6 gennaio 2013 firma una doppietta contro la Juventus (1-2)[16]. Decide in seguito le partite contro Pescara (6-0, segnando una quaterna)[17] e Parma (1-0).[18] A fine stagione conta 10 reti in 31 presenze di campionato, divenendo il capocannoniere stagionale della Sampdoria.

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2013-2014[modifica | modifica wikitesto]
Icardi all'Inter nel 2014.

L'8 luglio 2013, nonostante la mancata ufficialità del passaggio dalla Sampdoria all'Inter, viene convocato dai nerazzurri al ritiro precampionato.[19] Il giorno successivo viene infine ufficializzato il suo passaggio in nerazzurro in comproprietà.[20][21] Con il numero 9, esordisce in Inter-Cittadella di Coppa Italia[22]. Segna le prime reti in nerazzurro contro Juventus[23] e Cagliari[24]: il 6 novembre, si sottopone ad un intervento chirurgico per un'ernia inguinale[25][26]. Torna a segnare il 15 febbraio 2014, con la rete decisiva per la vittoria in casa della Fiorentina.[27] Il 13 aprile, realizza invece una doppietta a Genova contro la Sampdoria nell'incontro vinto per 4-0: chiude la prima stagione all'Inter con nove reti.

Stagione 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 giugno successivo, la società ligure comunica di aver raggiunto un'intesa con l'Inter per risolvere l'accordo di partecipazione relativo all'attaccante: i suoi diritti sportivi passano, a titolo definitivo, alla società milanese[28]. Nelle prime quattro gare della stagione 2014-15 segna sette reti, con una doppietta in Europa League e una tripletta in campionato nella vittoria casalinga per 7-0 contro il Sassuolo[29]. Il 6 gennaio 2015, in occasione del match esterno con la Juventus, segna il gol del definitivo pareggio, fissando il punteggio sull'1-1, portandosi a quota 9 gol nella classifica marcatori (eguagliando lo score della scorsa stagione). Il 21 gennaio trova il primo gol in assoluto in Coppa Italia nella gara vinta per 2-0 in casa contro la Sampdoria, sua ex squadra, esultando mostrando la maglietta "Bienvenida Francesca" per la figlia appena nata.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 aprile 2012 l'Under-19 italiana lo convoca per la partita Ungheria-Italia del 25 aprile seguente,[30] ma Icardi decide di non accettare la convocazione perché vuole aspettare quella del suo paese.[31] La convocazione dell'Argentina arriva il 26 luglio, quando il CT dell'Under-20 Marcelo Trobbiani lo convoca per l'amichevole Germania-Argentina del 14 agosto a Francoforte e per il Torneo di Alcúdia che si è disputato a Valencia dal 16 al 23 agosto[32].

Il 19 agosto segna la sua prima rete con la maglia dell'Albiceleste Under-20 nella partita Argentina-Giappone 2-0[33]; la sua prima doppietta invece si realizza il 22 agosto nella gara Turchia-Argentina 1-2[34]. Il 23 agosto l'Argentina si aggiudica il Torneo e Icardi viene premiato come capocannoniere della manifestazione essendo andato a segno in 3 occasioni[35].

Il 29 novembre viene convocato dall'Under-20 per disputare il Campionato sudamericano di categoria in programma in Argentina, a Mendoza e San Juan, dal 9 gennaio al 3 febbraio 2013;[36] ma nel mese di dicembre gli viene negato il permesso dalla formazione blucerchiata e in special modo da Delio Rossi che vuole puntare fortemente sul giocatore vista anche l'assenza fino a fine gennaio di Maxi López.[37]

Il 1º ottobre 2013 viene convocato dal CT Alejandro Sabella per la prima volta in Nazionale maggiore, esordendo il 16 contro l'Uruguay, gara valida per le qualificazioni ai Mondiali, subentrando all'82' a Fernández[38].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 25 gennaio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-2012 Italia Sampdoria B 2 1 CI 0 0 - - - - - - 2 1
2012-2013 A 31 10 CI 0 0 - - - - - - 31 10
Totale Sampdoria 33 11 0 0 33 11
2013-2014 Italia Inter A 22 9 CI 1 0 - - - - - - 23 9
2014-2015 A 20 10 CI 1 1 UEL 6[39] 4[40] - - - 27 15
Totale Inter 42 19 2 1 6 4 50 24
Totale carriera 75 30 2 1 6 4 83 35

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Argentina Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
16-10-2013 Montevideo Uruguay Uruguay 3 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 82’ 82’
Totale Presenze 1 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Sampdoria: 2011-2012 (19 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.inter.it/it/squadra/G0926
  2. ^ Mauro Icardi, el nino del partido
  3. ^ Icardi, tra i campioni per continuare a crescere: le prime parole a inter.it, inter.it, 9 luglio 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  4. ^ (EN) Mauro Icardi marries Wanda Nara in Daily Mail, 28 maggio 2014. URL consultato il 15 settembre 2014.
  5. ^ (ES) La gran fiesta de Wanda Nara y Mauro Icardi in Clarín, 7 giugno 2014. URL consultato il 15 settembre 2014.
  6. ^ Mauro Icardi e Wanda Nara genitori: è nata Francesca, corriere.it, 19 gennaio 2015. URL consultato il 19 gennaio 2015.
  7. ^ http://metodocalcio.com/2013/01/31/icardi-mauro-classe-1993-scheda-tecnica/
  8. ^ Icardi, il bimbo prodigio giustiziere della Juve
  9. ^ Icardi, tra i campioni per continuare a crescere. Le prime parole a inter.it
  10. ^ La Samp in pressing su Icardi per il rinnnovo
  11. ^ Ufficiale: Mauro Icardi è un calciatore della Sampdoria
  12. ^ (ES) Mauro Icardi ficha a la Sampdoria italiana.
  13. ^ Juve Stabia 1-2 Sampdoria, Transfermarkt.it, 12 maggio 2012. URL consultato il 29 novembre 2013.
  14. ^ Roma 1-1 Sampdoria, Transfermarkt.it, 26 settembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2013.
  15. ^ Sampdoria 3-1 Genoa, Transfermarkt.it, 18 novembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2013.
  16. ^ Juventus 1-2 Parma, Transfermarkt.it, 6 gennaio 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  17. ^ Sampdoria 6-0 Pescara, Transfermarkt.it, 27 gennaio 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  18. ^ Sampdoria 1-0 Parma, Transfermarkt.it, 3 marzo 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  19. ^ Pinzolo, 31 nerazzurri in partenza per il ritiro estivo Inter.it
  20. ^ Mauro Icardi è dell'Inter Inter.it
  21. ^ Icardi interesta in compartecipazione, Zaza alla Juventus, sampdoria.it, 9 luglio 2013. URL consultato il 9 novembre 2014.
  22. ^ Icardi nota stonata in casa Inter, brutta prova e infortunio con il Cittadella, ma Mazzarri lo giustifica: "Ha un fisico particolare", goal.com, 19 agosto 2013. URL consultato il 9 novembre 2014.
  23. ^ Inter-Juventus 1-1. Botta e risposta Icardi-Vidal nel finale
  24. ^ Cagliari-Inter 1-1. Icardi sblocca, Nainggolan recupera
  25. ^ Inter, Icardi si blocca: sindrome pubalgica
  26. ^ Lite Inter-Argentina su Campagnaro - Icardi sotto i ferri: starà fuori un mese
  27. ^ Fiorentina-Inter 1-2: Palacio, Cuadrado e Icardi (partito in fuorigioco)
  28. ^ Mauro Emanuel Icardi all'Inter a titolo definitivo
  29. ^ Luca Taidelli, Inter-Sassuolo 7-0, Icardi-Osvaldo coppia regina, Gazzetta dello Sport, 14 settembre 2014. URL consultato il 14 settembre 2014.
  30. ^ Under-19: Icardi azzurro per Ungheria-Italia
  31. ^ GdS - Icardi era stato convocato nell'Under 19 italiana, ma... Sampnews24.com
  32. ^ Maurito Icardi convocato dall'Under-20 Argentina
  33. ^ Under-20: Maurito Icardi in gol contro il Giappone
  34. ^ Alcùdia: una doppietta di Icardi fa volare l'Argentina
  35. ^ Alcùdia: Argentina Campione, Icardi premiato capocannoniere
  36. ^ Icardi in Nazionale: La Samp lo perde per un mese
  37. ^ Icardi vuole partire, ma Rossi blocca
  38. ^ Nazionali, esordio Icardi, Uruguay agli spareggi
  39. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  40. ^ 3 gol nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]